IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2017/18

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

Dicono di noi

UN VIAGGIO INSIEME DAI 3 AI 14 ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 "IL GUERCINO"

 

Via Dante Alighieri, 6 – 44042 Cento (Fe)
Tel. 051 904030 – Fax 051 6857738
Mail: feic81800p@istruzione.it
PEC:  feic81800p@pec.istruzione.it
CF: 90012650389

L’Istituto opera sul territorio di Cento ed è composto da cinque plessi dei tre ordini di scuola statale di base:
infanzia - primaria - secondaria di primo grado.
Dirigente: Anna Tassinari

Scuola Infanzia "Pacinotti" - tel/fax 051 901623

Scuola Infanzia "Alighieri" - tel 051 6831372

                                                                      Scuola Primaria "Carducci" - tel/fax 051 6832697

                                                                      Scuola Primaria "Il Guercino" - tel/fax 051 6832221

                                                                      Scuola Secondaria "Il Guercino" - tel. 051 90 40 30

NUOVO CONTO DELL'ISTITUTO PER I VERSAMENTI

Nuovo ente tesoriere: BANCA MONTE DEI PASCHI - filiale di Cento, Via Guercino 23

Operazioni di bonifico gratuite se si utilizza servizio homebanking

CODICE IBAN : IT61T0103023401

                          000001313410

Istituto Comprensivo "Il Guercino", via Alighieri 6, Cento

ORARIO UFFICI - DAL 1 SETTEMBRE 2017

 

 

ORARIO DAL 1 SETTEMBRE 2017

 

DAL LUNEDI AL SABATO - DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 14.00

MARTEDI E GIOVEDI - DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 16.30

 

       ORARIO AL PUBBLICO 

 - DAL LUNEDI AL VENERDI - DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 13.00

    MARTEDI E GIOVEDI DALLE ORE 15.00 ALLE 16.30

    SABATO DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 12.00

ISCRIZIONI 2018 - 2019

Ci sarà tempo dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018 per effettuare la procedura on line per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado. Dalle ore 9 del 9 gennaio 2018 è possibile avviare la fase della registrazione sul sito web http://www.istruzione.it/iscrizionionline/  Di seguito le circolari e le informazioni per  procedure, codici e date dei nostri Open Day e incontri con i genitori per spiegare la nostra organizzazione e la nostra offerta formativa. Vi aspettiamo!!

 

Per scuola primaria e secondaria la procedura sarà effettuata on line con l'assistenza della segreteria, se richiesta; per la scuola dell'infanzia, la domanda di iscrizione sarà ancora cartacea. Ecco la circolare ministeriale.

                                                                                                                                                                                                                      Anna Tassinari - Dirigente       

CIRCOLARE ISCRIZIONI 13-11-2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 775.9 KB
Modalità iscrizioni anno scolastico 2018-19
136 -iscrizioni.pdf
Documento Adobe Acrobat 176.9 KB
ISCRIZIONI SCUOLA SECONDARIA
SECONDARIA firmato_1512376267_SEGNATURA_
Documento Adobe Acrobat 373.8 KB
ISCRIZIONI SCUOLA PRIMARIA
firmato_1512203250_SEGNATURA_1512203162_
Documento Adobe Acrobat 374.9 KB
ISCRIZIONE SCUOLA INFANZIA
firmato_1512203250_6_-_iscrizione_infanz
Documento Adobe Acrobat 287.8 KB
136 -iscrizioni.pdf
Documento Adobe Acrobat 176.9 KB

OPEN DAY – la scuola accoglie in visita genitori ed alunni

 

SCUOLA DELL’INFANZIA “ALIGHIERI” E “PACINOTTI” – SABATO 13 GENNAIO 2018 – ORE 9.30/12.30

 

SCUOLA PRIMARIA “CARDUCCI” – SABATO 13 GENNAIO 2018 – ORE 9.30/12.30

 

SCUOLA PRIMARIA “IL GUERCINO” – SABATO 20 GENNAIO 2018 – ORE 9.30/12.30

 

SCUOLA SECONDARIA “IL GUERCINO” – SABATO 20 GENNAIO 2018 – ORE 15.00/18.00

 

INCONTRI CON I GENITORI – la scuola accoglie I GENITORI  per informazioni su organizzazione,  piano dell’offerta formativa, modalità di iscrizione. Gli incontri si terranno presso la sede centrale, in via Alighieri 6, primo piano, SENZA BAMBINI per ragioni di sicurezza.

 

SCUOLA DELL’INFANZIA “ALIGHIERI” E “PACINOTTI” – MERCOLEDI 10 GENNAIO 2018 – ORE 18.00/19.00

 

SCUOLA PRIMARIA “CARDUCCI” e “IL GUERCINO” – GIOVEDI 11 GENNAIO 2018 – ORE 18.00/19.00

 

 SCUOLA SECONDARIA “IL GUERCINO” – VENERDI 12 GENNAIO 2018 – ORE 18.00/19.00

 

 

                                                         VI ASPETTIAMO !!!

 

RICEVIMENTO SCUOLA SECONDARIA

ricevimento genitori.pdf
Documento Adobe Acrobat 157.4 KB
ricevimento genitori 2017-18.xlsx
Tabella Microsoft Excel 24.6 KB

LA ROUTINE ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA - SCUOLA INFANZIA "PACINOTTI"

UNA GIORNATA SCOLASTICA ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA PACINOTTI

8.00            ARRIVO A SCUOLA ACCOMPAGNATO DA MAMMA E/O PAPA’

 

·        8.00/9.00      GIOCO LIBERO IN SEZIONE

 

·        9.00/9.20      FACCIAMO  COLAZIONE

 

·      9.20/10.00    GIOCO APPELLO, GUARDIAMO IL TEMPO METEREOLOGICO, RIPETIAMO   LA FILASTROCCA DELLA SETTIMANA…

 

·        10.00/11.00  ATTIVITA’ DIDATTICA DIFFERENZIATA PER ETA’…..AD OGNUNO IL SUO!!!

