IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2017/18

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

Scuola Primaria "Il Guercino" 2016-17

 Scuola Primaria "IL GUERCINO" (Tempo Pieno - 40 ore settimanali)

 

 

Via Dante Alighieri, 6 - 44042 Cento (FE)

 

 

 

 

 

Tel. 051-90.40.30 Fax 051-683.26.97

 

 

 

E-mail: feic81800p@istruzione.it

 

RICORDI DI FINE ANNO

“OLTREMARE” prima delle VACANZE ESTIVE

Siamo arrivati al termine  di questo Anno Scolastico 2016-2017  ed ogni classe del nostro Istituto ha realizzato valide esperienze formative, didattiche e  progettuali.

La classe 2^A della Scuola Primaria “Il Guercino” nell’ultima parte dell’anno scolastico insieme alla classe 2^B  si è  recata in gita  al Parco Tematico “Oltremare “ di Riccione. E’ stata una sfida contro la pioggia incalzante che ci ha accompagnati fino a destinazione e pareva alle 7. 30 del mattino volerci dissuadere dall’intraprendere la nostra avventura. Ma fortunatamente le avversità meteorologiche non hanno fatto scemare l’entusiasmo dei nostri piccoli allievi e delle loro insegnanti e ne è valsa la pena… E’ stata davvero un’emozione unica vedere i bambini felici e incuriositi, meravigliati dallo spettacolo dei delfini e soprattutto dal cogliere il “legame” che li unisce  ai loro addestratori. Ammiravano entusiasti i delfini anche quando saltavano in acqua e con guizzi potenti “schizzavano” le prime file delle gradinate, dove erano seduti i bambini attrezzati di scuole diverse, che aprivano repentinamente gli ombrelli, creando uno scenario variopinto, con sottofondo musicale. Partecipando al  laboratorio di scienze, sfidando la “tensione superficiale dell’acqua” i bambini sono riusciti a far galleggiare delle graffette di metallo, un’arancia con la  buccia.. sperimentando il concetto della “densità” dell’acqua. Ritornando a casa il sole ci ha accompagnati e divertimento e apprendimento sono stati garantiti!!!!!

 

Le attività svolte  sono state proprio tante, ma ormai l’anno scolastico è volato via…

Siamo arrivati al 7 Giugno 2017, ultimo giorno di scuola per tutti gli alunni dell’I.C.1. Forti emozioni aleggiano nelle  aule, bambini e ragazzi che si abbracciano, piangono commossi, non vogliono lasciare i loro compagni, i loro insegnanti, punti di riferimento costanti nel loro percorso di crescita e formazione e intonano inni e canti  corali. Le vacanze li attendono…Noi insegnanti saremo di nuovo qui pronti ad aspettarli, per guidarli nel loro cammino scolastico e intraprendere con passione ed entusiasmo con loro delle “nuove avventure percorrendo le strade del sapere”.

La 2^A augura a tutti  BUONE VACANZE e un ARRIVEDERCI al 15 Settembre.

                                                                                                           Imma Fusco

 

 

...E VISSERO FELICI E LEGALI...LA CLASSE IV B PER FALCONE E BORSELLINO

La classe IV B dell’Istituto Comprensivo “Il Guercino” ha voluto dare il proprio contributo di impegno civile partecipando alle manifestazioni patrocinate dal Comune di Cento e dalla sezione Libera del Cento-Pievese, in occasione del 25° anniversario della strage di Capaci, rappresentando l’evento teatrale “ E vissero felici e legali…”.

I bambini hanno rappresentato, con scioltezza, spontaneità ed impegno, un testo scritto dalle loro maestre, Laura Riviello, Donatella Gabrielli, Chiara Cavicchi e Paola Leoni, con riflessioni sulla quotidianità abbinando il concetto di felicità al concetto di legalità. Il ritornello “Sono felice quando…” del primo tempo, trasformato in “Sono legale quando…” ha commosso il pubblico rappresentato dai genitori, dagli ospiti della “Coccinella Gialla” e dagli assessori Grazia Borgatti e Matteo Fortini.

