IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2017/18

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

Scuola Primaria "Carducci"

CI RIVEDIAMO A SETTEMBRE!!!

UN  ALTRO  ANNO  E’  PASSATO,  festeggiamo  con  un  gelato  e …

… e oggi siamo felici, ma domani sappiamo già che proveremo almeno un po’ di nostalgia delle nostre aule, dei lavori fatti insieme,  dei giochi in giardino e in palestra, di qualche litigata finita sempre con “pace pace mille patate”, dei compagni , delle maestre e dei maestri, ma oggi, sì, oggi siamo felici e ci auguriamo tutti, l’un con l’altro,  BUON RIPOSO ESTIVO E ARRIVEDERCI A SETTEMBRE!

Le  “Carducci”  al  gran  completo

RICICLANDO

A    RICICLANDIA   CON    HERA

 

Le classi Seconde e la Prima F delle “Carducci” hanno partecipato al Progetto Didattico di Educazione Ambientale proposto dal Gruppo Hera Per Le Scuole, finalizzato alla cultura del rispetto per le risorse e la sostenibilità dell’ambiente: con grande impegno, alunni e alunne hanno recuperato carta vecchia, l’hanno pazientemente spezzettata per metterla poi in ammollo in un secchio riempito a metà d’acqua. Infine, con la poltiglia formata, hanno realizzato nuovi fogli di carta da riutilizzare, dopo averla lasciata asciugare all’interno dei teli di cotone.

I bambini, guidati dall’operatore Marco Mazzoni, si sono bagnati, hanno sporcato in terra, hanno paciugato in ogni modo, ma si sono divertiti un sacco e, soprattutto, hanno imparato, attraverso un’attività pratica e coinvolgente, come sia possibile riciclare la carta per limitare l’abbattimento di alberi, nel  pieno rispetto della natura.

 

(M. Ravasini)

SICITAS E L'ACQUA

LE   “CARDUCCI”   CELEBRANO   L’ACQUA

 

Mercoledì 3 giugno, alle ore 11, il cortile delle “Carducci” si è popolato di genitori, nonni, amici e parenti vari per assistere al saggio di fine corso dei nostri bravissimi alunni, che si sono esibiti in allegri canti e brevi letture per raccontare la storia di SICITAS  E  L’ACQUA.

Quattro belle canzoni e qualche brano letto hanno narrato le vicissitudini di un drago  giunto sulla Terra alla ricerca di un tesoro: esso comprenderà, alla fine,  che il tesoro è l’acqua, elemento fondamentale per la vita e degna, perciò, del grande rispetto che le si deve, senza sprecarla  e condividendola.

L’esibizione ha segnato il momento conclusivo del Progetto Musica coordinato dall’esperta Enrica Scainelli,  in  collaborazione con le insegnanti di Educazione Musicale del plesso Carducci.

Molto gradito anche il gran finale dei bimbi di Seconda C che hanno cantato “Viva la Terra”, brano con testo ideato da loro sulle note della conosciutissima “Viva la gente”, diretti dalla cantante lirica soprano, docente al Conservatorio di Bologna, Francesca Pedaci a cui va il nostro sincero ringraziamento.

“E’ sempre emozionante e piacevole ritrovarsi con bambini, genitori e insegnanti per apprezzare i risultati dei tanti Progetti realizzati nel nostro Istituto che dimostrano la qualità di quanto si propone e l’impegno di tutti” ha affermato soddisfatta Anna Tassinari, Dirigente IC1, nell’affettuoso saluto rivolto ai presenti al termine del riuscito spettacolo.

 

(M. Ravasini)

PROGETTO INTERCULTURA

UN    PO’    D’ AFRICA   IN   PALESTRA

 

Nell’ambito degli importanti Progetti di Intercultura che l’IC1 ormai da tempo promuove, sono stati realizzati una serie di incontri all’interno della nuova palestra finalizzati alla conoscenza della musica africana, incontri  ai quali tutte le classi delle Carducci hanno attivamente partecipato.


Guidati dal simpaticissimo SOURA KHATA, musicista originario della Guinea Conakry e collaudato collaboratore di molti Istituti del territorio, i nostri bimbi hanno potuto scatenarsi nel’utilizzo di strumenti a percussione come tamburi, djembe dum dum, kenkeny, sauban, caskagnet e crin n’goni suonando brani travolgenti, a volte ballando  pure  seguendone il ritmo!

