IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2018/19

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

UN VIAGGIO INSIEME DAI 3 AI 14 ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO "IL GUERCINO"

 

Via Dante Alighieri, 6 – 44042 Cento (Fe)
Tel. 051 904030 – Fax 051 6857738
Mail: feic81800p@istruzione.it
PEC:  feic81800p@pec.istruzione.it
CF: 90012650389

L’Istituto opera sul territorio di Cento ed è composto da cinque plessi dei tre ordini di scuola statale di base:
infanzia - primaria - secondaria di primo grado.
Dirigente: Anna Tassinari

Scuola Infanzia "Pacinotti" - tel/fax 051 901623

Scuola Infanzia "Alighieri" - tel 051 6831372

 Scuola Primaria "Carducci" - tel/fax 051 6832697

                                                                         Scuola Primaria "Il Guercino" - tel/fax 051 6832221

                                                                         Scuola Secondaria "Il Guercino" - tel. 051 90 40 30

NUOVO CONTO DELL'ISTITUTO PER I VERSAMENTI

Nuovo ente tesoriere: BANCA MONTE DEI PASCHI - filiale di Cento, Via Guercino 23

Operazioni di bonifico gratuite se si utilizza servizio homebanking

CODICE IBAN : IT61T0103023401

                          000001313410

Istituto Comprensivo "Il Guercino", via Alighieri 6, Cento

ORARIO UFFICI - DAL 1 SETTEMBRE 2018

 

 

ORARIO DAL 1 SETTEMBRE 2018

 

DAL LUNEDI AL SABATO - DALLE ORE 7.45  ALLE ORE 13.45 - FLESSIBILITA' DI 30 MINUTI

MARTEDI E GIOVEDI - DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 16.30

 

       ORARIO AL PUBBLICO 

 -  LUNEDI, MERCOLEDI, VENERDI - DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.00

    MARTEDI E GIOVEDI DALLE ORE 8.30 ALLE 9.30 E DALLE 15.00 ALLE 16.30

    SABATO DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 12.00

 

ORARI DI APERTURA DAL 1 GIUGNO 2019 AL 31 AGOSTO 2019

DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 12.30

 

NEWS ANNO SCOLASTICO 2019-20

 Apertura iscrizioni al servizio di trasporto scolastico a.s. 2019/2020   

Su indicazione del Comune di Cento, si comunica che sono aperte le iscrizioni al servizio di trasporto scolastico per l’a. s. 2019/2020. 

Coloro che intendono usufruire del servizio dovranno presentare la domanda di iscrizione esclusivamente online entro il 30/04/2019.               

                       

Tutte le informazioni relative al servizio sono pubblicate nella Home page del sito del Comune di Cento ( www.comune.cento.fe.it).      Le insegnanti della primaria dovranno provvedere a far trascrivere tale comunicazione sul quadernino delle comunicazioni e le insegnanti dell’infanzia affiggeranno questa comunicazione in modo che i genitori siano informati. La comunicazione verrà messa sul sito e inviata per mail ai genitori.   

 

Si ringrazia della collaborazione e si inviano cordiali saluti                                                                                                                                                                                                                             Il Dirigente Scolastico                                                                                                                Anna Tassinari 

ANNO SCOLASTICO 2018 - 19

GIOCHIAMO A SCACCHI!!! PERCORSO GRATUITO PON-FSE

Si è concluso sabato 18 marzo 2019 il modulo “Gli scacchi come la matematica” rivolto agli alunni della scuola primaria “Il Guercino”, all’interno del progetto PON “MIGLIORI-AMO-CI, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, avviso 1953 del 21 febbraio 2017. Il modulo, attraverso il gioco degli scacchi, mira ad aumentare le competenze logico matematiche degli alunni e le competenze sociali di rispetti delle regole e dei tempi degli altri. L’istituto,grazie all'azione volontaria di un gruppo di genitori, ha precedentemente sperimentato un breve modulo di scacchi il sabato mattina. L'esperienza è stata molto positiva e per questo è stato proposto  questo  modulo più organico e finalizzato. Il gioco degli scacchi è visto in stretta relazione con gli apprendimenti matematici.Gli scacchi possono rivelarsi un importante strumento didattico per la rimozione di alcuni ostacoli all’apprendimento sia sul piano comportamentale, motivando all’impegno verso un progetto strategico scelto autonomamente, sia su quello delle connessioni logiche, favorendo soprattutto i rapporti di causa-effetto e le aperture del pensiero divergente pur nell'applicazione del pensiero convergente. In particolare, si ritiene che questo tipo di intervento possa essere valido supporto per lo sviluppo di competenze matematiche come declinate nei programmi PISA, cioè connesse ad un uso più ampio e funzionale della matematica, dove si richiede una applicazione nel riconoscere e formulare problemi matematici in varie situazioni (PISA 2003).  Gli incontri di due ore ciascuno sono avvenuti il sabato mattina nell'aula allestita grazie ai finanziamento del precedente Pon ambienti digitali ed è stato strutturato in obiettivi nell’area cognitiva, di formazione del carattere e di formazione della coscienza sociale. Obiettivi specifici del corso sono stati i seguenti:

-          Sviluppo concreto d i concetti teorico-pratici elementari del corso di primo livello per portare gli allievi ad una conoscenza abbastanza completa dei fondamenti non solo teorici del gioco;

-          Offerta di  uno strumento piacevole e impegnativo, che favorisca lo sviluppo del pensiero formale, la fiducia nei propri mezzi, il rispetto delle opinioni degli interlocutori, l'accettazione senza conflitto del confronto;

-           l'importanza della scrittura matematica nel piano cartesiano di ogni mossa effettuata;

-           calcolo rapido;

-          posizione di un punto nello spazio definito;

-           coordinamento di piu' punti nello spazio definito;

-          cenni di algoritmo (strategie);

-          controllo dell' esuberanza caratteriale a favore del pensiero moderato e strutturato;

-           ricerca dei numeri primi come singolarita' del proprio io pensante .

L’esperienza del gruppo non finisce qui. Infatti l’esperto che ha seguito questo modulo, il maestro federale Max Scagliarini, insieme alla tutor Anna Filomena Andreozzi accompagnerà le squadre volontarie formatesi a seguito di questa esperienza alla fase provinciale dei Giochi Sportivi Studenteschi – disciplina scacchi, che si terrà il 7 aprile 2019 a  Pontelagoscuro, in via Savonuzzi 54, presso Centro di Promozione Sociale “Il Quadrifoglio”. In bocca al lupo ai partecipanti.

 

 

"iL GUERCINO" PARTECIPA AI CAMPIONATI NAZIONALI DI CALCOLO A MENTE- UDINE 9 MARZO

Si è  tenuto a Udine il Campionato italiano di Calcolo mentale. Una delegazione di 32 alunni delle classi prime e seconde della scuola secondaria “Il Guercino” di Cento ha partecipato a questa attività all’interno del progetto “La bussola dell’orientamento” finanziato dal Fondo Sociale Europeo, azione “Orientamento formativo e ri-orientamento”. Il modulo “Matematica vedica: tecniche di calcolo mentale “ mira a fare acquisire ai ragazzi tecniche di calcolo veloce che possono motivare allo studio della matematica e delle discipline scientifiche, anche in un’ottica di didattica orientativa.

La partecipazione al Campionato ha permesso ai ragazzi di mettersi in gioco con ragazzi e adulti provenienti da tutta Italia e di cimentarsi in una prova in cui applicare quanto appreso durante le attività del modulo di 30 ore tenuto dalle prof.sse Stupazzoni Lara e Manservigi Rita. Ha fornito anche l’occasione di visitare la città di Udine.