E’ stato un pomeriggio denso di emozioni dove dei bimbi cosi piccoli hanno offerto ai “grandi” momenti di riflessioni importanti, recitando frasi toccanti di persone colpite dalla mafia, tra cui spicca, trattandosi di uno spettacolo scolastico, la frase dei Antonino Caponetto: “La mafia teme la scuola più della giustizia, l’istruzione toglie l’erba sotto i piedi della cultura mafiosa”.

 

La dirigente Anna Tassinari, a conclusione del percorso, nel ringraziare insegnanti, bambini , pubblico e assessori, ha ricordato come la legalità sia legata anche alla solidarietà e non a caso l’evento  è stato svolto presso la Coccinella Gialla; nella progettualità dell’Istituto Comprensivo “Il Guercino”, il binomio legalità e solidarietà prevede varie iniziative.

Articolo su Estense.com : "E vissero felici e legali"

LA FESTA DELLO SPORT

Come ogni anno è arrivato il momento tanto atteso dagli alunni della Scuola Primaria “Guercino” di partecipare alla ormai”storica” Festa dello Sport al Campo di Atletica di Cento.

Nelle giornate del 16, 17 e 22 Maggio, tutte le classi si sono cimentate in gare di salto in lungo, salto in alto, corsa veloce, lancio del vortex e nel “mitico “ gioco finale di ruba bandiera con la palla da rugby, coordinato dall’operatore Nicola Fregni.

I vincitori..........?!? Il divertimento dei bambini, l’impegno dei ragazzi del Liceo Cevolani (tutor della giornata), e la consapevolezza di aver giocato tutti insieme nel rispetto delle regole, degli altri e nella valorizzazione delle diversità.

I giovani atleti hanno gareggiato con lealtà e correttezza, dimostrando che la lealtà sportiva rende più forti e crea di ogni occasione motivo di fare sport e di divertirsi insieme.

 

 

                                                                Graziella Borghi

IL NOSTRO CORO

WE WILL ROCK YOU

 

"Ti scuoteremo"

 

... ma anche ...

 

"Ti culleremo"

 

 

Due classi di bambini allegri e impegnati, un insegnante di inglese appassionato di musica, una maestra interessata al canto corale e tenace: il risultato è " WE WILL ROCK YOU ".

È il titolo della seconda esibizione canora delle classi IV A e V C della Scuola Primaria "Il Guercino".

Il 19 maggio si è svolto il concerto per le famiglie.

Lo spettacolo è iniziato con la toccante recitazione del brano "Se questo è un uomo" di Primo Levi e l'esecuzione in ebraico  del canto "Gam gam".

Gli anni della protesta sono stati rievocati da "Another brick in the wall" dei Pink Floyd.

È seguita l'esecuzione di "Who wants to live forever".

Il battito di mani del pubblico ha accompagnato il coinvolgente ritmo di "We will rock you".

Il concerto è proseguito con "Like a prayer" di Madonna e due ninne nanne. Una in lingua sarda ("Ai ninnora"), accompagnata dai bambini con i tamburelli, e l'altra in spagnolo: "La nanita nana".

La famosissima e sempre emozionante "Che sarà" ha coinvolto tutti nel canto.

Ancora una canzone in inglese: "Time after time".

Con un volo di voci è stato intonato "Adiemus" di Enya, un brano  che esprime bisogno di pace e di intimità.

Infine i bambini si sono scatenati cantando "Titanium".

Il desiderio, espresso nel discorso di apertura, di divertire, emozionare e far cantare il pubblico è stato esaudito!

Da "We will rock you":

"Un giorno sarai un grand'uomo...

Un giorno ti prenderai il mondo sulle spalle..."

                                                                    Gloriana Roncarati

 

 

E' L'ORA DEL CODING

Vi presentiamo un esempio di attività di Coding e pensiero computazionale realizzato nella scuola primaria “Il Guercino”:

Coding è un termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione. Parliamo di programmazione informatica ovviamente ma non nel senso più tradizionale dell’espressione. Il coding a scuola è una scoperta – se così possiamo definirla – recente. Parliamo di un approccio che mette la programmazione al centro di un percorso dove l’apprendimento, già a partire dai primi anni di vita, percorre strade nuove ed è al centro di un progetto più ampio che abbatte le barriere dell’informatica e stimola un approccio votato alla risoluzione dei problemi. Parliamo di pensiero computazionale, ovvero di un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione. Con il coding bambini e ragazzi sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere.