 

·        11.00/11.45

11.00/12.25  GIOCO LIBERO NEGLI ANGOLI DELLA SEZIONE E/O IN GIARDINO E DOPO CI PREPARIAMO PER Il PRANZO

 

·        11.45/12.25    ANDIAMO TUTTI A TAVOLA!!!

      12.25/13.10

 

·      13.30/15.15  CI PREPARIAMO PER UN BEL RIPOSINO NELLA NOSTRA “ZONA RELAX”….“SSSSSHHHH…..COME SI DORME BENE…..”

 

·        15.30/16.00       FACCIAMO MERENDA TUTTI INSIEME!!!!!

 

·        16.00/16.30      SI RITORNA A CASA  CON MAMMA E/O PAPA’…..STANCHI MA FELICI!!!

 

                                 

LA CANZONE DEL MARE

Mercoledì 22 novembre le classi prime delle Carducci si sono allegramente recate al cinema  Don  Zucchini  per  la  visione  del  lungometraggio  animato  irlandese LA CANZONE DEL MARE, diretto da Tomm Moore.

In SONG OF THE SEA (titolo originale del film) Moore reinterpreta in chiave europea lo stile giapponese di Miyazaki e propone una storia, ricca di suggestioni e stupore, che narra le vicende di Saoirse e del fratellino Ben, figli di una Selkie, la donna-foca, creatura del mondo magico.

I due fratellini abitano un isolotto insieme al papà, guardiano del faro, e vengono abbandonati dalla madre che un giorno sparisce per tornare al suo popolo in via di estinzione, ma lascia a Saoirse il suo cappotto con il quale anche la piccola, che ha ereditato la magia, può mettersi in contatto con gli straordinari piccoli esseri che vivono nascosti tra gli uomini.

Il papà, però, non vuole perdere anche la sua amata bambina: getta il cappottino in mare e manda i figli a vivere con la nonna. Purtroppo, lontana dal suo mondo, Saoirse si ammala  e toccherà al fratello Ben, che inizialmente la rifiuta poiché la ritiene responsabile della scomparsa della mamma, aiutarla a vincere le sue paure e  salvare se stessa, riportando in vita anche tutte le creature fatate che stanno sparendo.

Si parla magistralmente di emozioni e di ricordi, in questo delicatissimo film permeato da tanta poesia e pure da un po’ di malinconia, proprio nel rispetto della più radicata tradizione letteraria irlandese.

L’essenzialità grafica nella pittura dei personaggi e la raffinata tecnica d’animazione danno vita ad un cartone affascinante nella sua semplicità, ad un racconto che invita adulti e bambini a riflettere su temi quali la solidarietà e la generosità.

Bambine e bambini l’hanno apprezzato moltissimo e, per qualcuno di loro, l’emozione si è trasformata in commozione.

 

( Monica Ravasini )

VISITA ALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO

Continuano i laboratori dell’Osservatorio Astronomico Comunale “P. Burgatti” di Cento che ospita, ancora una volta, gli alunni della IV A e IV B dell’Istituto “Il Guercino”.

Giovedì, 7 dicembre 2017, i ragazzi sono stati accompagnati dalle loro insegnanti: Maria, Laura, Rosa Maria ed Elisabetta al Planetario per un approfondimento sull’ Archeoastronomia, la scienza che si occupa delle conoscenze astronomiche dei popoli del passato.

L’offerta didattica gratuita è stata dedicata alle scienze astronomiche e naturali con particolare riguardo all’ Archeoastronomia Mesopotamica: le civiltà fluviali, le basi dell’astronomia occidentale. Infatti, l’identificazione delle costellazioni viene guidata dai miti e dalle leggende che, da sempre, i popoli del mondo hanno creato per rendere più vicino il cielo ed orientarsi con maggiore facilità.

Il percorso al Planetario è iniziato con la proiezione di filmati, di immagini e l’illustrazione delle principali Costellazioni e Teologie Astrali Babilonesi, con l’Astronomia Egizia, con gli Allineamenti Stellari e con gli Strumenti per misurare il tempo.

Successivamente, gli studenti, attraverso i telescopi, hanno osservato la volta celeste per imparare a scoprire come è stato, ed è tuttora, possibile utilizzare il Sole per orientarsi.

 

L’esperienza si è conclusa con un senso di stupore nell’apprezzare le meraviglie del cielo.    Elisabetta Palazzolo

 

 

RICORDANDO DON MILANI...

Le classi seconde dell’Istituto Comprensivo “Il Guercino”  hanno  ricordato Don Milani, nel 50^ anniversario della sua morte, grazie alla testimonianza di frate Antonello Ferretti, custode della scuola di Barbiana e amico della Fondazione don Milani.

É stato un incontro molto  significativo che ha fatto conoscere ai ragazzi la figura straordinaria di don Milani e la scuola di Barbiana, da lui fondata. La scuola di Barbiana, fondata negli anno’60 fu a suo tempo all’avanguardia e tanto ha influenzato la storia della scuola italiana: una scuola  inclusiva, democratica, non selettiva, fautrice di un insegnamento personalizzato che doveva portare tutti gli alunni ad un minimo di istruzione per superare le differenze sociali.  Come all’avanguardia  fu  il testo scritto da Don Milani insieme ai suoi ragazzi ,  “Lettera ad una professoressa”, (maggio 1967), in cui veniva criticato il sistema scolastico che “perdeva” gli alunni provenienti da un contesto di diffusione dell’ analfabetismo. L’attualità di Don Milani è ancora testimoniata dall’uso corrente del suo motto, "I care", mi importa, usato ancora oggi per indicare politiche di inclusione e “prendersi cura di…”. Frate Antonello ha saputo coinvolgere i ragazzi con uno stile narrativo semplice ma al tempo stesso efficace, spiegando concetti importanti come il diritto allo studio, la collaborazione,  l'amore e la solidarietà nella scuola del fare e dell’inclusione concetti che oggi sembrano quasi scontati, ma che val sempre la pena ricordare. I ragazzi hanno sperimentato una lezione “alla scuola di Barbiana”, seduti per terra, in una scuola senza arredi, pronti ad ascoltare una narrazione, una testimonianza, attenti al narrato ma pronti ad accettare la sfida del “raccontarsi”, vincendo le timidezze e gli imbarazzi, grazie alla figura carismatica di Frate Antonello. 24 NOVEMBRE 2017