La prof.ssa Stupazzoni segue diversi progetti di potenziamento delle competenze logico matematiche all’interno dell’istituto dove a breve si svolgeranno le gare interne di calcolo a mente e le prove nazionali di un’altra gara molto sentita dagli alunni, il Kangarou della matematica. Queste attività rientrano nella partecipazione alla Giornata della Matematica, detta anche del P GRECO, proclamata in molte scuole italiane  per il 14 marzo. Il 14 marzo infatti secondo la scrittura anglosassone si scrive 3.14 , che è appunto il numero del P Greco; è anche la data di nascita di Einstein e quindi non poteva essere scelta giornata più adatta per parlare di matematica.

La partecipazione al Campionato è stata un’opportunità per i ragazzi, ma non vuole essere un incentivo alla competizione: come ricorda la dirigente Anna Tassinari, la partecipazione a progetti esterni, a gare o confronti vuole essere occasione di arricchimento e abitudine al mettersi in gioco con forme diverse dalla didattica tradizione per preparare i nostri ragazzi a quanto il mondo esterno richiederà loro nel futuro.

 

 

DAL LICEO ALLA PRIMARIA "CARDUCCI"

Ebbene sì!!! I ragazzi del liceo linguistico, nell'ambito dell'Alternanza scuola-lavoro, hanno affiancato i bambini della scuola primaria in una attività ludico-motoria. 

Risultato: tanto divertimento.

Chi si sia divertito di più, se i ragazzi o i bambini, non saprei dirlo. 

Sicuramente un'esperienza da ripetere!!!

Allora, grazie ai ragazzi del liceo linguistico Cevolani che si sono prodigati per allietare i bambini e alle insegnanti che hanno coordinato le attività.

Ins. Anna Rita Diozzi

CARA NONNA...LABORATORIO ALL'INFANZIA "ALIGHIERI"

“Nonna insegnami….”

 

La nonna Liliana è venuta nella nostra scuola e ha insegnato ai bambini a fare i biscotti secondo l’antica tradizione  Centese. L’obiettivo del progetto è quello di creare una sinergia tra le due generazioni , facendo in modo che il patrimonio di informazioni di cui i nonni sono portatori sia un flusso di scambio , di trasmissione di tradizioni, usi , costumi e promozioni di stili di vita. 

SULLE ORME DI DON BOSCO - "CARDUCCI" E "IL GUERCINO" INSIEME

Giornate movimentate al Guercino e alle Carducci quelle del 21, 25 e 28 gennaio per le classi quinte grazie alla presenza di suor Elide.

Racconti, giochi, domande hanno trasportato i bambini nel 1800 per poi riportarli ai giorni nostri con la consapevolezza di avere un nuovo amico e maestro, Don Bosco.

Questi alcuni momenti dei lavori svolti...e le filastrocche composte:

 

Don Bosco in filastrocca

 

Don Bosco prete piemontese

con i bambini bisognosi era cortese.

Un sogno strano fece a nove anni

«Questo il tuo compito Giovanni:

da lupi in agnelli, questi giovani, dovrai trasformare

ma la forza non dovrai usare».

Di Maria Ausiliatrice si fidò

e l'amore ad usare cominciò.

Il teatro era per lui una passione

dove faceva divertire le persone.

La società dell'allegria fondò

e tanti amici in oratorio radunò.

Per i ragazzi in carcere un desiderio realizzò

e in gita nel bosco li portò.

Chiese anche a sua mamma Margherita

di condividere con loro la propria vita,

lei accettò

e da quel giorno i giovani curò.

Quando il pericolo lo assaliva

un cane grigio gli appariva

per difenderlo dal male

e la sua vita conservare.

Don Bosco, anche noi il tuo esempio vogliamo seguire

e senza timore, un cammino d'amore costruire.

 

VB “Guercino”

 

 

EDUCAZIONE AMBIENTALE CON "CLARA" ALL'INFANZIA "ALIGHIERI"

Si è svolto il laboratorio “OTTO E I PIANETI DEL RICICLO” della società CLARA  per focalizzare l'attenzione dei bambini sul rispetto dell'ambiente in cui viviamo, incentivando  nuove abitudini di vita. Obiettivo fondamentale è sensibilizzare fin dall’infanzia alla raccolta differenziata dei rifiuti, per attivare un comportamento sempre più responsabile e consapevole. I due protagonisti  sono riusciti a coinvolgere i bambini in maniera attiva ,  differenziando i comportamenti buoni da quelli cattivi ,attraverso azioni corrette e sostenibili per l’ambiente. I bambini si sono poi improvvisati attori protagonisti , organizzando il gioco dello spettacolo per le alunne del Liceo Cevolani di Cento che in questi giorni stanno svolgendo con grande entusiasmo  lo stage nella nostra scuola.

LEGALITA' E SOLIDARIETA'

In Sala Zarri, per il quinto anno consecutivo , l’Istituto Comprensivo “Il Guercino” di Cento ha incontrato la casa circondariale Rocco D'Amato di Bologna nella giornata della legalità e della solidarietà. Erano presenti   il   Maggiore Comando Compagnia Carabinieri, Cento - Antonino Lembo, il  Luogotenente Tenenza di Guardia di Finanza di Cento -  Maurizio Verdini, l’ Assessore Associazionismo e volontariato – Matteo Fortini, la dirigente dell’istituto Anna Tassinari. Il progetto è una riflessione sul valore della legalità e sull’importanza del rispetto delle regole, senza tralasciare la solidarietà, l’aiuto che si deve dare a chi ha sbagliato per potere recuperare e imparare dagli errori. Come ha detto la  Dirigente scolastica Anna Tassinari all’apertura della mattinata, la legalità comincia nella piccola comunità della scuola, dove esistono regolamenti, regole condivise, il cui rispetto garantiscono l’organizzazione e il benessere dei membri della comunità: i ragazzi, ma anche chi vi lavora, dagli insegnanti al personale. Il maggiore A.Lembo ha ricordato gli articoli della Costituzione e un discorso del Presidente della Repubblica che auspicava  che tutti i cittadini siano “Sentinelle della legalità”. L’importanza di una cultura della legalità, di un senso di cittadinanza attiva e di rispetto gli uni verso gli altri sono valori fondanti dell’Istituzione Scuola e, come ha ricordato l’assessore Fortini, in questa mattinata, forze dell’ordine ed istituzioni, scuola, amministrazione comunale, sono insieme per trasmettere questo valore al nostro futuro:i nostri ragazzi
L'incontro è proseguito con l’intervento degli operatori del carcere; il direttore dell'area trattamentale Massimo Ziccone, l'ispettore Molinaro della  polizia penitenziaria, il cappellano, P.Marcello Matté, l'infermiera Simona Balboni e il responsabile del squadra del rugby,hanno spiegato ai ragazzi, che il carcere pur essendo un luogo di sofferenza e sconto di pena ,offre comunque la possibilità di un reale recupero con le varie attività e progetti proposti. Il percorso continuerà con la visita del carcere da parte di un gruppo di alunni delle classe terze. Il progetto è stato proposto dalla prof.ssa Tarantini , ma perché parlare di carcere a scuola? Da questa idea, accolta con entusiasmo dalla dirigente Tassinari, è stato successivamente aggiunto il percorso della solidarietà, del non giudizio, perché la scuola deve insegnare a non mettere ettichette e  a dare sempre una seconda possibilità, come avviene appunto nella piccola comunità di una istituzione scolastica.