(M. Ravasini)

LA BUONA SCUOLA - GENITORI, ALUNNI ED INSEGNANTI INSIEME AL PLANETARIO IN NOTTURNA

RAPITI   DALLE   STELLE  !


Martedì 26 e mercoledì 27 maggio gli alunni delle Classi Terze E/F – Carducci, insieme ad insegnanti e genitori, hanno trascorso due memorabili serate in contemplazione della volta celeste a San Giovanni in Persiceto, presso l’Area Astronomica del Museo del Cielo e della Terra.


Super avvincente la sosta all’interno del Planetario sotto la guida dell’esperto Marco Cattelan,  super interessante la visione dei meteoriti e la “toccatina” ad un frammento di Luna e super pazzesca (la seconda sera, grazie a un po’ più di cielo sereno) l’osservazione della Luna e dei suoi crateri al telescopio: è proprio vero, sembra fatta di formaggio!


Serata consigliata a tutti, dai bambini di adesso a… quelli di una volta.

(M. Ravasini)

IL  PRANZO  DEL  PRINCIPE

 

Il Pranzo del Principe è un progetto di Educazione Alimentare promosso da Gemos e Comune di Cento al quale hanno partecipato tutte le classi delle “Carducci”, a turno, all’interno della nuova palestra situata nel cortile della scuola.

Si è trattato di incontri ricchi di musica e scenette riguardanti l’importanza del pranzo consumato insieme a compagni e insegnanti, pranzo visto come fondamentale momento sociale ed educativo, volto anche all’acquisizione di nuove e corrette abitudini alimentari.

Bravissimo l’attore-animatoreche ha intrattenuto i bambini in modo coinvolgente e mai noioso, sensibilizzandoli in merito a quanto sia basilare per la salute e la crescita sana mangiare frutta, verdura, latte e formaggi nelle giuste quantità.

La performance è cominciata con il gioco del “lupo mangiafrutta” ed è continuata con l’invenzione di una semplice filastrocca, trasformata poi in canzoncina sulle note di “Mamma Maria” dei Ricchi e Poveri.

Quindi, travestitosi da lattaio, l’animatore ha presentato Squacquerina, una piccola mucca, e Parmigina, la sua mamma: insieme a loro e con l’aiuto dei ragazzi del pubblico ha così potuto mostrare come si prepara lo squacquerone (solo dopo quattro giorni di riposo in frigo) unendo  latte , caglio, sale e … lasciando tutti a bocca aperta per la sorpresa!

E’ stato  un momento didattico davvero interessante, dinamico e super efficace.


                                                                                              Monica Ravasini

MINI VOLLEY PER TUTTI!!

Si è concluso mercoledi 13 maggio 2015 il progetto Mini Volley che ha permesso a tutti i bambini frequentanti la scuola primaria "Carducci" di conoscere la pallavolo. Per tutto l'anno scolastico infatti i ragazzini hanno seguito lezioni di pallavolo con allenatori qualificati. Il progetto si è concluso con una mattinata all'insegna dello sport e dell'allegria presso il giardino della scuola primaria di Renazzo dove erano stati allestiti vari campi di pallavolo che hanno permesso a tutti i bambini delle "Carducci", della scuola primaria di Renazzo e di Bevilacqua di giocare insieme.

 

Un sentito ringraziamento alla Benedetto Volley che ha permesso tutto questo.

BENVENUTI  AL  FRUTTA  DAY !

Altro frequentatissimo appuntamento con il  Progetto Europeo “Frutta nelle scuole”: oggi, 24 aprile, tutte le classi delle “Carducci” hanno potuto partecipare all’incontro con Eliana, la competente addetta ai lavori che da brava esperta ci ha guidato alla scoperta del colorato e gustoso mondo della frutta e della verdura. Attraverso la visione di un video in cui una simpatica nutrizionista e il  piccolo Diego ci hanno fatto scoprire alcuni dei segreti scientifici dei nostri amici vegetali, spiegandoci l’importanza del “mangiare a colori” consumando frutta e verdura di stagione, con giochi e assaggi è stato bello informarci ed imparare un sacco di cose a proposito di cibi sani  e  gradevoli. Ad ogni alunno Eliana ha rilasciato il “Patentino del Giovane Fruttologo”, la cui compilazione può essere ulteriormente perfezionata andando sul sito segnalato a divertirsi con la realtà aumentata e … aumentare, quindi, le nostre conoscenze.