LA CLASSE V B PREPARA IL PACCO ALLA MAFIA IN COLLABORAZIONE CON LIBERA E COCCINELLA GIALLA

In occasione della tappa centese della cena del "Pacco alla camorra" organizzata in collaborazione con Libera, Associazione Dipetto. La casa degli angeli e IC "Il Guercino", gli alunni della classe 5B portano in scena "E vissero felici e legali", laboratorio teatrale che rappresenta la fine di un percorso di cittadinanza e costituzione. Le foto rappresentano il laboratorio artiscico in preparazione della cena che si terrà presso la Coccinella Gialla il 6 dicembre 2017.

CHE NESSUN PARLI!!


MUSICA,  LINGUAGGIO  DI  TUTTI

 

Mercoledì 22 novembre, giorno di Santa Cecilia, patrona della musica, di strumentisti e cantanti, l’IC1 ha voluto completamente dedicarsi, appunto, alla musica e sia il plesso il Guercino che il plesso Carducci sono stati gioiosamente impegnati in attività musicali, secondo quanto proposto  dal Miur con l’iniziativa “Nessun parli: musica e arte oltre la parola” svoltasi contemporaneamente in tutte le scuole d’Italia.

Riuniti a turni all’interno della palestra, carduccine e carduccini , insieme ad insegnanti e genitori, hanno assistito entusiasti alle esibizioni dimostrative della Banda Verdi2 diretta dal M° Stefano Caleffi e di alcuni artisti dell’Associazione “Fra le quinte”, tutti bravissimi e molto applauditi.

La mattinata si è conclusa con l’apprezzata performance del “Coro della Quinta C” che ha presentato un repertorio di brani veramente carini, meritando scrosci di applausi dal vivacissimo pubblico.

Inutile aggiungere che lo scopo dell’iniziativa era quello di motivare all’apprendimento della musica e del canto oltre che di valorizzare il lavoro svolto a scuola, ma anche creare un efficace momento di incontro e comunicazione poiché, come sostiene Pascal Quignard, la musica è semplicemente là per parlare di ciò di cui la parola non può parlare.

 

(Monica  Ravasini)

LA SCUOLA DELL'INFANZIA - PLESSO "ALIGHIERI"

La scuola dell'infanzia è il primo pezzo del puzzle di un istituto comprensivo. Cosa facciamo alla scuola dell'infanzia?

MISURIAMO

 

 

DEFINIAMO

 

PERIMETRI

 

CI CONSULTIAMO

 

 

FUORI OSSERVIAMO...

 

MISURIAMO CIRCONFERENZE E VALUTIAMO ALTEZZE

 

 

 

CREIAMO PERCORSI

 

COSTRUIAMO

 

INSIEMI

 

 

SEMINIAMO

 

STRADINE, DIVERSITA' DI ALBERI, DI COLORI

E TONALITA'


A SCUOLA DI MINI VOLLEY

Dal 25 settembre al 19 ottobre 2017, tutte le alunne e tutti gli alunni delle 11 classi della Scuola “Carducci” hanno partecipato con entusiasmo alle quattro lezioni di Minivolley proposte dalla Società Benedetto 64.

Sport propedeutico alla pallavolo vera e propria, il minivolley guida i bambini ad imparare i movimenti tecnici per poi  praticarla. È un gioco di squadra indicato sia per maschi che per femmine,  molto utile per favorire la socializzazione di soggetti timidi o il contenimento di quelli esuberanti.

Ecco perché, pantaloncini, maglietta e scarpe da tennis, all’interno della nostra palestra echeggiavano voci gioiose di piccoli atleti che si cimentavano con impegno in cadute, scivolate e rullate, ovviamente dopo un adeguato riscaldamento fatto di corsa, slanci per le gambe, esercizi per le braccia e allungamenti; importantissimo il palleggio: solo a mano completamente aperta!

Una corsa di defaticamento  concludeva l’ora di motoria, sempre attesa e pretesa da bimbe e bimbi.

Ragazze, ragazzi e docenti ringraziano

 gli istruttori Enrico e Sara per la preziosa collaborazione.

 

 

( Monica Ravasini )

PROGETTO GENITORI

Anche quest’anno il nostro istituto presenta alcuni incontri scuola e famiglia finalizzati ad una condivisione di problematiche e possibili soluzioni. Questi i primi  incontri che presentiamo:

1 – “Patto educativo di corresponsabilità: che cos’è e a che punto siamo?”- L’incontro, tenuto dalla dirigente prof.ssa Tassinari Anna, laureata in pedagogia, in lingue straniere e in possesso di master in Leadership educativa, è indirizzato principalmente agli alunni delle classi prime della scuola secondaria e delle classi quinte della scuola primaria. Il patto educativo è un documento che, nel nostro istituto, gli alunni firmano al loro ingresso alla scuola secondaria e segna l’alleanza scuola famiglia con la firma anche dei genitori e del dirigente. Durante l’incontro si parlerà del patto e dell’importanza delle regole condivise, anche in relazione dei recenti fatti di cronaca con restrizione dell’uscita da soli alla scuola secondaria . Sono invitati gli alunni, i genitori e i docenti. Mercoledi 22 novembre 2017 ore 18.00 – 19.30 – Scuola Secondaria “Il Guercino”

2 – “ Il Bullismo e le soluzioni”: di bullismo e cyberbullismo si parla molto, ma è necessario avere le competenze per affrontare il problema. Che cos’è il bullismo, cosa fa la scuola per arginare il problema, cosa avviene nel “dopo la scuola”? Oggi la scuola deve avere un referente che coordini iniziative di prevenzione e contrasto al cyberbullismo e questo incontro sarà coordinato dai referenti di istituto Massimo Neri e Salvatore Dimilta. Sarà presente un operatore (psicologo) delgruppo “Promeco” del Comune di Ferrara che offre consulenza  alle scuole all’interno del progetto “Punto di Vista” finanziato dal Comune di Cento.  Introduce il dirigente scolastico Anna Tassinari. Sono invitati i genitori degli alunni della scuola primaria e secondaria e i docenti. Martedi 12 dicembre 2017 ore 18.00- 19.30 – Scuola Secondaria “Il Guercino”.