IL CARNEVALE IMPAZZA!!

Il Carnevale, per i centesi, è davvero un momento di grande allegria, sia per i piccini, sia per gli adulti. È un atto di grande socialità e spensieratezza.

Ecco perché, sabato pomeriggio, alcuni bambini della scuola primaria Carducci, si sono ritrovati in piazza Guercino, con le loro famiglie per partecipare alla "Camminata di Carnevale". Grandi e piccini, insieme, in maschera, hanno sfilato per le vie di Cento. 

Grazie a tutti per il piacevolissimo pomeriggio.

 

 Maestra Anna Rita. 

ED ORA....JU JITSU!!

Il Ju-jitsu, "Dolce Arte", è la più antica arte marziale giapponese di difesa personale a mani nude e veniva praticata in battaglia dai Samurai. Grazie alla preparazione e alla disponibilità del maestro Rudi Guizzardi, dell’Associazione CSR Ju Jitsu Itaia i bambini delle scuole Carducci si sono avvicinati con cedevolezza a questa interessante "disciplina".

PICCOLI CUOCHI

I PICCOLI PASTICCERI DI MASTERCHEF.

 

Mattinata golosa oggi per gli alunni delle sezioni C e D dell’infanzia  Alighieri . I bambini  si sono recati presso il centro Cottura Gemos  dove si sono improvvisati Pasticceri con tanto di grembiule  da cuoco e cappello da chef . Il laboratorio di cucina ha permesso ai bambini di essere protagonisti attivi di un’esperienza che  giocando con farina, uova, burro, e zucchero hanno impastato e creato   cuori, orsetti, stelline, coniglietti, manine di pastafrolla. Cio’ ha fatto riflettere i bambini  su alcune proprietà dei cibi , sulla loro manipolazione, sulla  trasformazione, preparazione cottura e consumo, entusiasmandoli e  facendo scorgere il rapporto tra il cibo , la nostra salute e la nostra cultura. La degustazione dei biscotti li ha ripagati dell’attesa della cottura. Ringraziamo le cuoche  Silvia e Cristina che pazientemente hanno spiegato egregiamente come nasce un biscotto.

TRAFFICO ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA "ALIGHIERI"

E’ arrivato a scuola uno strano personaggio carico di colore Giallo il suo nome è proprio Cappuccetto Giallo che si aggira per le vie della città dimenandosi nel  traffico per raggiungere la sua amata nonnina. Il racconto di Cappuccetto Giallo  di B. Munari si presta all’introduzione del percorso di educazione stradale che con le sue regole e la segnaletica  invita i bambini ad un uso corretto della strada, auspicando comportamenti civili e rispettosi nei confronti della società. Percorsi di  ponti, gallerie  e ostacoli svolti in palestra permettono di  coadiuvare mente corpo e movimento . Mentre una  rappresentazione del  percorso stradale con la segnaletica ha divertito i bambini nell’assunzione di diversi ruoli: vigile ,   mamma, papà , nonno, alla guida dell’automobile .

COME LA PASSIONE PER IL CALCIO DIVENTA MEMORIA

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Il Guercino” di Cento hanno incontrato in Sala Rossa il giornalista sportivo bolognese Matteo Marani che ha raccontato con parole semplici e piene di passione ed umanità il suo incontro con l’allenatore ebreo Arpad Weisz che portò il Bologna allo scudetto per ben due volte.

Il giornalista ha raccontato ai ragazzi come tutto è iniziato per caso: doveva celebrare il centenario del Bologna come giornalista sportivo; negli ambienti sportivi, si raccontava delle glorie del passato della società sportiva, qualcuno ricordava vagamente di un allenatore fuori dagli schemi che aveva girato il mondo. Lo stesso Enzo Biagi scrive:” Si chiamava Arpad Weisz, era molto bravo, ma anche ebreo e chi sa come è finito”. Matteo decise che era suo compito rispondere a questa domanda.

Da qui la passione per il calcio diventa amore della verità, della ricerca, del senso civico: che fine ha fatto questo grande allenatore che ha abitato a Bologna, che aveva due figli in età scolare ed una moglie? Con caparbia, Matteo inizia la sua ricerca e racconta ai ragazzi ammutoliti la sua storia che si interseca con la storia di Arpad che, poco alla volta, non senza difficoltà, viene alla luce. E si aggiungono altre storie, piccole comparse senza le quali non sarebbe stato possibile arrivare alla verità: l’impiegata in pensione dell’Ufficio Scolastico che sapeva dove erano conservati i vecchi registri scolastici; il vicino di casa che aveva conservato le lettere ricevute dal compagno di giochi dell’infanzia mai più rivisto e improvvisamente più sentito, ma conservato sempre nel cuore; chi ha costruito un sito con il nome di tutti i deportati. Con metodo e costanza, Matteo arriva alla ricostruzione del peregrinare della famiglia Weisz fini all’arrivo ad Ausghwitz. Manca solo la moglie…poi un’intuizione. Non si chiamava Elena; le leggi di allora impedivano l’uso di nomi stranieri; il vero nome era Ilona e cosi l’ultimo tassello ha completato il puzzle: Ilona, Roberto e Clara vengono portati alle “docce” il 5 ottobre 1942. Ad Arpaid è riservata la stessa fine il 31 gennaio 1944.

 

A conclusione del suo racconto, Matteo Marani fa notare come la giornata della memoria riporti alla luce storie non tanto lontane da noi e come sia necessario dare una lettura vicina all’ordinario, alla vita di tutti i giorni: anche oggi, già dal piccolo, non bisogna chiudere gli occhi ma è necessario credere nella solidarietà e nel rispetto della diversità perché la diversità è una ricchezza.

PROFUMO DI GESSETTI

Si sa quanto siano importanti per i bambini in età evolutiva la manipolazione, l’esperienza diretta di ciò che apprendono e la trasformazione di materiali che diano forma alla fantasia.

Stavolta però, a guidare in queste preziose attività i piccoli alunni della 1 A della scuola Primaria “Il Guercino”, abbiamo avuto delle guide d’eccezione, i ragazzi dell’Open Group!

Sin dal loro arrivo, abbiamo capito subito che avremmo trascorso una mattinata speciale ed è stato davvero così … I ragazzi e le educatrici che li accompagnavano, si sono subito messi a proprio agio presentandosi e raccontandoci tutte le attività che svolgono presso la loro associazione. Hanno poi voluto conoscere ogni bimbo, condividendo esperienze e socializzando istantaneamente.

Paola, l’educatrice di riferimento, ha spinto il timido Roberto a cantare per noi ma, la vera “star” del gruppo è stato Enrico, istrionico accentratore che ci ha intrattenuto con battute, scherzi e dimostrazioni pratiche di tutto ciò che impara grazie all’Open Group: dal canto, al ballo alla pratica di discipline sportive come il ju jitsu … tutti i piccoli spettatori sono rimasti piacevolmente rapiti e divertiti dalla sua prorompente personalità!

I bambini poi sono rimasti letteralmente incantati dalla semplicità con la quale una miscela bianca e liquida di gesso e olio di lavanda, si sia trasformata in un’oretta in bellissimi gessetti profumati da dipingere di mille colori! Hanno potuto pasticciare, sporcarsi, manipolare materiali e consistenze forse mai sperimentate prima ma, soprattutto, hanno avuto in dono il prodotto del loro lavoro, cosa della quale ovviamente, sono andati particolarmente fieri!