Bambini e ragazzi si trovano davanti a quello che più li diverte: un tablet, il monitor di un pc, un robot. Sta a loro animare, far prendere vita, imparare a fare muovere i loro personaggi in un certo modo, siano essi virtuali o meno (come nel caso della robotica educativa. In sintesi imparano a raggiungere un obiettivo. Vengono utilizzati strumenti come  Scratch o Scratch Jr. per i più piccoli. I bambini giocano e vincere ogni sfida significa risolvere problemi. Piccoli problemi come evitare un ostacolo o di farsi catturare da uno dei personaggi cattivi della storia, giusto per fare un paio di esempi. Per risolvere il problema devono impegnarsi per capire quale possa essere la possibile soluzione, e se raggiungono l’obiettivo hanno imparato come fare

Coding e pensiero computazionale, nella scuola primaria o in altri contesti, sono fratelli della robotica educativa, la possibilità cioè che i ragazzi possano imparare assemblando un kit robot da costruire e dopo averlo costruito programmino il loro robot. Nel coding si usano strumenti che consentono di visualizzare i risultati su uno schermo. Nella robotica educativa i bambini apprendono un approccio nuovo alle materie scientifiche attraverso la robotica. A volte coding e robotica educativa sono un tutt’uno.

Nell’esempio presentato dal maestro Salvatore Dimilta, i bambini hanno progettato una “macchina” per richiamare il silenzio, la “zitt men machine”.

Nel file allegato : la progettualità

 

MAGGIO 2017

zitti men per stampa.pdf
Documento Adobe Acrobat 29.5 KB

LA CLASSE IV B VINCE IL PRIMO PREMIO AD UN CONCORSO DI POESIA

La classe 4 "B"  della scuola Primaria Guercino IC1 Cento ha vinto  il PRIMO PREMIO del concorso "LUCIANA ALBIERI" relativo alla categoria "componimento poetico" (il primo premio consiste in € 300 destinato all'acquisto di materiale utile alla Scuola). La poesia che vi presentiamo ha il titolo “Pensieri di … famiglia” ed è nata intrecciando, rimescolando rime, parole e pensieri di tutti gli alunni della classe. Il  5 maggio alle ore 9 ha avuto luogo la premiazione presso l’aula collegiale della scuola alla presenza della docente Donatella Gabrielli che ha coordinato il lavoro della classe.E’ il terzo anno consecutivo che il nostro istituto vince questo premio a testimonianza, come riferisce la dirigente Anna Tassinari, della sensibilità e dell’accoglienza che le docenti riservano alle tematiche dell’inclusione e della genitorialità, considerando anche la presenza di bimbi adottati o in affido che frequentano le nostre scuole.


Il dott.Visentini Marco, consigliere dell’ Associazione “Dammi la mano” onlus, ha brevemente presentato le attività dell’associazione e raccontato la propria esperienza di genitore adottivo.  Gli alunni, attenti, hanno ascoltato con grande interesse e visibilmente emozionati. Il dott. Visentini ha poi consegnato il diploma ed una sacca ad ogni alunno, rinnovando i complimenti per la poesia che esprime in modo profondo le ansie, le gioie ed il valore dell’amore.

Al ritorno in classe gli alunni hanno ribadito e socializzato il loro gradimento e coinvolgimento per i contenuti ed i valori espressi dal dott. Visentini. L’associazione si occupa delle famiglie affidatarie ed adottive e tutti gli anni propone alle scuole questo concorso rivolto ai bambini delle classi quarte e quinte  per sensibilizzare all’affido e all’adozione. L’associazione appartiene al gruppo “AGIRE SOCIALE” di Ferrara.