3 - Ricordiamo inoltre l’incontro “Come aiutare i figli nella scelta della scuola superiore” tenuto dalla Dott.ssa Erika Bergamini del servizio Informagiovani del Comune di Cento che si terrà sabato 25 novembre 2017 dalle ore 9.30 alle ore 11.00 presso i locali della Scuola Secondaria “Il Guercino” coordinato dal referente all’orientamento, prof. Marco Margutti. Durante l’incontro, a cui sono invitati i genitori delle classe seconde e terze della scuola secondaria,  verranno trattati e seguenti argomenti: il momento della scelta; indirizzi scolastici: Istituti e formazione professionale sul territorio; uno sguardo al mercato del lavoro

DA ESTENSE.COM

DA AREACENTESE.COM


VISITA AL MUSEO TOLOMEO DI BOLOGNA

Lunedì 20 novembre la classe 2B della scuola secondaria si è recata in visita al Museo Tolomeo di Bologna. La visita a questo museo è inserita nel progetto eTwinning “INCLUSION IS NOT ILLUSION” che vede coinvolta la classe 2B in attività di parteriato elettronico con il Liceul Murflatar in Romania, frequentato anche da alunni non vedenti. Il museo, infatti, si trova all’interno dell’Istituto dei ciechi “Francesco Cavazza” di Bologna e la nostra scuola ha scelto di dedicare una mattina alla visita didattica di questo luogo per il secondo anno consecutivo. Il nome “Tolomeo” è stato scelto perché vorrebbe aiutare a guardare il mondo in modo diverso. Viene raccontata in forma emozionale la storia dell’Istituto Cavazza, attraverso il patrimonio degli oggetti usati nel corso degli anni. Si va dalle prime tavolette usate per scrivere in Braille, alle dattilobraille, ai telefoni per non vedenti e ad altro materiale tattile. E’ un museo dove “si può toccare”: i nostri alunni sono stati invitati a provare gli strumenti, al fine di comprenderne l’intreccio dei vari linguaggi espressivi. Il dottor Fornasari, che ci ha accompagnati nella visita, ci ha aiutati a scoprire come visivo e non-visivo siano modalità complementari per conoscere la realtà. La seconda parte della mattinata è stata dedicata ad un laboratorio unico nel suo genere: IL BUIONAUTA. Il suo funzionamento è questo: I Buionauti dovranno sconfiggere i nemici della lettura, delle storie, dei racconti che hanno nascosto la luce facendo cadere il mondo nel buio in modo che così nessuno possa più leggere dei libri. I Buionauti possono salvare i libri, ma per far questo devono superare delle prove e raggiungere dei libri segreti che si possono leggere anche senza luce e scoprire che i libri li possono scrivere anche loro. Obiettivi:Il percorso si prefigge di valorizzare la ricchezza dei diversi sensi, della possibilità di poter esplorare uno spazio e giocare anche senza l'utilizzo della vista, facendo scoprire i diversi aspetti della percezione e di sconfiggere le paure ancestrali che il buio suscita. Inoltre sviluppare le percezioni collaborative: insieme si comprende meglio il mondo. Il laboratorio si è svolto in 5 fasi: 1a fase: VESTIZIONE e PARTENZA: ai  ragazzi è stato dato un paio di occhialini che fanno conoscere dei superpoteri: sono tutti neri e oscurano la vista per potenziare tutto il resto. Insieme agli occhiali è stato viene un piccolo zainetto. Lo zaino deve essere indossato a occhi bendati. I buionauti una volta vestiti vengono messi in fila indiana. Il primo alunno guida. Gli altri, mano sulla spalla destra del compagno, seguono. Cominciano a sperimentare lo spazio, ad orientarsi al loro interno, facendo il perimetro delle pareti. 2a fase RICERCA: ora i buionauti stanno girando lo spazio: devono imparare a orientarsi restando uniti e usando gli altri sensi, compresa la propria voce. Faranno un giro con due direzioni differenti. Una volta capito lo spazio possono passare alla ricerca degli oggetti disposti in precedenza dagli operatori. Qualsiasi oggetto trovato viene collocato nello zainetto, diligentemente: gli oggetti vanno condivisi nella squadra. 3a fase RICONOSCIMENTO DEGLI OGGETTI: i ragazzi devono riconoscere gli oggetti e tenerli a mente. Poi, li devono ordinare intorno al libro, ovvero una scatola a più scomparti disposta sul pavimento. Per scrivere il libro i ragazzi si sono tolti gli occhialini. 4a fase SCRITTURA DELLA STORIA IN 4 EPISODI: Oragli oggetti trovati devono essere usati per scrivere una storia. La storia si divide in 4 episodi. I buionauti devono usare tutti gli oggetti e trovare il modo per scriverci un racconto. 5a fase DARE UN TITOLO E LETTURA DELLA STORIA ALLA SQUADRA AVVERSARIA: il libro ora è pronto. Deve solo essere letto.

I nostri alunni hanno risposto con grande entusiasmo e partecipazione: hanno collaborato tutti, raccogliendo gli oggetti e pensando la storia tutti insieme. Si sono lasciati guidare in una dimensione sconosciuta ed hanno sperimentato esperienze completamente diverse dal quotidiano, a dimostrazione che questo modo “altro” di fare scuola offre occasioni uniche di arricchimento personale.  SUSANNA FOGLI

PROGETTO BENESSERE A SCUOLA

Nell’anno scolastico 2017/18 la Scuola aderisce al progetto Punto di Vista di Promeco del Comune e dell’AUSL di Ferrara.