E’ stato bello e prezioso conoscere queste persone che, con semplicità, ci hanno regalato una mattinata davvero speciale ed un’esperienza di incontro che speriamo davvero si possa ripetere anche negli anni futuri.

 

 

                                                                            Tiziana Scimia

FACCIAMO TOMBOLA - LABORATORIO DI CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Nei lunedì del mese di gennaio la classe I A  Secondaria ha partecipato al progetto “Facciamo tombola”. Il progetto, svolto nelle ore della materia Cittadinanza e costituzione, è stato condotto da due collaboratori dell’associazione “Ferfilò”, Edoardo Presti e una ragazza macedone ospite della nostra città. Al progetto hanno collaborato molte scuole del territorio: l’obiettivo è creare una sorta di tombola di riflessione su numeri legati ai concetti di diritti umani e immigrazione. Raggiungere della nostra sensibilizzazione a temi così importanti non è stato semplice. Un’altra difficoltà è stata imparare l’uso di un programma informatico per produrre video. Ogni gruppo di lavoro ha dovuto, infatti, produrre un video di pochi minuti sui numeri che sono stati oggetto di riflessione. I numeri su cui abbiamo lavorato sono stati: 18, 13, 17, 15.

13: il 13 % della popolazione mondiale vive con meno di due dollari al giorno.

17: gli obbiettivi di sviluppo sostenibile.

15: è la percentuale di minori che sono arrivati in Italia nel 2018 non accompagnati dai genitori.

18: è la percentuale di divario nella paga del lavoro tra uomini e donne.

Non è stata semplice né la riflessione né la produzione dei video ma lavorare in gruppo ad un progetto così nuovo e importante è stato molto stimolante: i nostri prof. Beatrice Gallerani, Massimo Neri e Silvia Marchesini che ci hanno seguito in questo lavoro sono stati molto contenti di noi.

 

                                          I ragazzi della classe I A                                                                                                                

LA GIORNATA DELLA MEMORIA DELL'IC "IL GUERCINO"

L’istituto comprensivo “Il Guercino”, con il patrocinio del Comune di Cento, ha voluto ricordare la “Giornata della memoria” come tutti gli anni con un incontro presso la “Pandurera” raccontando tre storie completamente diverse ma con un finale comune: il campo di concentramento.

Partendo dalla lettura del libro del giornalista bolognese Matteo Marani che sarà ospite in Sala Zarri “Dallo scudetto ad Auschwitz” si è ricordata l’incredibile storia dell’allenatore  ebreo Arpad Weisz che portò il Bologna e l’Ambrosiana allo scudetto. Dalla gloria sportiva acclamata in un primo momento dallo stesso Mussolini, a seguito delle leggi razziali, Weisz fini i suoi giorni ad Auschwitz in camera a gas. Fu presto dimenticato e solo nel 2007 la sua storia venne condivisa grazie all’interesse e alle ricerche del giornalista Marani. Solo nel l 2009, su iniziativa del Comune di Bologna, è arrivata la prima commemorazione ufficiale a Weisz, con l'apposizione di una targa a lui dedicata sotto la torre di Maratona dello stadio Renato Dall'Ara; nel 2018 gli è stata ulteriormente intitolata la curva San Luca dell'impianto.  

Dopo un saluto dell’assessore Matteo Fortini, Beppe Baroni e Fabio Palma hanno letto alcuni brani del libro, intercalati dalla visione del video di Federico Buffa con grande commozione dei circa 500 alunni  dell’IC “Il Guercino” e dell’IC “Pascoli” di Cento presenti in sala.

La dirigente Anna Tassinari ha ricordato ai ragazzi l’importanza della memoria e di non pensare che la storia sia tanto lontana da loro: nella loro vita quotidiana di cittadini devono sempre essere vigili, anche a scuola, e portare avanti i valori del rispetto, della solidarietà e della tolleranza, “denunciando” chi ha atteggiamenti di prevaricazione o violenza nei confronti dei più deboli. Ha ricordato che “denunciare” non è “fare la spia” ma vivere nella legalità.

Lo stesso discorso è stato ripreso nella seconda parte della mattinata quando il dirigente Mauro Borsarini, in qualità di membro dell’ ANED,  ha raccontato, insieme ai ragazzi degli istituti superiori, i “Viaggi della Memoria”. Commovente è stato il messaggio del superstite Armando Gasiani che in un video messaggio ha salutato i ragazzi presenti (alcuni anni fa era sul palco della Pandurera a raccontare la sua storia insieme ad Adelmo Franceschini). Prigionieri politici con storie diverse, Gasiani e Franceschini  hanno vissuto l’esperienza dei campi, ma ne sono usciti vivi e hanno raccontato ai giovani la loro storia dando il proprio contributo per non dimenticare. Di Franceschini è stato proiettato un video ricordandolo con commozione e affetto, in quanto finchè ha potuto ha partecipato alla “Giornata della Memoria” dell’IC “Il Guercino”

 

Un ringraziamento particolare va alla docente Silvia Roversi che ha ideato questa giornata e che ogni anno si spende per accompagnare i ragazzi all’ “incontro con la memoria”.

LA GIORNATA DELLA MEMORIA DEI PIU' PICCOLI

Il 27 Gennaio in tutte le Scuole d’Italia si celebra la GIORNATA DELLA MEMORIA o della SHOAH che in lingua ebraica significa “CATASTROFE, DISASTRO”. Con la Legge 211 del 20 luglio 2000, art..1 “La Repubblica Italiana riconosce il giorno 27 Gennaio, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah, cioè lo sterminio del popolo ebraico, la loro prigionia, deportazione, persecuzione e morte, le leggi razziali…”. Nell’art.2 si precisa che in occasione di questa giornata le scuole di ogni ordine e grado possono organizzare commemorazioni, iniziative, incontri e attività per riflettere su quanto è accaduto e per RICORDARE un tragico periodo della storia, affinché non possa più accadere, perché per usare le parole di Primo Levi “SE COMPRENDERE E’ IMPOSSIBILE, CONOSCERE E’ NECESSARIO”. Le classi delle scuole dell’I.C.1 ogni anno affrontano con molta sensibilità l’argomento, partecipando ad incontri, ascoltando testimonianze toccanti dei sopravvissuti all’Olocausto e svolgendo nell’aula con i propri insegnanti attività interdisciplinari, finalizzate all’approfondimento e alla riflessione sulla Shoah. L’intento è quello di far sì che anche dei bambini della scuola primaria  prendano consapevolezza di quanto accaduto ed il ricordo delle vittime, soprattutto di bambini come loro, a cui è stato però negato il “Diritto alla Vita”, rimanga sempre vivo nel tempo. A ottant’anni dall’emanazione delle leggi razziali e in occasione della Presidenza Italiana 2018 dell’International Holocaust Remembrance Alliance (IHRA), il Ministero dell’Istruzione ha prodotto, in collaborazione con RAI e Larcadarte, uno special in animazione, primo in Europa sulla tematica della Shoah,  “La stella di Andra e Tati”, dedicato alla storia delle sorelle Andra e Tatiana Bucci. E’ stato possibile reperire lo special trasmesso su RAI Gulp, sulla piattaforma RAI Play per una visione on demand, previa registrazione, utilizzando il maxi schermo della Lim di classe che ha permesso di veicolare la tematica in modo innovativo, con il supporto dell’animazione. Tale visione è stata proposta in diverse classi, sia del plesso “Il Guercino” che del plesso “Carducci”. I bambini si sono commossi nell’ascoltare il racconto della storia delle sorelle Bucci, di 4 e 6 anni, deportate ad Auschwitz Birkenau, attraverso una trama dove si intrecciava il loro passato indelebile e le vicende di una classe di ragazzi dei nostri giorni, in gita d’istruzione con la loro insegnante, nell’analogo campo di concentramento. Dagli occhietti lucidi degli alunni trapelava la forte emozione provata, il loro sforzo di immedesimazione e ascoltando commossi le parole della canzone“Auschwitz” dei Nomadi:”..io chiedo come può l’uomo uccidere un suo fratello e quando sarà che l’uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare..”,si sono soffermati in silenzio a riflettere, preoccupati per il mondo di domani. La lettura di alcuni passi del “Diario di Anna Frank” ha offerto spunti per cogliere le caratteristiche salienti del diario come  tipologia testuale narrativa che rivela la parte intima dell’autore e le parole di Anna hanno ridato fiducia ai bambini: “Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale, posso percepire le sofferenze di milioni di persone, ma se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche la crudeltà avrà fine e ritorneranno la pace e la tranquillità.”