                                                                                                       (M. Ravasini) 

FRUTTA NELLE SCUOLE

  Mercoledì  15  aprile  2015

E oggi,  succo di mela!

Continua con successo il Programma Europeo “Frutta nelle scuole”: stamattina alle “Carducci” abbiamo consumato tutti  insieme, centrifugato in diretta, un delizioso succo di mela e… ci siamo leccati i baffi! E’ proprio bello quando, durante la lezione, la bidella ci invita ad una piccola pausa in cui gustare un po’ di frutta: intermezzo sano e divertente.  (M. Ravasini)

W LA TERRA! - VOTA IL VIDEO!

Concorso “Un mondo tutto mio”

La classe 2 C della scuola primaria “Carducci” partecipa al concorso proposto da Hera. “ L’idea è far descrivere ai più piccoli, tramite un video messaggio cantato, com’è l’ambiente in cui vivono e come vorrebbero che fosse.  Qual è il posto ideale dove vivere e diventare grandi. Un mondo piacevole dove è bello svegliarsi la mattina, in cui non ci sono sprechi e dove regnano convivenza civile e rispetto. Un luogo dove ci si aiuta e ci si sente tutti uguali, un mondo da lasciare, a chi verrà dopo di noi, migliore di come lo abbiamo trovato”.

Questa è  la canzone che hanno ideato e il video che li vede impegnati con grande professionalità. Come non votare il loro lavoro con un click al link  www.concorsiscuolehera.com/un-mondo-tutto-mio/popup/w-la-terra ?


La classe che registrerà il maggior numero di click sarà premiata da Hera.


V O T A T E C I !!!! Piera Govoni, 28 marzo '15 

I CAVERNICOLI ALLE "CARDUCCI"

!!!  CHE  CLASSI  DI  CAVERNICOLI  !!!

E’ STATO TROPPO DIVERTENTE TRAVESTIRCI DA DONNE E UOMINI PRIMITIVI, PER MEGLIO ENTRARE NELLA PARTE, E DEDICARCI TUTTI INSIEME ALLA PITTURA RUPESTRE!


Attrezzato lo spazioso atrio delle “Carducci” con fogli di carta gialla appesi alle pareti, colori e pennelli, noi alunni delle Terze ci siamo immersi nell’atmosfera preistorica e abbiamo prodotto “altissime opere d’arte troglodita”  nell’ambito di un laboratorio di Immagine collegato allo studio della storia di quest’anno scolastico, come previsto dalla programmazione didattica.

Grazie a mamme e nonne che hanno fattivamente collaborato realizzando i  costumi!

Adesso, se volete, guardate alcune delle foto scattate durante i lavori.

classi terze - marzo 2015 - (M. Ravasini)

TUTTI A LEZIONE DI ASTRONOMIA....E NON SOLO!!

EVENTO ECCEZIONALE oggi presso l'Istituto Comprensivo 1 - la maggior parte delle classi della scuola secondaria e della scuola primaria, sia "Il Guercino" che "Carducci" ha potuto ammirare oggi l'eclissi parziale, grazie alla disponibilità dell'Associazione Astrofili Centesi che oggi, proprio in occasione di questo evento eccezionale, ha aperto l'osservatorio situato nell'area cortiliva del plesso "Il Guercino". Numerosi i partecipanti all'evento patrocinato dal Comune di Cento. I nostri ragazzi hanno avuto a disposizione un telescopio per ammirare un cielo speciale. Alcuni di loro erano provvisti di appositi occhialini e i più previdenti si sono portati il casco da saldatore da casa!  Tutti hanno comunque potuto ammirare un fenomeno, in assoluta sicurezza, che si ripeterà solo il 20 marzo del 2034 e poi nel 2052 e nel 2072. Saremo tutti pronti per la prossima osservazione!!


 

 

Grazie al maestro Paquale Carvello per le bellissime foto

 



L'esperienza non è stata solo scientifica, ma ha fornito un'occasione di stimolo alla creatività dei ragazzi. Dai bambini delle "Carducci" un'osservazione non solo al telescopio, ma anche in poesia! 