Punto di Vista è un’opportunità per studenti, famiglie e insegnanti e nella fattispecie offre interventi di:

-      -  Supporto educativo nel percorso di crescita

-      -  Integrazione del gruppo classe

-    - Sostegno per eventuali episodi di prevaricazioni, violenze e bullismo

-      -  Aiuto nelle difficoltà di relazione

-      -  Consulenza educativa a genitori

Promeco, servizio pubblico e gratuito, garantisce pertanto la presenza nella scuola un giorno alla settimana di un operatore del personale messo a disposizione dalla Cooperativa Il Piccolo Principe che si è aggiudicata la gestione del Progetto. A breve daremo informazioni più dettagliate

  

 

Per informazioni sul progetto e su Promeco:

Via Francesco del Cossa 18 – 44121 Ferrara

Tel.0532 212169 Fax 0532 200092

e-mail: promeco©comune.fe.it

 

www.comune.fe.it/promeco

 

dirigente Anna Tassinari, 16 novembre 2017

I SUPER CITTADINI HANNO CLASSE : L’ISTITUTO “IL GUERCINO” CAMPIONE CONTRO IL BULLISMO

I Super Cittadini hanno classe!”, è diventato il leit motiv per gli alunni dell’I.C.1 della Scuola Primaria “Il Guercino” e della Scuola Primaria “Carducci” che hanno partecipato nel mese di Ottobre al Progetto organizzato dal Centro Commerciale Bennet di Cento.  E’ stato attivato un ciclo di due incontri relativi a due  temi di educazione civica, volti a far comprendere ai ragazzi, fin dai primi anni della scuola primaria, i corretti comportamenti da tenere, per dar vita ad un mondo accogliente, inclusivo e rispettoso di sé e degli altri. Nel  primo incontro “STOP AL BULLISMO!”, gli operatori hanno cercato di far capire con un approccio didattico ludico, interattivo,quanto sia deleteria ogni forma di esclusione, prevaricazione o indifferenza, utilizzando una modalità espositiva semplice, idonea al target d’età. Essere  leader positivi si può e solo comportandosi in maniera corretta, sarà possibile diventare “Super Cittadini”. Durante il  secondo incontro i nostri alunni si sono approcciati al tema delle “ABILITA’ DIVERSE”, all’inclusione sociale  delle persone diversamente abili, perché anche se “piccoli discenti”, occorre abituarli  a pensare che tutti siamo soggetti  “UNICI E IRRIPETIBILI” con delle peculiarità e non esistono persone normali e persone che non lo sono. Le classi coinvolte della Primaria “Il Guercino” : 2^A, 2|^B, 2^C, 3^A, 3^B, 4^A, 4^B,  5^A, 5^B, e della Primaria “Carducci”: 2^E, 2^F, 3^E, 3^F, 4^E, 4^F, 5^E, 5^F, 5^C, hanno partecipato attivamente al progetto continuando in classe con le proprie insegnanti a sviscerare  le tematiche e realizzando un creativo elaborato finale. I cartelloni delle varie scuole di Cento e Comuni limitrofi sono stati esposti nella mostra della galleria del Bennet e premiati Domenica 12 Novembre. Un ennesimo successo per l’I.C.1! La 2^B si è classificata al primo posto tra le classi seconde e terze, vincendo un buono di 500 euro per l’acquisto del materiale scolastico. La 5^F si è classificata al secondo  posto tra le classi quarte e quinte, vincendo  un buono di 300 euro e le altre otto classi di entrambi i plessi, un buono da euro 200!                                                                                              Imma Fusco

UNITI CONTRO IL BULLISMO

La classe 5° E del Plesso Carducci ha ottenuto il secondo posto fra le classi quarte e quinte di Cento. Il premio è stato assegnato dal Centro Commerciale Guercino come evento conclusivo del Progetto di educazione civica sulle disabilità e sul fenomeno del bullismo dal titolo "I supercittadini hanno classe". La tematica scelta dalla quinta è stata il "rispetto per sè e per gli altri stop al bullismo". Gli alunni hanno partecipato attivamente ai due incontri guidati dagli operatori del Centro Commerciale, durante i quali sono stati stimolati a riflettere su temi complessi del vissuto comune attaverso metafore e giochi. Queste attività hanno aiutato i bambini a capire come relazionarsi con i compagni senza essere nè vittime nè bulli.

La classe ha quindi realizzato un elaborato raffigurante tanti episodi di bullismo, il tutto confluisce in un cuore centrale dove i buoni sentimenti fanno sì che il puzzle si formi:      

 A SCUOLA E NELLA VITA USIAMO LA TESTA E… TANTO CUORE,

 

dalla  5 E delle “CARDUCCI” –

Claudia Bazzani


THE WINNER IS....LA CLASSE 2 B!!!  1° PREMIO PER LA CLASSE II B  AL PROGETTO "SUPERCITTADINI HANNO CLASSE"

 

"AFFONDIAMO IL BULLISMO TUTTI UNITI NELLA STESSA BARCA"

 

Prima di partecipare alla lezione dedicata al bullismo nell'ambito del "Progetto Supercittadini",  abbiamo utilizzato un semplice brainstorming per aumentare la motivazione e la curiosità intorno ad un' importante domanda  "Chi è il bullo? ". La tempesta di idee che ne è scaturita si è rivelata molto interessante,  spesso sorprendente; ecco quelle più significative:

Chi ti prende in giro,  Uno che ti fa lo sgambetto,  è un bambino prepotente e maleducato,  picchia e dà  i calci,  dice agli altri di non giocare con te e dice che  tu non sei amico di nessuno, ti dà delle spinte, è aggressivo e rompe le tue matite, lancia gli oggetti e scappa dalla classe senza chiedere il permesso, non rispetta  le regole.