E ALLORA… RICORDIAMO, PER NON DIMENTICARE, PERCHE’ CERTI ORRORI NON SI RIPETANO PIU’!!!

(nelle foto la classe IV A)

                                                                                                          Imma Fusco

 

 

UNA GIORNATA SULLA NEVE

GIORNATA SUGLI SCI IL 21 GENNAIO 2019

 

Un gruppo di alunni della scuola secondaria ha trascorso una bella giornata sugli sci al Corno delle Scale, l’unica stazione sciistica in provincia di Bologna, che si sviluppa tra i monti Corno alle Scae, Cornaccio e Cupolin. Qui si allenava Alberto Tomba e oggi qui si sono allenati i nostri ragazzi, Dopo due ore di lezione di sci con i maestri, i ragazzi si sono cimentati in gare sciistiche, per poi riposarsi nella malga e gustare un bel pranzo. Una bella esperienza da ripetere, grazie all’impegno del prof. Zanni e alla pazienza della prof.ssa Bregoli e del prof. Casolari.

OPEN DAY PRIMARIA "IL GUERCINO"

 PORTE APERTE ALLA SCUOLA PRIMARIA “IL GUERCINO”

Sabato 19 Gennaio, il cancello della Scuola Primaria “Il Guercino” insolitamente si è aperto alle ore 9.30. Un “Tempo pieno” dove si va a scuola dal lunedì al venerdì, che funziona anche il sabato? Qualche passante sarà rimasto incuriosito!!! Una SCUOLA, la nostra,  dove lavorano  con sinergia di intenti  all’unisono: dirigente, insegnanti, alunni, personale ausiliario e amministrativo con la collaborazione di genitori che condividono le linee guida e le molteplici attività formativo-didattiche proposte ogni anno in maniera innovativa e previste dal Pof dell’I.C.1. Una Scuola dove si trasmettono contenuti, ma non solo! Una scuola laboratoriale accogliente, dove si cresce, si impara ad essere un gruppo coeso, si apprendono e trasmettono valori e  in primis Motivazione e  Passione che sono l’Essenza della Vita. Anche quest’anno non ci siamo smentiti, il nostro OPEN DAY  è stato programmato con dovizia di particolari e nei giorni precedenti fervevano i preparativi e… tutti all’opera a preparare striscioni, dedicandoci ad attività di campitura con tecniche varie. Ognuno con  un proprio ruolo, nulla  lasciato al caso e il binomio “Idee e creatività” ha fatto da trait d’union in questa mattinata di accoglienza dei piccoli visitatori della Scuola dell’Infanzia e dei loro genitori. In tanti hanno partecipato…compresi i genitori accompagnatori dei nostri alunni, orgogliosi e pazienti che hanno saputo interpretare bene il loro ruolo di Tutor. Gli ospiti prontamente accolti all’ingresso hanno fatto un tour della scuola con diversi insegnanti: Laura Guandalini, Ignazio De Marco e Imma Fusco, la sottoscritta che ha intervistato e fotografato bambini e genitori ancora più emozionati dei loro figli. Il déjà vu di molti è stato piacevolmente colpito dai cambiamenti tecnologici dei locali della scuola, come la lavagna interattiva presente in ogni classe, il Coding, la presenza dei tablet e delle Bee-Bot chiamate da grandi e piccoli, affettuosamente “apine” e utilizzate in maniera pratico-ludica, come ha spiegato  operativamente il maestro Salvatore Dimilta e le colleghe Stefania Sandri e Anna Tinti.  I percorsi  con cerchi, birilli, cinesini.. predisposti da Tiziana Scimia, Dora Scarfato e Samanta Maccaferri hanno reso accattivante la nostra grande palestra. I piccoli visitatori sono stati  coinvolti nei vari laboratori che avevano come tema Il Riciclaggio.  Ornella Normanno, Renza Montanari, Giuliana Moruzzi e Grazia Ferioli li hanno supportati nel laboratorio “…A tempo di clessidra” assemblando  clessidre colorate. Nel laboratorio “Riciclo d’autore” Gloriana Roncarati, Claudia Dossi, Laura Riviello, Donatella Gabrielli hanno realizzato con i bambini delle cornicette-portaritratti con bastoncini di legno,  farfalle con cucchiai di plastica e “avanzi” di cartoncini colorati. Nel laboratorio di “Musica e Riciclo” i tutor della 4^A e 4^B con Sabrina Dallari, Annalisa Costa, Mara Bregoli, Sara Selleri, Chiara Viaggi, hanno dato ritmo all’Open Day costruendo piccoli strumenti musicali: maracas, tamburelli, fisarmoniche, flauti, con cannucce, cartoni, tappi di bottiglie, bicchieri di plastica… I miei alunni si sono prodigati nell’aiutare gli ospiti, ma anche nel costruire gli strumenti da tenere in classe come souvenir da utilizzare.. nell’ora di musica. Nel laboratorio “Dalla bottiglia al fiore” Claudia Grassilli, Elisa Palazzolo, Rosa Lamborghini, Maria Rausa e Teresa Barra, riciclando in maniera creativa bottiglie di plastica di varie dimensioni hanno realizzato fiori variopinti…dando un “tocco” di colore. Non poteva mancare il laboratorio in lingua inglese “Recycling” in cui Giusi Cavallo e Luca Aiello hanno presentato il lessico attraverso flashcards a tema ( paper, plastic, glam..) e gioco del memory. Molti nostri alunni durante la mattinata erano impegnati nel corso di alfabetizzazione e in quello degli scacchi e al termine, per la par condicio, la nostra collega-“traghettatrice” Maria Pellecchia, li ha accompagnati  dalla Scuola Media alla Primaria varcando la porta del corridoio. Il tempo è volato via tra curiosità, allegria e visi solari. Adesso non ci resta che ringraziare e attendere i piccoli visitatori che diventeranno i nostri futuri alunni a settembre nell’anno scolastico 2019-2020.

 Open Day = festa ricca di emozioni a cui tutti hanno partecipato attivamente.

 

                                                                                                  IMMA FUSCO

UN RICORDO DELL'OPEN DAY - CARDUCCI

Sabato 12 gennaio la scuola primaria Carducci ha aperto le sue porte a bambini e genitori interessati a visitare gli ambienti dell'edificio e a conoscere il Piano dell'Offerta Formativa proposto dall'IC1 del nostro comune.