 

PENSIERI  DI…  FAMIGLIA

L’amore è un dono

Non importa se sei adottato

l’importante è essere amato,

la famiglia resta vicina col cuore

e aiuta con amore.

Non crederti diverso, pensi male

per noi sei una persona normale

ed essendo tutti amici

non possiamo che esser felici

L’amore è un dono

Per le famiglie che hanno adottato

come se fosse appena nato

è facile chiamare  figlio il nuovo bambino

ma di ansia ne avranno certamente un pochino.

Nel cuore, però, una luce brilla

che poi diventa favilla

per accendere il fuoco dell’amore

che riempie tutto il cuore.

L’amore è un dono.

La famiglia affidataria

non è fatta d’aria

ha problemi e preoccupazione

da tenere in considerazione

ma anche amore da regalare

e a un bambino consegnare.

L’amore è un dono.

La famiglia  non ti giudica

la famiglia è unica.

La famiglia sono le persone

che ti stanno a cuore, con attenzione

e comprensione.

La famiglia ti lascia sognare

e libertà di pensare.

La famiglia è la cosa più  importante

che tutti i bambini devono avere in ogni istante

 

Dolci famiglie piene d’amore che amate senza paura

che amate senza misura

e strappate via dal dolore

bambini che della vita hanno solo timore.

Per questi bambini una nuova occasione

per ricominciare una vita migliore.

 

Madre padre figlio figlia

si forma una bella famiglia.

Loro hanno il TUO amore

e tu hai il LORO amore:

l’amore è un dono.

 

 

Questa poesia è stata scritta dai 22 alunni di IVB Guercino IC1 Cento.

Ogni bambino ha scritto una parte, poi, insieme, hanno composto un’unica poesia.

 

Insegnanti: Gabrielli Leoni Riviello Cavicchi

 

 

Articolo su Area Centese.com :"CENTO, LA POESIA DELLA 4B DELL’IC1 GUERCINO VINCE IL PRIMO PREMIO DEL CONCORSO “LUCIANA ALBIERI:

 

Articolo su Estense.com  "La scuola Guercino di Cento vince il concorso “Luciana Albieri”

 

CONCORSO HERA: LA GRANDE MACCHINA DEL MONDO

La nostra classe 3^B della primaria "Il Guercino"  ha partecipato al concorso dell’Hera “La grande macchina del mondo” con l’elaborato allegato dal titolo TRASFORMARE IL FUTURO

Da oggi andando sul sito dell’hera

 

gmm.gruppohera.it/vota_foto/   è possibile votare on line il nostro lavoro. 

 

I 30 elaborati più votati verranno giudicati da esperti per decretare i primi tre vincitori;dal momento che i buoni spesa sono consistenti, noi ci  proviamo…

 

Invitiamo tutti a votare il nostro lavoro, speriamo almeno di passare il primo step.

 

 

 

Grazie

 

Maria Pellecchia

 

BUONA PASQUA

E’ giunta finalmente la Pasqua!!! A questo punto dell’anno la stanchezza si fa sentire e meritiamo tutti un po’ di riposo. Gli ultimi giorni sono stati frenetici e i bambini pieni di adrenalina non vedevano l’ora di ultimare il loro lavoretto di Pasqua, realizzato  con partecipazione, entusiasmo e tanta voglia di fare….

La 2^ A augura alla nostra preziosa Dirigente, agli studenti, al corpo docente e a tutto il personale dell’I.C.1  di trascorrere insieme alle proprie famiglie

                              UNA PASQUA SERENA E GIOIOSA

                                                                                                         IMMA FUSCO

 

 

E DOPO I DOLCI...L'ORA DEI BISCOTTI!!