Si comprende subito come l'idea di bullo coincida, a livello di scuola primaria, con l'idea di maleducato, di bambino irrequieto e  incapace di rispettare le regole di convivenza civile. In seguito alla  lezione di "Supercittadini",  in cui i bambini hanno avuto modo di  .... la lettura di semplici brani tratti da romanzi, come "Un ponte per Therabithia" e la proiezione  del  filmato "Quel bulletto del carciofo"  e  si è  attivata una   destrutturazione del concetto ed una più complessa  riflessione: chi viene etichettato come "bullo" in realtà non sempre è un soggetto aggressivo o che  sfida  gratuitamente, ma  a volte  è lui stesso  vittima  di un disagio emotivo e comportamentale  che lo imprigiona in una  realtà di sofferenza, dalla quale cerca di fuggire cercando attenzione, ascolto e accoglienza  dei suoi angoscianti stati d'animo; con il suo comportamento trasgressivo, quindi, sta chiedendo aiuto, in nome di quel bisogno di disciplina e di autocontrollo, ma anche di calore e affetto, che ogni bambino spontaneamente  prova.  Gli alunni, quindi, sono giunti  gradualmente alla conclusione che non è solo la vittima di bullismo  ad aver bisogno di essere  ascoltata, consolata e difesa contro i prevaricatori, ma diventa necessario  attivare strategie di intervento utili ad aiutare il bullo a riemergere dalle sue difficoltà: strategie che   agiscano sull'assunzione di responsabilità da parte di tutti, impegnandosi a creare una mentalità "anti-bullismo" a partire dalla disponibilità all'ascolto, dal rispetto delle differenze, dall'analisi delle emozioni in prepotenti e vittime, da un'alleanza  solida ed efficace  tra  bambini ed insegnanti. Ciò che scoraggerà il bullo è il fatto che  non ci saranno spettatori divertiti davanti ad episodi di prevaricazione, perchè tutti si uniranno e assumeranno il ruolo di difensore della vittima e tutto sarà portato all'attenzione degli adulti di riferimento. Importante sottolineare come i bambini abbiano compreso che farsi giustizia da s , reagendo ai bulli  con violenza, non è la carta vincente per sconfiggere il problema: questa modalità potrebbe portarli ad intraprendere cattive strade e a passare dalla parte del torto. L'aggressività, quindi, va sempre condannata, non è mai "sana", perchè non rispetta il senso profondo  di dignità personale  e i diritti altrui: la violenza è sempre deprecabile. E' stato quindi ben assimilato che i bulli, quando portatori di  importanti difficoltà  emotive, vanno accolti e aiutati in un clima di accoglienza e solidarietà.

Dalle verbalizzazioni dei bambini   abbiamo tratto spunto per  elaborare l'acrostico scritto sulla vela  della  nostra barca anti-bullismo  rappresentata sul cartellone del concorso.

Bambini che sognano

Unione e amicizia

Lealtà e letizia

Libertà di darsi la mano

Insieme per creare

Scuola senza prepotenza

Motivati a conquistare

Orizzonti di appartenenza

senza sofferenza!

 

Congratulazioni vivissime ai nostri supercittadini  della II B !

 

 Giuseppina Cavallo

LA GIORNATA DELLA MUSICA

L’iniziativa  “Nessun Parli…: musica ed arte oltre la parola”, promossa dal Miur in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti (Cnapm) è stato attivata per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa nelle nostre scuole. In occasione di tale giornata i nostri ragazzi e musicisti del territorio si esibiranno nel plesso “Carducci” e nel plesso “Il Guercino” coinvolgendo tutti i nostri studenti della scuola primaria e della scuola secondaria. Durante la giornata elaboreremo un videoclip a ricordo della giornata. 18 novembre 2017

LA GIORNATA DELLA SICUREZZA

E' indetta dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca la "Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole"; la giornata è occasione per la promozione della cultura della sicurezza e per la gestione dei rischi all'interno delle scuole e per condividere la conoscenza dei rischi legati al proprio territorio e alla propria scuola diffondendo un messaggio concreto di come la sicurezza debba essere un diritto di tutti e di come si possa essere e diventare cittadine e cittadini attivi e consapevoli.


ENGLISH TIME: HALLOWEEN

HALLOWEEN   NELLE   CLASSI   PRIME

Complice lo studio della lingua inglese, risulta sempre divertente festeggiare Halloween (FESTIVALS) e riempire di zucche decorative e pipistrelli o fantasmini le nostre aule.

La zucca, con i suoi caldi colori, ci cala immediatamente nell’atmosfera dell’autunno, stagione ogni anno più mite e piacevole da trascorrere: come resistere, dunque, alla tentazione di renderle onore?

E festa sia!

Qualcuno in maschera secondo lo stile “American Carnival”, qualcuno no, bambine e bambini delle classi Prime E/F si sono scambiati amichevolmente i golosi dolcetti dell’occasione, pronunciando la tipica frase “Trick or treat?”, lungo il ballatoio della scuola Carducci, divenuto per alcune decine di minuti  libero mercato di irresistibili baratti gustosi.

La visione collettiva del film d’animazione “Hotel Transylvania” ha suggellato una mattinata piuttosto informale, ma la vera protagonista è sempre lei: Misses Pumpkin.

Guardate, infatti,  come erano belle le nostre cucurbitacee,  le nostre spaventosissime decorazioni e i terrificanti figuranti!

 

 

(Monica Ravasini)

E VISSERO FELICI E LEGALI....LA CLASSE V B TESTIMONIA IL PROPRIO IMPEGNO

Grande successo della classe 5B della scuola primaria “Il Guercino” che ha replicato il proprio no alla illegalità con il laboratorio teatrale “E vissero felici e …legali” con testi scritti insieme alle maestre Laura Riviello, Donatella Gabrielli, Chiara Cavicchi e Paola Leoni.

Il laboratorio, con intermezzi di canto, recitazione ed espressione corporea, rappresenta un coinvolgente mix tra vita quotidiana di scuola (il bidello Giovanni che porta la frutta in classe, le maestre che si accordano sul programma da svolgere) e di fatti di cronaca, in ricordo delle vittime delle mafie. Sorprendenti per la creatività e la profondità sono le creazione di acrostici a tema, dove OMERTA’ è “Oblio delle Mancanze E delle Regole per Tutelare Assassini, ladri ecc” e GIUSTIZIA è “Giudicare con Imparzialità Uomini di ceto Sociale diverso Tenendo in considerazione con Zelo solo Il rispetto per gli Altri”.