I bambini sono stati allegramente coinvolti in diversi laboratori e hanno operato guidati dai volenterosi alunni tutor.

I laboratori ideati e proposti dalle maestre sono stati:

SPORTIVA...MENTE - attività in palestra;

PLAYING AND  CODING - amici del coding;

ENGLISH AND FUN - imparare l'inglese divertendosi;

CON LE MANI - creare con creatività;

LA NATURA ENTRA A SCUOLA: UNA PIANTINA PER TE - laboratorio di educazione ambientale.

La mattinata è stata davvero piacevole e il tempo è volato via...

Grazie a tutti per la grande partecipazione, genitori, alunni, insegnanti e…futuri alunni.

Si ricorda che il plesso “Carducci” funziona a moduli. 

 

Maestra Anna Rita Diozzi

MATEMATICA ALLE "CARDUCCI"

Tutto cominciò da alcuni sassolini

20 Dicembre:una giornata da storici della matematica in 4 F insieme al papà di Noa

E’ una storia lunga e affascinante quella della matematica, lunga quanto quella dell’uomo che, nel corso della sua evoluzione, ha avuto quotidianamente la necessità di calcolare.

 Si è cominciato ad addizionare e sottrarre utilizzando le dita, o semplici sassolini ( guarda un po’ … sasso in latino si dice “calculus”! )

Necessità, curiosità e desiderio di scoprire  hanno fatto sì che l’uomo, nel corso dei millenni, inventasse e affinasse strumenti per il calcolo, anche perché, come affermava Galileo, la lingua della matematica è quella che  consente di leggere il grande libro della Natura.

Da sempre infatti ciò che ha affascinato maggiormente l’uomo sono stati i fenomeni naturali osservabili e misurabili, quali ad  esempio i cicli astronomici.

Ecco quindi la nascita dell’abaco, seguita poi dal pallottoliere, strumenti con i quali si possono svolgere calcoli di notevole complessità, poi ancora calcolatori di sempre più elevata attendibilità e precisione.

La dimostrazione di quanto può essere complesso, ma soprattutto stimolante e divertente calcolare con strumenti poco conosciuti l’abbiamo avuta quando il papà di Noa ci ha mostrato il regolo calcolatore e ce ne ha brevemente spiegato la storia e il funzionamento.

Inventato nel 1620 è stato ampiamente utilizzato, prima dell’avvento delle calcolatrici, per eseguire rapidamente calcoli complessi. Generazioni di studenti e tecnici lo hanno avuto come strumento indispensabile per i loro studi e progetti.  È costituito da due righelli con scale numerate, l’uno scorrevole rispetto all’altro.

Abbiamo scoperto che con questo strumento, sono stati realizzati progetti per la costruzione di ponti, strade ed altri studi di ingegneria civile. Addirittura anche i calcoli che hanno consentito il primo allunaggio dell’uomo sono stati eseguiti con il regolo calcolatore!

Allora pronti via! In squadre formate da cinque Super Matematici anche noi, dopo alcuni momenti di disorientamento, muniti di regolo calcolatore, abbiamo fatto i nostri calcoli! E che soddisfazione!

Ma non sono finite qui le scoperte: ecco che da una borsa il papà di Noa ha preso una bellissima ed antichissima macchina da calcolo Olivetti del 1946, in grado di svolgere somme, sottrazioni e moltiplicazioni! Praticamente la nonna dei moderni calcolatori …

Ringraziamo di cuore il papà di Noa per avere messo a nostra disposizione il suo tempo e per avere condiviso con noi il suo entusiasmo per la matematica.

                    Classe IV F Scuola Carducci

 

 

ED ORA...BASKET! E POI VOLLEY BALL!!

LA SFIDA SCENDE IN CAMPO ALLE CARDUCCI

 Se canestro vuoi fare, duramente ti devi allenare...con  gli esercizi, i giochi, le sfide proposti dall'allenatore Luca Grotto.

I bambini si sono messi in gioco e il divertimento non è mancato. Provare per credere!!!

 Asd Benedetto Easy basket. 

 

 

Che bello giocare a pallavolo!!!

Ingredienti:

.una palla

.una rete

.un grande coach

.tanta voglia di divertirsi

.tanta energia.

 

Tutto questo grazie ad Enrico e Simone.

Scuola Carducci

 

ASD BENEDETTO VOLLEY. 

 

                                         

L'AULA ALL'APERTO

I bambini della 3°C Primaria “Il Guercino”, si sono associati al PANDA CLUB del WWF e hanno iniziato il loro percorso di piccoli esploratori dell’ambiente circostante. In preparazione all’uscita al Percorso Vita le insegnanti hanno illustrato sulla LIM, utilizzando Google Maps ,la strada che i bambini avrebbero intrapreso per raggiungere la meta invitandoli a riportare sul loro taccuino la mappa del Percorso Vita vista dall’alto. Durante l’osservazione attenta del cortile della scuola e del Percorso Vitagli alunni hanno annotato sul taccuino le loro scoperte e raccolto “pezzi”di natura (gusci,corteccia,foglie,ricci,lombrichi,pigne,sassi,radici…).Questo ricco bottino è stato utilizzato per ricreare in classe un angolo autunnale da poter osservare. E l’esperienza continua

 

                                         Giuliana Moruzzi e Renza Montanari

CITTADINANZA EUROPEA

In attesa del'avvio della progettazione relativa al PON CITTADINANZA EUROPEA che prevede per gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria 90 ore di educazione alla cittadinanza europea e di potenziamento linguistico, il nostro istituto ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di ETWINNING school, riconoscimento europeo che viene concesso alle scuole che si distinguono per attività di formazione tra i docenti e per attività di gemellaggi virtuali che l'istituto porta avanti fin dalle proprie origini, grazie anche all'impegno della prof.ssa Fogli.

 

Le attività previste per il PON CITTADINANZA EUROPEA si concluderanno con la nostra classica Festa dell'Europa a Maggio e con un percorso di lettorato madre lingua nei mesi estivi.

 

Non è anacronistico parlare d'Europa oggi e la nostra scuola, che crede nella tolleranza e nel dialogo interculturale, è ben felice di presentarsi ai propri alunni con questo bagaglio culturale.

 

anna tassinari, 2 dicembre 2018

"THANKSGIVING" AT CARDUCCI SCHOOL

La scuola primaria “Carducci” ha ricreato l’atmoshera della festa americana del “Thanksgiving” grazie al racconto dell’esperienza diretta della mamma di un alunno. Il giorno del ringraziamento è una festa di origine religiosa ma oggi laica che risale  risale a una celebrazione avvenuta nel 1621 e ripetuta in modo più documentato nel 1623, quando fu effettuato il raccolto nel novembre 1623  e William Bradford, Governatore della Colonia fondata dai Padri Pellegrini, a Plymouth, nel Massachusetts istituì la Festa del Ringraziamento, Thanksgiving, in segno di gratitudine per il raccolto e quanto ricevuto da Dio nell’anno trascorso.

 

  It is a good thing to give

  Thanks unto the Lord.

             

         P salm 92:1

 

I really would like to thank Mrs Erin Lauch for her gentle contribution.

Children really enjoyed themselves.

 

 

Teacher Anna Rita Diozzi

ACCOGLIENZA ALL'INFANZIA - COME AVVIENE ALLE "PACINOTTI"

I nuovi bambini nelle scuole dell'infanzia vengono accolti progressivamente in modo che possano abituarsi ai nuovi ritmi e al nuovo ambiente.