20 marzo 2015-03-20

SOLUNA   (eclissi)

 

Solo sole   palla di fuoco

luna su sole   bacio d’argento

sole indifeso,

luna guerriera.

Cala sipario ,  disco di luna

falce di sole,  d’ombra vestito.

Soluna   che   oscura

ora, solo la luna

e il sole, uno spicchio.

Poi luna saluta

finita luna mangiasole

ritorna

solo sole   palla di fuoco.

 

 

I bambini e le bambine di Terza E /Terza F

con la maestra Monica,

scuola “Carducci”

 

 

ECCO COME HANNO VISSUTO GLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA L' EVENTO. LEGGETE I LORO RESOCONTO:

Download
Eclissi.pdf
Documento Adobe Acrobat [190.1 KB]
Download

ALBUM FOTOGRAFICO DELLA MATTINATA OFFERTOCI DALL'ASSOCIAZIONE ASTROFILI DI CENTO - ALLA MATTINATA HANNO PARTECIPATO DIVERSE SCUOLE DELLA PROVINCIA DI FERRARA E DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA CHE HANNO POTUTO APPREZZARE L'OSSERVATORIO DEL COMUNE DI CENTO E....IL NOSTRO GIARDINO!

QUATTRO PASSI NELLA PREISTORIA

QUATTRO PASSI  NELLA  PREISTORIA

E’ stato proprio come passeggiare  indietro nel tempo visitare il  Museo della Preistoria “Luigi Donini” di San Lazzaro di  Savena, meta della gita  delle classi Terze – Scuola “Carducci”, gita breve ma intensa e, soprattutto, apprezzata dagli alunni.

Dopo il percorso didattico nelle sale espositive, abbiamo assistito ad una dimostrazione di archeologia sperimentale: le bravissime guide ci hanno fatto osservare da vicino le tecniche di realizzazione dei principali strumenti utilizzati dall’uomo nel corso del Paleolitico, riproducendo chopper, amigdale e raschiatoi in selce che poi ci hanno donato insieme a molto altro materiale informativo. Anche l’accensione del fuoco con le pietre focaie ha caratterizzato questo momento di vita scolastica divertente ed istruttivo, conclusosi con il fatidico “shopping time”: collanine, cartoline, schegge di selce e rose di gesso hanno preso la via di Cento stipate negli zainetti di ragazzi  davvero soddisfatti dell’esperienza vissuta.

                                                                                                                 (M. Ravasini)

 

OGNI BAMBINO E' UN CITTADINO

OGNI  BAMBINO  E’  UN  CITTADINO

 

Mercoledì 11 febbraio le classi Terze E / F delle “Carducci” si sono recate al Centro Polifunzionale Pandurera per assistere allo spettacolo “Ogni bambino è un cittadino” di Enrico Falaschi e Claudio Benvenuti, spettacolo liberamente ispirato a “La Costituzione spiegata ai ragazzi”, di Anna Sarfatti, e presentato dal Teatro dei Fondi.

Scenografia essenziale, ma efficace con gli interventi pittorici dal vivo di Angelo Italiano, i bravi attori Claudio Benvenuti e Marco Sacchetti hanno intrattenuto il numeroso pubblico interpretando un funzionario della Repubblica italiana e il suo aiutante pasticcione e impreparato. Su mandato del Presidente della Repubblica, la loro missione è quella di mettere a conoscenza i ragazzi dell’importanza del contenuto della nostra Costituzione.

Tra rap, risate e momenti di riflessione, la pièce ha ripercorso i diritti e i doveri  che i principali articoli della Costituzione sanciscono e il risultato è stato positivo e divertente, oltre che istruttivo.

 

Gran finale con inno italiano in musica: noi ci siamo alzati e, mano sul cuore, abbiamo aggiunto le parole!

 

La partecipazione a questo spettacolo rientra tra una serie di iniziative e attività che l’Istituto ha pianificato per raggiungere l’obbiettivo di formazione del cittadino, non ultimi gli incontri del Prof. Caggio per gli insegnanti.