I piccoli attori impegnati nella difesa della legalità hanno distribuito al pubblico biglietti con le loro riflessioni e  brevi estratti del copione:” Sono felice quando ascolto la mia famiglia, aiuto una persona in difficoltà, mi esprimo con i miei amici, aiuto i compagni e non copio”, “Sono legale quando ….”, e si scopre che i concetti di legalità e felicità sono molto simili. Il maggior impatto resta comunque sempre la frase di Antonino Caponetto: “La mafia teme la scuola più che la giustizia, l’istruzione toglie l’erba sotto i piedi della cultura mafiosa”.

Alla serata era presente l’assessore Matteo Fortini e la dirigente Anna Tassinari che hanno ricordato l’importanza dell’impegno verso una società migliore anche per bambini che sembrano piccoli ma che sono capaci di considerazioni importanti e profonde, spesso meglio degli adulti. Presente nella sala anche Mara Biondi, in rappresentanza dell’Associazione Libera, sezione del Cento Pievese, che ha promesso ai ragazzi di far loro incontrare a breve i parenti di alcune vittime di mafia da loro citati durante la rappresentazione.

La serata, che si è tenuta presso il Don Zucchini di Cento lunedi 23 ottobre 2017, è il primo incontro che il Comune di Cento ha organizzato per promuovere la legalità. Lunedi presso la Sala Rossa continueranno le riflessione da parte dei “grandi” con l’incontro “Legalità nella pubblica amministrazione” 

GRANDE SUCCESSO DEL GEMELLAGGIO ITALIA-SPAGNA, il viaggio a Madrid 11-14 ottobre

"IL GUERCINO" IN MUSICA

Anche quest'anno proponiamo i corsi pomeridiani di avviamento alla musica. Nella sezione comunicazioni si trovano le comunicazioni già smistate. I corsi saranno attivati al momento di raggiungimento dei gruppi, per cui le date preventivate possono subire delle variazione.

 

Sarà inoltre attivato un coro d'Istituto grazie al finanziamento del progetto PON "Le scuole al centro".

Seguiranno informazioni più precise.

 

Cordiali saluti, Anna Tassinari, dirigente scolastico (10/10/17)

ITALIA - SPAGNA

Si è concluso il progetto Italia-Spagna con il viaggio a Madrid per 60 alunni delle classi terze della scuola secondaria “Il Guercino” di Cento. I ragazzi hanno visitato la capitale della Spagna dall’11 al 14 ottobre accompagnati dalla dirigente Tassinari e dai docenti Mosca, Gallerani, Garuti, Marchi, Casolari, Neri.

Il progetto ha previsto nel precedente anno scolastico attività pomeridiane volontarie alla scoperta della lingua, della cucina, della geografia, della letteratura e della cultura spagnola. A Madrid gli alunni sono stati accolti dal professor Francisco Josè  Sanchez Cruz che insegna italiano all’università di Madrid e che ha fatto da guida al gruppo per far loro conoscere la città nei giorni di permanenza. Francisco sarà ospite dell’Istituto “Il Guercino”  dal 12 al 24 febbraio 2018, periodo in cui svolgerà attività di lettorato per gli alunni della scuola secondaria e un corso di cultura e storia della Spagna per gli alunni delle classi seconde e terze. Grazie, Francisco, ti aspettiamo!!

 

Il progetto Italia-Spagna fa parte di una serie di attività che l’istituto ha portato avanti in questi anni per motivare allo studio delle lingue, per conoscere l’Europa, per promuovere la cittadinanza attiva  e per avviare all’autonomia personale.

Articoli di Area Centese.com ed Estense.com del 16/10/17

Articolo di Area Centese.com :" Studenti de Il Guercino di Cento a Madrid"

Articolo di Estense.com: : "Gli studenti centesi volano in Spagna"

SI INIZIA DALLA SCUOLA DELL'INFANZIA

 

Infanzia Dante Alighieri

PROGETTO ACCOGLIENZA

CHI MEGLIO DI UN AMICO CI POTRA’ AIUTARE A SCOPRIRE  L’AMBIENTE SCUOLA IN MANIERA CURIOSA E VIVACE?

 

AD ACCOGLIERE I BAMBINI C’E’ PROPRIO UN CURIOSO PERSONAGGIO DI NOME

 

 

 

“LINO” UN TOPINO CHE CON LE SUE IMPRONTE    LI PORTA A SPASSO PER TUTTI GLI ANGOLI DELLA SCUOLA E DEL GIARDINO, LI AIUTA  A CONOSCERSI,  AD ACCETTARSI, A CONDIVIDERE GIOCHI ED EMOZIONI  MA ANCHE A RISOLVERE PIACEVOLMENTE  LITIGI E  PROBLEMI.


ENGLISH PASSAGE - PRIMARY TO SECONDARY

oxford .pptx
Presentazione Microsoft Power Point 20.2 MB

PICCOLI POETI CRESCONO

PICCOLI POETI CRESCONO

Anche quest’anno un’alunna della scuola secondaria “Il Guercino” verrà premiata come vincitrice del concorso di poesia “Caput Gauri” di Codigoro durante la cerimonia che si terrà presso l’Abbazia di Pomposa il 14 ottobre 2017 alle ore 16 nella Sala delle Stiliate. Clara Nicosia, della classe III C coordinata dal Prof. Marco Mosca, con la sua poesia “L’alternarsi di me” ritirerò il premio come terza classificata della XXXIII edizione di questo prestigioso concorso. Ospite d’onore della Cerimonia di Premiazione sarà la Direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, del complesso abbaziale di Pomposa e del Museo Pomposiano, Paola Desantis.  Lo scorso anno Caterina Garagnani della classe III A si era classificata al secondo posto.

                                                                  

 

L'ALTERNARSI  DI  ME

 

La Primavera si avvicina, e i miei pensieri

sono pieni di natura e di speranza.