A “Pacinotti”, per accompagnare l'ingresso dei nuovi bambini, sono arrivati 3 gufetti “grandi” come noi: sono un po' preoccupati…mamma Gufa li ha lasciati, ma han ben capito che non sono abbandonati e tra di loro si sono consolati e giocando ed imparando a stare insieme si vorranno tutti bene!

 

Firmato: i bimbi della scuola dell’infanzia Pacinotti

Nel frattempo i bambini di 5 anni hanno iniziato il  progetto annuale “Let’s play with English” rivolto ai bambini grandi (5 anni) di tutte le sezioni.

A breve, anche nelle scuole dell'infanzia, verranno presentate le attività finanziate dalla Comunità Europea con il progetto Pon- "Competenze di base per l'infanzia" che prevede un modulo di educazione vocale, uno di psicomotricità, uno di manipolazione (l'argilla) e uno di preparazione alla scuola primaria dedicato ai bambini di 5 anni che si iscriveranno al Plesso "Carducci" o "Il Guercino" di pregrafismo e altro.

PON COMPETENZE DI BASE PROCEDE ALLE "CARDUCCI"

I piccoli scienziati hanno effettuato una ricerca nel laboratorio informatico su:bioindicatori, licheni, bagolaro e hanno scritto su schede gli esiti della loro ricerca. Successivamente, dopo un'introduzione con video ed immagini, hanno presentato l'uso del retino per il conteggio dei licheni presenti nel viale antistante la scuola poi sono tornati in laboratorio per il conteggio. I ragazzi hanno anche "costruito" la loro aula didattica all'aperto facendo grandi pulizie ecologiche e costruendo quattro bellissimi contenitori con ciclamini e sedum. Hanno così abbellito il loro giardino!

Marina Tinti

MARATONA DI LETTURA ALLE "CARDUCCI"

Mercoledì 24 ottobre, nell’ambito della Settimana della Lettura, tutte le classi della scuola Carducci hanno aderito all’iniziativa “LIBRIAMOCI. Giornata di lettura nelle scuole” avvicendandosi in una Maratona di Lettura lunga 8 ore, che ha coinvolto anche genitori e nonni in qualità di pubblico davvero folto e partecipe.

Al mattino, le Terze con “I libri del cuore” e le Quarte con “Testi e filastrocche scelti da bambine e bambini” hanno dato il via all’apprezzatissima manifestazione tenutasi nella fiorita AULA DIDATTICA ALL’APERTO, seguiti poi, nel pomeriggio (dopo la doverosa pausa pranzo) dalle Seconde con “Pianeta Rodari, un mondo per piccoli e grandi lettori” e dalle Quinte che hanno letto racconti tratti da “Scuola Foresta” di S. Bordiglioni e “Storie della Storia del Mondo”. Ovviamente le Prime, ancora all’inizio del loro percorso di apprendimento della lettura, hanno assistito nel ruolo di ascoltatori/ascoltatrici.

Tutti  super  bravissimi  alunni  ed  alunne che, microfono in  mano, hanno letto con grande emozione il loro brano dimostrando  quanto  la  lettura sia  strumento di comunicazione  potente  e  vibrante  come  pochi.

Al termine della Maratona, tra applausi e complimenti, a lettrici e lettori è stata consegnata la Carta Fondamentale dei DIRITTI DEL LETTORE per Libera Scelta, tratti da “Come un romanzo “ di Daniel Pennac.

“La lettura” diceva Gianni Rodari “è quel sesto senso che va piantato, innaffiato, curato. I libri sono semi: alimentano la mente, accrescono l’intelligenza, la creatività, come il cibo irrobustisce le ossa, i muscoli …” e noi, che vogliamo crescere intelligenti e creativi, leggiamo, leggiamo,      leggiamooo!

 

( Monica  Ravasini )

PON PON....SI PARTE CON ENGLISH FOR ALL!!

Venerdi 12 ottobre 2018  ha preso l’avvio il progetto PON – Competenze di base finanziato dal Fondo Sociale Europeo  con il modulo di inglese “English for all” dedicato agli alunni delle classi IV e V del plesso “Carducci”. Il corso prevede 60 ore di attività con docente madre lingua ed è finalizzato ad un potenziamento dello studio della lingua inglese e ad aumento della motivazione ad apprendere le lingue attraverso il gioco ed una metodologia ludica e di situazione reale. Grande è stata l’adesione ed il gruppo di giovani studenti è stato affidato alla docente Barbara Goldberg della British School di Cento e al tutor interno Ignazio de Marco. A breve saranno attivati anche gli altri moduli del progetto dal titolo “MIGLIORI-AMO-CI”: un modulo di apprendimento del gioco degli scacchi come potenziamento di matematica per gli alunni della scuola primaria “Il Guercino”, un modulo di approfondimento della lingua italiana per gli alunni di origine straniera, un modulo di inglese per gli alunni delle classi terze della scuola secondaria, un modulo di educazione ambientale per gli alunni della scuola primaria “Carducci”, un modulo di lingua spagnola  e un modulo di laboratorio teatrale per gli alunni della scuola secondaria. A GOOD OPPORTUNITY FOR OUR STUDENTS!!  .-)

ACCOGLIENZA ALL'INFANZIA "ALIGHIERI"

Il momento dell’accoglienza inizia  per alcuni bambini  con l’esperienza della VENDEMMIA effettuata nel giardino della scuola e diventa  l’occasione per vivere un’esperienza ludica e di apprendimento attraverso la stimolazione sensoriale, in un clima di partecipazione e collaborazione per favorire autonomia nel fare.  Altri invece preferiscono provare danze , costruire torri e piste di macchine, secondo la propria capacità di proiezione immaginativa prendendo coscienza di uno spazio che può essere vissuto  attraverso la propria esperienza e le proprie emozioni.

INCONTRO CON LA SCIENZIATA RUSSA NATALIA MANZUROVA

Le classi 3 A, 2 D, 2 C parteciperanno sabato 13 ottobre2018 dalle ore 11.10 alle 13,00 circa all’incontro con la vincitrice del Premio Internazionale Daniele PO 2018, la scienziata russa Natalia Manzurova, superstite di Chernobyl: una voce per il disarmo nucleare. Il premio Daniele Po viene istituito per volontà di Nedda e Fortunato Po, fondatori dell’Associazione Onlus “Le Case degli Angeli di Daniele nel mondo”, per onorare la memoria del figlio attraverso un riconoscimento anche oneroso ad un personaggio che, a livello nazionale od internazionale, si sia particolarmente distinto nella difesa dei diritti umani e nell’esaltazione di tutti quei valori che concorrono alla realizzazione di una Civiltà di Pace. Nel corso degli anni questi sono stati i personaggi premiati:

Premio 2007 a Malalai Joya

  •

Premio 2008 a Marisela Ortiz Rivera

Premio 2009 alle Donne di Srebrenica

Premio 2010 alle Madri della Pace Kurde

Premio 2011 a Patricia Troncoso Robles

Premio 2012 a Marie Beatrice Umutesi

Premio 2013 alle Donne che resistono alle mafie

Premio 2014 a Isoke Aikpitanyi

Premio 2015 a Y. Al Najjar e T. Govreen Segal

Premio 2016 a "Noi Genitori di Tutti" e Ati Quigua

Premio 2017 a Zara Mourtazalieva





Il nostro istituto dal 2012 ha sempre dato rilievo all’impegno e all’importanza del premio per sensibilizzare gli alunni alla cultura della pace e del rispetto dei valori di tolleranza e impegno civile.  L’argomento riguarderà il disarmo nucleare. “Chiedere il disarmo nucleare significa rivendicare il diritto dell’umanità a vivere libera da questa minaccia, in un ambiente salvaguardato nella sua integrità ecologica. Natalia, con la sua esperienza personale, è la testimone vivente delle gravi conseguenze della contaminazione nucleare. Attiva a livello internazionale contro il disarmo nucleare e nella divulgazione dell’informazione scientifica è particolarmente impegnata nella tutela delle vittime da radiazioni”.