(M. Ravasini)

CONDIVIDERE E' MOLTO PIU' CHE UN CLICK - PROGETTO INTERCULTURA

 CONFERENZA CON  RIBKA SIBHATO - 30 gennaio 2015 -

 

La mattinata scolastica di oggi, 30 gennaio 2015, si è aperta all'insegna della interculturalità: presso il nostro Istituto Comprensivo si è infatti tenuto l'incontro tra la scrittrice eritrea Ribka Sibhatu e gli studenti di alcune classi della scuola secondaria. Il momento di ascolto-confronto sul tema "Culture differenti: scontro o incontro?" rientra nel Progetto Intercultura dell'Istituto ed ha avuto lo scopo di riflettere insieme alla scrittrice, agli studenti e ai docenti sulle possibili strade che si possono percorrere di fronte alla coesistenza di culture differenti: la strada dello scontro, dove purtroppo sembrano condurre i recenti fatti di cronaca, o quella dell'incontro e della condivisione.

La nostra ospite Ribka, che già negli anni passati è stata presente nel nostro istituto con un incontro sia nella scuola primaria che secondaria,  è nata ad Asmara, in Eritrea ed ha un passato che la vede in carcere, già da giovanissima, sotto il regime di Menghista Salemariam, poi costretta all'esilio lontano dalla sua amata famiglia, rimasta in patria. Attualmente vive a Roma e lavora presso l' Università La Sapienza, come ricercatrice e  studiosa di poetica orale dell'Eritrea.

Ribka  ha condotto i ragazzi ad una riflessione sui fatti di Parigi, interrogandoli sul significato  di parole come "integralista", "satira", "problema immigrazione" e cercando di fare  chiarezza sui protagonisti di tali avvenimenti e sulle possibili motivazioni. E' stato naturale giungere alla conclusione che per interpretare il mondo attuale senza inganni e per non identificare le cause dell'odio in facili motivazioni, occorre conoscere, leggere, studiare e imparare più lingue per poter confrontare tra loro i diversi punti di vista: questo è un consiglio importante che Ribka ha lasciato agli studenti, per non cadere mai nel tranello della disinformazione.

Recitando una poesia da lei composta, la scrittrice ha poi ripercorso i fatti della notte del 3 ottobre 2013 quando al largo di Lampedusa è avvenuto il naufragio di un'imbarcazione che trasportava migranti in gran parte di origine eritrea  e deceduti nella tragedia. Ribka  ha guidato gli alunni nella riflessione sui motivi che spingono le persone ad abbandonare il luogo di origine,  partendo dall'analisi della situazione politica che sta vivendo il popolo eritreo e definendo quella di Lampedusa "una delle  tante" tragedie di un Paese privo di una costituzione, di università e dove i giovani sono costretti al servizio militare a vita.

Ribka Sibhatu ha lasciato agli studenti un importante suggerimento: "prendete la scuola seriamente" in quanto luogo in cui ci si arricchisce dalla diversità, si impara il valore dei diritti umani, che debbono essere garantiti a tutti, comprese le minoranze, luogo dove si assapora la democrazia nella possibilità stessa di  esprimere la propria opinione.

A conclusione di questa settimana, che ha visto la commemorazione della Giornata della Memoria, Ribka ha infine esortato gli alunni ad essere responsabili di un mondo di pace costruito da chi ci ha liberato dalle dittature. 

Un ringraziamento alle insegnanti Vanessa Rossetti e Stefania Sandri che hanno reso possibile avere con noi un’ospite di tale portata.

 

                                                                                                                                                                            Silvia Marchesini

L'iniziativa fa parte dei un progetto più ampio che prevedere varie fasi. L'incontro è stato replicato per gli alunni della scuola secobdaria di I grado, per gli alunni della scuola primaria "Il Guercino" e della scuola primaria "Carducci"

 

UNA GIORNATA CON DON BOSCO

 

SUOR  ELISA, MISSIONARIA TRA I RAGAZZI

 

In occasione del Bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, lo scorso  gennaio è venuta a trovare noi ragazzi delle classi Quarta e Quinta delle “Carducci” suor Elisa Carminati, suora salesiana che vive nella nostra comunità. Suor Elisa ci ha illustrato  come questo amato sacerdote abbia dedicato tutta la vita ai giovani. Insieme  abbiamo realizzato tre scenette sulla sua vita scoprendo la ricetta SMILE J, cioè A (allegro) +B (più buono) –C (meno cattivo). Successivamente, ci siamo divisi in due gruppi per rispondere ad alcune domande ed infine abbiamo cantato “Giullare dei campi”.