I miei occhi illuminati, vedono ormai

solo colori lucenti.

E' arrivata l' Estate, il caldo mi avvolge,

gocce bagnate scorrono sulla mia pelle;

il cielo sempre azzurro,

sereno, mi fa sentire al sicuro.

Adesso sento il fruscio del vento

che sfiora il mio corpo,

mi sembra di volare; in questo momento

il mondo è colorato solo di verde,

giallo,rosso e marrone: si chiama Autunno,

i grandi alberi privi di foglie,

è come se mi guardassi allo specchio,

nella solitudine.

Le mani non le sento più,

il naso, le orecchie, le gambe,

mi sento ghiaccio,

che sta per essere spezzato da tutti.

Il mondo era bianco,

ed io, ormai, sapevo già il mio fato,

mi accasciai per terra

e mi addormentai in un infinito silenzio.

 

                                                                                         Clara Nicosia

 




AVVIO ANNO SCOLASTICO 2017 - 18 -  orario plessi

 

“CARDUCCI”

 

 

CLASSE

ORARIO

GIORNO

I E   I F

8.20 – 12.40

MARTEDÌ, GIOVEDÌ, VENERDÌ

 

8.20 – 16.20

LUNEDÌ, MERCOLEDÌ

 

 

 

II E  II F

8.20 – 12.40

MARTEDI’, GIOVEDI’, VENERDÌ

 

8.20 – 16.20

LUNEDI, MERCOLEDI

 

 

 

III E   III F

8.20 – 12.40

LUNEDI,  MERCOLEDI, VENERDÌ

 

8.20 – 16.20

MARTEDI, GIOVEDI’

 

 

 

IV E  IV F

8.20 – 12.40

MARTEDÌ, GIOVEDI’, VENERDÌ

 

8.20 – 16.20

LUNEDI’, MERCOLEDI’

 

 

 

V E  V F

8.20 – 12.40

LUNEDI’, MERCOLEDI’, VENERDÌ

 

8.20 – 16.20

MARTEDI’, GIOVEDI’

 

 

 

V C

8.20 – 16.20

DA LUNEDI A VENERDI

 

 

 

“IL GUERCINO” PRIMARIA

 

 

TUTTE LE CLASSI

8.20 – 16.20

DA LUNEDI A VENERDI

 

 

 

“IL GUERCINO” SECONDARIA

8.10 – 13.10

TUTTI I GIORNI, SABATO INCL.

 

 

 

TEMPO PROLUNGATO I F II F III F  II D

8.10 – 13.10

TUTTI I GIORNI, SABATO A CASA

 

13.10 – 14.00

PAUSA PRANZO - MENSA

 

14.00 – 16.00

LUNEDI, MARTEDI, MERCOLEDI, GIOVEDI

 

 

 

SCUOLA INFANZIA “ALIGHIERI

SCUOLA INFANZIA “PACINOTTI”

8.00 – 16.30

DA LUNEDI A VENERDI                           

LIBRI DI TESTO - CLASSI SECONDARIA - ANNO SCOLASTICO 2017-18

ULTIME ATTIVITA' ANNO SCOLASTICO 2016-17

STUDENTI DELLA SCUOLA GUERCINO PREMIATI DAL MIUR

Gli alunni della classe 2 C Scuola Secondaria “Il Guercino”, D’Annunzio Filippo, Cavallaro Amin, Cavallo Lucia e Cevolani Matilda, accompagnati dalla Dirigente Tassinari Anna e dallo docente Gallerani Teresa, si sono recati il 29 maggio 2017 a Roma, presso la Cittadella della Caritas “Santa Giacinta” a ritirare il primo premio del concorso nazionale “La mia vita non è un gioco”,  indetto dal Ministero dell’ Istruzione, dell’ Università e della Ricerca, in collaborazione con Caritas Italiana. L’elemento centrale del concorso era di fare capire ai ragazzi e alle famiglie che il gioco, quello sano, è parte fondamentale della vita e che un progetto di vita non si può basare sulla buona sorte, ma va costruito con responsabilità.

L’elaborato grafico “Pubblicità progresso: Tris di Polli”, pensato come una pubblicità per sensibilizzare sui rischi del gioco d’azzardo, è risultato il vincitore per la categoria della scuola secondaria di I grado. I ragazzi sono stati premiati dal Dirigente MIUR Paolo Sciascia, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, in rappresentanza della dott.ssa Rosa de Pasquale, Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e Formazione; i ragazzi, molto emozionati, hanno spiegato il senso del proprio slogan “ Non farti spennare: usa la testa”.

L’attività, che ha portato alla partecipazione al concorso, è inserita nel percorso “Cittadinanza e Costituzione” a cui il curricolo d’istituto dedica un’ora settimanale per classe.

Articolo di Estense.com del 31/05/2017

Articolo di Area  Centese.com del 31/05/2017

SCUOLA ESTIVA PER BAMBINE E BAMBINI DI ORIGINE NON ITALIANA

Presso la sede centrale dell'istituto comprensivo "Il Guercino" sono stati realizzati i laboratori per bambine e bambini di origine non italiana frequentanti le nostre scuole. Ai laboratori hanno partecipato 15 bambini/bambine già frequentanti la scuola primaria o neo arrivati per congiungimento familiare. In questo modo si intende favorire l'inclusione e le competenze linguistiche necessarie per il successo scolastico.

Il progetto è stato realizzato dagli educatori dell'Associazione Ferfilò, partner del progetto  FAMI 2014 – 2020 prog.232- PICS FE- Parole per l’inclusione dei cittadini stranieri nel Ferrarese, finanziato dal fondo Asilo Migrazione e Integrazione. La Summer school ha promosso l'apprendimento della lingua italiana attraverso l'insegnamento della lingua italiana, attività sportive e laboratori creativi in cui sperimentare quanto appreso. I laboratori, iniziati i primi di giugno, si concludono oggi, 24 luglio 2017.




UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO DALL'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

Apprezzamento I.C. n. 1 Cento (1).pdf
Documento Adobe Acrobat 205.3 KB