Giovedì 6 Aprile  la MYSTERY BOX  della 2^A  continua in classe con il  Progetto “Caro Nonno”. Tema dell’edizione 2017 è: “Paese che vai….Angoli che trovi, vicoli che scopri, luoghi che inventi”  e quest’anno i bambini grazie alla paziente signora Liliana hanno “memorizzato” la ricetta per realizzare un prodotto dolciario che compare tutte le mattine sulla nostra tavola e delizia il palato  dei bambini : i “Biscotti” . Una ricetta casereccia costituita da ingredienti genuini: farina, uova, burro,zucchero e lievito, per sperimentare,  “affondare le mani” nell’impasto morbido, cimentarsi nell’uso del mattarello ( attività ludica tanto amata dai bambini) e dare vita in maniera creativa a biscotti  “veri”, usando  formine e stampi variegati e suggestivi. Al termine del laboratorio  i piccoli chef , orgogliosi delle loro creazioni le  hanno portate a casa, cotte in forno e poi gustate…I biscotti sono diventati protagonisti del nostro cartellone  che sarà esposto alla mostra del Progetto “Caro nonno”, presso La Rocca dal 21 Aprile al 2 Maggio, dove sarà possibile visionare gli elaborati delle  classi delle varie scuole del territorio che hanno aderito al progetto. Ancora una volta si è realizzato un incontro  tra generazioni nonni-bambini lontane anagraficamente,  che però traggono arricchimento reciproco nella condivisione delle esperienze.

I nonni “tesoro inestimabile” di  saggezza e  professionalità, si sono accostati all’animo dei nostri discenti con molta  sensibilità,  permettendo  di costruire e realizzare prodotti con il loro “aiuto” per imparare l’”arte” e facendo conoscere a tutti le tradizioni locali.

Un grazie corale ai NONNI!!!!!

                                                                                                                                  Imma Fusco

 

 

MYSTERY BOX PER LA SECONDA A

                                             MYSTERY BOX PER LA 2^A

Mercoledì 29 Marzo la classe 2^A della Scuola Primaria”Il Guercino”, accompagnata dalle sue insegnanti Imma Fusco e Antonella Diaco, si è recata presso il Centro Cottura  Gemos in via dei Tigli, per un laboratorio di ed. alimentare condotto dalla dietista Federica Giacomini. Disposti in 4 postazioni da 6, pronti per diventare protagonisti attivi, cuochi provetti  e per essere coinvolti nella preparazione gastronomica di 4 MYSTERY BOX, i bambini hanno indossato grembiule e cappello personalizzato con il loro nome da chef, che hanno poi portato a casa come un trofeo. Il capogruppo dopo aver preso gli ingredienti già pesati in precedenza, li ha versati in una grossa terrina nella quale, con sinergia di movimenti e con gran forza, “ a colpi di frusta”, a turno i compagni hanno versato e mescolato: zucchero, uova, latte, olio, farina e dulcis in fundo: lamponi, mandorle, uva sultanina e cocco per creare  4 varianti per le nostre mistery box. Alla domanda della dietista:”Quale sarà il risultato?” tutti hanno risposto:”Le torte di MASTER CHEF!!!!!” E’ stato senza dubbio un laboratorio stimolante per i bambini entusiasti, guidati nella creazione della loro “opera culinaria”. Ogni tanto qualche curioso, incredulo, assaggiava la squisita crema omogenea ottenuta, ancora più buona  da mangiare cotta. Il pomeriggio infatti, tutti prontissimi a gustare calde le ottime torte per fare una meritata merenda. Ma l’avventura non è finita alla Gemos e la sorpresa per i bambini è continuata!!!  Il tepore  primaverile ci   ha invogliati a fare una piacevolissima passeggiata per tornare a scuola, permettendo ai bambini di cogliere i particolari della natura. Che meraviglia e incanto la ”Magia di Primavera”: cielo azzurro, sole ridente, erba verde, prati fioriti, fischi di uccelli e farfalle svolazzanti. Camminando e osservando, la dietista Federica ci ha accompagnati e lungo il tragitto ha catturato l’attenzione dei piccoli allievi con una lezione “concreta” di educazione alimentare parlando dei cibi: frutta, verdura e legumi che possiamo assaporare in questo periodo dell’anno e valorizzando le loro proprietà. Domande e risposte di getto “a ritmo di passi” e pause di riflessione per guardare intorno….Mattinata  piena di “Mystery” per gli alunni della 2^A, piccoli e diligenti “Master chef all’avventura”!!!!

Grazie alla dietista Federica per l’”accattivante lezione” !!!!!              