L’incontro è stato molto partecipato, tutti si sono divertiti  ed hanno imparato a conoscere la carismatica figura di Don Bosco, grazie anche alla grande simpatia di suor Elisa. Sinceramente desideriamo ringraziarla di cuore per la bella lezione e speriamo di poter rivivere un’altra esperienza come questa.(4 febbraio 2015)

I ragazzi di Quarta e Quinta, scuola “Carducci” 

MARTEDI DI CARNEVALE

IL  COCCODRILLO  COME  FA ?

 

Non c’è nessuno che lo sa, ma alla super festa di Carnevale fatta il martedì grasso scorso alle “Carducci” ci siamo divertiti un sacco a cercare di scoprirlo! Tra tante maschere e mascherine, tra musica trascinante e balli scatenati, corse e bagni di stelle filanti, la seconda parte della mattina a scuola è letteralmente volata. Il carnevale continuerà con i laboratori di cartapesta che si effettueranno presso la scuola primaria “Il Guercino”.

 

BUON  CARNEVALE  A  TUTTI !

                                                                  M.Ravasini

VISITA AL GHETTO

Martedì 10 e martedì 17 febbraio le classi Terza E e Terza F delle “Carducci” si sono recate alla volta di via Provenzali per visitare il Ghetto ebraico, un luogo ancora oggi ricco di emozione e di atmosfera.  Grazie alla preparatissima signora Tiziana Galuppi, nostra guida d’eccezione, tutti insieme abbiamo potuto fare un tuffo indietro nella storia e fingere di ritrovarci nell’ hazer a chiacchierare di leggi ingiuste  e persecutorie,  di pesah e pane azzimo, di come entrare nella Sinagoga e come uscirne  in caso di pericolo: è stato non solo interessante, ma davvero toccante dal punto di vista umano. Abbiamo inoltre avuto la possibilità di fare una bella passeggiata a piedi per conoscere meglio la nostra città!!


Le uscite sono state organizzate dall’insegnante Silvia Roversi nell’ambito delle iniziative relative alla Giornata della Memoria 2015: grazie di cuore a Tiziana e Silvia!   


Un po’ di storia-

L’esistenza di una comunità giudaica nella città emiliana è documentata già nel 1390 ma è solo nel XVI secolo, quello che fu definito “secolo estense”, che la compagine ebraica vide il suo massimo splendore e prestigio sociale, dovuto specialmente al contributo del gruppo sefardita fuggito dalla Spagna. Quando il Ducato di Ferrara cadde nelle mani dello Stato Pontificio, nella città di Cento, come era già accaduto a Ferrara, la popolazione ebraica venne isolata dalla rimanente comunità di religione cristiana. Quindi, nel 1636, i rappresentanti del governo pontificio fondarono nel cuore della città il ghetto che mantenne il suo isolamento fino al 1859, quando si decise per l’abbattimento delle cancellate e i Giudei poterono finalmente esercitare gli stessi diritti pari al resto della popolazione italiana. Verso la fine del XIX secolo, la pesante recessione economica finì per colpire anche la comunità ebraica con la conseguenza della disgregazione della Comunità centese che si saldò con quella di Ferrara. Tutti gli elementi che costituivano l’arredo interno e gli oggetti di culto contenuti nella sinagoga sono appunto custoditi nel tempio ebraico di Ferrara. L’insieme che forma l’antico ghetto di Cento, ora integralmente restaurato, è costituito da un gruppo di abitazioni che si affacciano su tre corti collegate, dove risalta quello in posizione centrale, abbellito da eleganti balconcini del Settecento.

 

                                                                                                                   (M. Ravasini)

LA NOSTRA PALESTRA

Il plesso "Carducci" è dotato di una modernissima ed attrezzatissima palestra utilizzata dai nostri alunni per gioco libero e per attività sportiva. Vari sono i progetti di educazione motoria realizzati nella scuola primaria "Carducci", tra i quali ricordiamo:

- Pallavolo Benedetto Volley;

- Lo sport a scuola (esperti delle socirtà sportive del territorio presentano le varie discipline);

- progetto nuoto

- Progetto "Sport e Musica"

- Progetto Golf.