 

I genitori interessati potranno partecipare all’incontro previa richiesta tramite mail alla scuola

SI RCOMINCIA!!  CON LE STEM..IO CONTO!! LABORATORI DAL 3 AL 15 SETTEMBRE 2018

L'istituto comprensivo “Il Guercino” di Cento ha concluso la prima parte  del laboratorio estivo STEM acronimo inglese per scienze, matematica, coding e informatica rivolto  alle bambine e ai bambini con lo scopo di dimostrare il superamento dello stereotipo che vuole affidare le discipline scientifiche ai bambini e le discipline umanistiche alle bambine. Il progetto, finanziato dal Ministero delle Pari Opportunità,  dal titolo “Con le STEM, io CONTO!!”   consiste in due moduli di 40 ore, uno per i bambini dai 9 agli 11 anni e l’altro per i ragazzi di 12-13 anni. Hanno partecipato 70 alunne e alunni, guidati dalle maestre Silvia Roversi e Marina Tinti, dal prof. Massimo Neri e dalle esperte Valentina  Fipertani e Erika Piccoli . Ha ideato il progetto la dirigente Anna Tassinari.

Per la parte di matematica e di scienze, è stato approntato il laboratorio “Sentiero profumato” che si è svolto presso la scuola Carducci e presso il Giardino Botanico di Torrespada del comune di Cento, gestito, per la parte di educazione ambientale, dall'associazione L'Altra Prospettiva a.s.d..

Sono state messe a dimora piantine aromatiche all'interno del Giardino Botanico di Torrespada per incrementare e rendere più solida la rete trofica del territorio, per favorire la biodiversità e rendere piacevole la fruizione dell' area da parte dei cittadini.

Il fulcro del laboratorio è di promuovere un coinvolgimento affettivo e partecipato dei bambini e dei ragazzi nei confronti della natura e del rispetto dell'ambiente in cui vivono. Il modulo di coding invece ha visto la partecipazione della Cooperativa Open Group  con la costruzione di un videogioco didattico-educativo destinato ai coetanei ed elaborato su contenuti disciplinari affrontati durante gli anni precedenti con particolare riferimento alle materie matematico-scientifiche, attraverso attività ludiche introduttive ai concetti base del coding quali: istruzione, sequenza, ripetizione, ripetizione condizionata e debugging; attività unplugged; ambienti di programmazione online Code.org e Scratch.L' artefatto è stato condiviso sul canale YouTube di ABC Digitale (Open Group).

Per quanto riguarda il modulo della scuola secondaria è stato approfondito il controller Arduino e i codici di programmazione S4A (Scratch 4 Arduino) per la creazione di progetti e sistemi personalizzati con sensori e accessori speciali. Sono stati programmati alcuni semplici codici con Scratch per desktop ed è stato affrontato il disegno tridimensionale a pc legato alla stampa 3D di oggetti semplici.

 

Il progetto verrà replicato nel settembre 2019. La partecipazione degli alunni è stata notevole

FORMAZIONE ETWINNING ALL’ISTITUTO “IL GUERCINO”

Il giorno 19 settembre, presso il nostro Istituto si è tenuto un corso di formazione e disseminazione, rivolto a tutti i docenti, per illustrare la piattaforma  eTwinning. Sono state date informazioni relative al nuovo titolo ricevuto dal nostro Istituto, ovvero “SCUOLA ETWINNING” e si sono date informazioni generali su eTwinning: cos’è, come funziona, chi può iscriversi, come avviare dei progetti, fare formazione o condividere buone pratiche. Inoltre, sono state illustrate le modalità di registrazione alla piattaforma, ed anche al sito di eTwinning Emilia Romagna. In quell’occasione, alcuni docenti si sono registrati ed hanno cominciato a muovere i primi passi nella “comunità degli etwinners”. L’anno scolastico è iniziato con entusiasmo e con la soddisfazione per il riconoscimento dei Certificati di Qualità Nazionale eTwinning per i progetti dello scorso anno. Tutto questo grazie alla motivazione e alla passione che la prof.ssa Fogli riesce a trasmettere a colleghi e sudenti.

ORGANIZZAZIONE ORARIA ANNO SCOLASTICO 2018 - 19

“CARDUCCI”

 

 

CLASSE

ORARIO

GIORNO

I E   I F

8.20 – 12.40

LUNEDI, MERCOLEDI,VENERDI

 

8.20 – 16.20

MARTEDI, GIOVEDI

 

 

 

I C

8.20 – 16.20

CLASSE FUNZIONANTE A TEMPO PIENO – TUTTI I GIORNI

II E  II F

8.20 – 12.40

MARTEDI, GIOVEDI, VENERDI

 

8.20 – 16.20

LUNEDI, MERCOLEDI

 

 

 

III E   III F

8.20 – 12.40

MARTEDI, GIOVEDI, VENERDI

 

8.20 – 16.20

LUNEDI, MERCOLEDI

 

 

 

 

 

 

IV E  IV F

8.20 – 12.40

LUNEDI, MERCOLEDI,VENERDI

 

8.20 – 16.20

MARTEDI, GIOVEDI

 

 

 

V E  V F

8.20 – 12.40

MARTEDI, GIOVEDI, VENERDI

 

8.20 – 16.20

LUNEDI, MERCOLEDI

 

 

 

“IL GUERCINO” PRIMARIA

 

 

TUTTE LE CLASSI

8.20 – 16.20

DA LUNEDI A VENERDI’

 

 

 

 

 

 

“IL GUERCINO” SECONDARIA

8.10 – 13.10

TEMPO NORMALE

TUTTI I GIORNI, SABATO INCL.

 

 

 

TEMPO PROLUNGATO I F II F III F – III D

8.10 – 13.10

TUTTI I GIORNI, SABATO A CASA

 

13.10 – 14.00

PAUSA PRANZO - MENSA

 

14.00 – 16.00

LUNEDI’, MARTEDI’, MERCOLEDI’, GIOVEDI’

 

 

 

SCUOLA INFANZIA “ALIGHIERI

SCUOLA INFANZIA “PACINOTTI”

8.00 – 16.30

DA LUNEDI’ A VENERDI’

 

 

PRIVACY - informative e incarichi ex art.13 Dlgs 196/2003 e Reg.Eu 2016/679

Si comunica che sul sito della Scuola, nella sezione “Privacy”, è stata pubblicata la documentazione in oggetto, in ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento Europeo n.679/2016. 

 

Si ricorda che gli obblighi di pubblicazione della documentazione sopra citata, aventi effetto di pubblicità legale, si intendono assolti con la pubblicazione, da parte di questa amministrazione, nel proprio sito informatico, nella sezione dedicata 'Privacy'.











UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO DALL'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

Apprezzamento I.C. n. 1 Cento (1).pdf
Documento Adobe Acrobat 205.3 KB