                                                                                                                           Imma Fusco

 

 

"MAGIA DI NIRANO" E UN TUFFO NEL PASSATO

Il giorno 2 marzo le classi III A e III B si sono recate in gita accompagnate dalle rispettive  insegnanti: Laura, Claudia, Serena, Rosa Maria ed Elisabetta.

Percorrendo lo Stradello del Riccio e del Gufo si sono ritrovati in un paesaggio lunare nella Riserva Naturale delle Salse di Nirano sulle colline modenesi.

Accolti al Cà Tassi nel Centro visite e di documentazione culturale della Riserva, le scolaresche sono state accompagnate dagli operatori, inizialmente, alla visione di angoli suggestivi ricchi di esemplari di animali , di bacheche piene di fossili e minerali… per poi apprezzare e fruire della magica atmosfera del paesaggio circostante ricco di biodiversità vegetali e faunistiche.

I piccoli visitatori si sono mostrati estasiati ad apprezzare un fenomeno straordinario, unico e naturale nel nostro territorio per le caratteristiche geologiche e ambientali, simboleggiato dagli pseudo-vulcanelli di fango dovuti alla emissione di idrocarburi. Infatti, con il termine “salse” si intendono quelle strane sorgenti di acqua fangosa, salata e sempre fredda da cui vengono emessi diversi materiali: liquidi (acqua salata), solidi (argilla) e gassosi (metano).

Assumono l’aspetto di piccoli “crateri”, ove gorgogliano bolle di una miscela di gas, soprattutto metano e con colate dai toni molto scuri a decisamente più chiari, sul grigio cenerino, ma spesso anche tendenti al biancastro per la diffusa cristallizzazione di sale in superficie, rendendo così la struttura e il luogo circostante ancora più caratteristico e  magico.

Sono state illustrate anche le relazioni tra le salse e la sismicità, che permettono di attribuire ad esse uno speciale significato nel campo della predizione sismica, per esempio quella della emissione del radon per la previsione dei terremoti. Hanno concluso la prima parte della gita nell’area attrezzata per il pic-nic nel rispetto e nella tutela dell’ambiente e riflettendo sui comportamenti virtuosi da perseguire.

Lasciata la Riserva, i bambini, hanno fatto un salto nel ….passato di 3500 anni alla scoperta delle tracce del villaggio nel Parco archeologico e Museo all’aperto della Terramara di Montale.

I ragazzi sono stati coinvolti in un percorso formativo, interattivo e didattico collegato all’archeologia con attività laboratoriali di scavo per scoprire insieme come si ricostruisce la storia. Inoltre, è stata organizzata una visita nelle due abitazioni costruite su piattaforme sopraelevate e   arredate con vasellame, utensili, armi, tessuti,vestiti…fedelmente riprodotti.

Immersi con interesse vivace nell’atmosfera di quel tempo e soddisfatti dell’esperienza vissuta hanno fatto, piacevolmente, ritorno alla realtà, giungendo verso sera alle comodità del “focolare” domestico dei tempi progrediti.

 

Palazzolo M. Elisabetta

 

 

 

A "IL GUERCINO" SPLENDE SEMPRE IL SOLE !!

Anche quest’ anno gli alunni della classe 4° A hanno avuto l’opportunità di recarsi all’Osservatorio Astronomico Comunale “P. Burgatti”, dove gli astrofili centesi li hanno accolti con il consueto entusiasmo.

E’ davvero un privilegio avere accesso alla struttura attraversando semplicemente il giardino retrostante la scuola: questo consente a tutte le classi dell’ Istituto di fare esperienze uniche a costo zero e con un impegno organizzativo minimo.                                                  

Man mano che i bimbi crescono, passando da una classe alla successiva, gli argomenti proposti durante i laboratori vengono ricalibrati di volta in volta, in modo da rendere l’attività sempre accattivante ed al passo con i programmi relativi alle discipline curricolari. Dunque, si spazia dalla geografia, alle scienze, all’educazione all’immagine in quanto l’universo ed i corpi celesti da sempre generano grande curiosità, oltre ad essere oggetto degli studi più disparati.