(A.Diozzi) - febbraio 2015

FRUTTA NELLE SCUOLE

Arance  e  neve !

 

Ci siamo alzati, oggi 6 febbraio 2014, con la sorpresa della neve, siamo arrivati a scuola trafelati e felici, ma  bagnati come pulcini: ci voleva proprio una bella spremuta di arance fresche per iniziare la mattinata energizzati dalla vitamina C!

Infatti, nell’ambito del Programma Europeo “Frutta nelle Scuole”, promosso dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, programma a cui la nostra scuola ha aderito volentieri, oggi era prevista la consumazione di spremuta d’arancia preparata al momento: mai giornata fu più azzeccata!

E’ stato gradevole e divertente bercela insieme, poi … tutti al lavoro!               (M. Ravasini)

Aderiscono al progetto Frutta nelle Scuole il plesso "Carducci" e "Il Guercino" della scuola primaria.

CONOSCIAMO IL NOSTRO TERRITORIO E LA NOSTRA STORIA : LA BONIFICA

SEGNI   PARTICOLARI:   DIVERTENTISSIMO !

 

E’ stato stradivertente davvero lo spettacolo messo in scena dal poliedrico Lorenzo Bonazzi, responsabile del settore di Educazione Ambientale del Centro Agricoltura Ambiente di Crevalcore (BO) nonché attore convincente, capace di interagire a lungo con gli alunni narrando loro “Racconti di ponti e storielle di ombrelli”, facendoli addirittura recitare insieme agli insegnanti presenti.

Le classi Terze, Quarta e Quinta delle “Carducci” hanno così potuto ascoltare, e alla fine anche interpretare, la storia delle opere di bonifica della nostra regione raccontata con verve artistica e rigore scientifico dal bizzarro custode del Museo dell’acqua e della bonifica. Ad ogni oggetto che esso estraeva dal suo stipato baule corrispondevano un aneddoto, una curiosità o notizie storiche che hanno offerto spunti di riflessione per conoscere come sia iniziata l’opera di bonifica delle nostre terre e come, ancora oggi, sia importante il ruolo dei consorzi di bonifica per la gestione e la difesa del territorio.

Gran finale in bellezza tra colori, travestimenti, musica , poesia e … spruzzi d’acqua a volontà!

                                                                                                                              (M. Ravasini)

14 gennaio 2015

ONLY IN ENGLISH, PLEASE!!

 

ONLY  IN  ENGLISH, PLEASE !

 

Nelle classi Terze, Quarta e Quinta della scuola “Carducci” sono già cominciati gli incontri con il conversatore madrelingua Michael Scott Hughes e l’inglese appassiona ancora di più alunni ed insegnanti che sono tenuti a comunicare rigorosamente in L2, tra impegno, tanta attenzione e qualche sana risata.

Michael, di origine californiana, ormai da tempo entra nelle nostre scuole portando competenza e simpatia e contribuendo in modo significativo a far amare la lingua inglese sia agli adulti che ai ragazzi.

Nelle foto, alcuni momenti di lezione in aula.

                                                 ( M. Ravasini )

LA BEFANA VIEN DI...GIORNO!!

LE  MUTANDE  DELLA  BEFANA

 

E’ arrivata quatta quatta  con sacco e scopa sulle spalle, accompagnata dal fidato Befanone e in via davvero eccezionale! Sì, perché di solito la Befana vien di notte, ma nelle classi Terze delle “Carducci”, in seguito a gentile richiesta inoltrata da maestre e genitori, la buona vecchina ha fatto visita ai bambini portando in dono cioccolato e caramelle per tutti (bimbi cattivi in odor di carbone non ce ne sono!) e ricevendo in cambio un utilissimo regalo: un bel paio di eleganti mutandoni che la proteggeranno sicuramente dal freddo  umido e pungente durante i suoi  magici voli notturni.

Befana e Befanone sono stati accolti con entusiasmo e tempestati di domande dagli alunni, che avevano anche realizzato simpaticissime Befane di carta alle quali era possibile sollevare il gonnellone per ammirare ogni sorta di variopinte mutande “scaccia gelo” degne dei migliori stilisti super modaioli!

                                                                                                    ( M. Ravasini)