La scorsa settimana, i bimbi hanno seguito un percorso che ha previsto una veloce carrellata descrittiva sul nostro sistema solare, per poi venire tutti coinvolti nella costruzione di un modellino tridimensionale utilizzando materiale di riciclo. Gli alunni, come sempre coinvolti e divertiti dal garbo e dall’allegria di Davide Balboni e Claudia Ferrari, hanno dato ognuno il proprio tocco personale all’elaborato che poi hanno potuto portare con loro e che ora campeggia fiero sulla parete dell’ aula!

La visita si è conclusa con l’osservazione della nostra stella sovrana, il sole, che attraverso la lente del telescopio, è apparso come un cerchio rosso su fondo nero… una veste neanche sospettata dai bimbi, che non smettevano più di fare domande su quella visione tanto insolita… e sul laboratorio che li aspetta il prossimo anno!

                                                                                    Tiziana Scimia

Febbraio 2017

 

I VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILE A SCUOLA

Articolo di Taccuino Centese del 03/02/2017

ENGLISH CAMP - PRONTI PER PARTIRE CON L'ENGLISH CAMP A GIUGNO NELLE NOSTRE SCUOLE

SULLE ORME DEI..."GIGANTI DELL'ARGENTINA"

Martedì 31 Gennaio,  le  classi  3^A  e 3^B  della  scuola  primaria  “Il Guercino” si  sono  recate  a  Padova,  al  Centro  Culturale Altinate S. Gaetano,  all’interno  del  quale  è  stata  allestita  una  mostra  scientifica   dal  titolo  “Dinosauri: I Giganti  dall’Argentina” (http://www.dinosauripadova.it/). Questa  mostra  è  stata  l’occasione per  i  nostri  alunni  per  avvicinarsi a comprendere l’intero percorso evolutivo dei dinosauri dalle origini fino all’estinzione, narrati attraverso reperti  e copie accuratissime, provenienti dall’Argentina, uno dei territori più ricchi ed importanti per lo studio dei dinosauri. Interessanti e sorprendenti le  riproduzioni ottenute con tecniche sofisticatissime, a partire dai resti fossili, alle  quali  gli  alunni  si  sono  potuti avvicinare con  curiosità  e  con  un certo  brivido,  quando con  lo  sguardo  all’insù  hanno  potuto  ammirare  i 38  metri  di  lunghezza  dello  strepitoso Argentinosaurus huinculensis. Le  insegnanti  Rosa Maria, Elisabetta, Claudia e Maria,  che  hanno accompagnato gli alunni  in  questa  visita guidata,  non  hanno  potuto  che  essere  soddisfatte  di  aver  colto l’occasione  di  poter  far  sperimentare ai bambini  la  bellezza  del sapere  storico-scientifico.

 

                                                                            Maria Pellecchia

La Protezione Civile va a scuola

 

Nei giorni scorsi le classi terze, quarte e quinte di entrambi i plessi della nostra scuola primaria hanno partecipato ad un incontro d’eccezione condotto dai  volontari della Protezione civile. Guidati dal coordinatore della sezione di Cento, Carlo Lodi, i volontari hanno illustrato tutte le attività di loro competenza attraverso le molte immagini degli interventi effettuati nel nostro territorio ma anche nei luoghi delle attuali emergenze nel centro Italia. I bimbi hanno avuto occasione di comprendere il ruolo fondamentale della Protezione Civile in caso di necessità rispetto ai rischi naturali e antropici: dalle alluvioni, ai terremoti, all’emergenza neve di questo inizio d’anno, le immagini mostrate hanno offerto spunti di riflessione e chiarimenti fondamentali per i nostri alunni.

Il momento di massima concentrazione però, è arrivato con la proiezione del cartone animato su “Civilino”: la simpatica mascotte ha spiegato in modo semplice e giocoso i corretti comportamenti in caso di terremoto. E’ stato sorprendente vedere come nei nostri alunni il ricordo di questo evento sia ancora tanto vivo nella memoria e quanto abbiano apprezzato il fatto che dei veri esperti venissero a spiegare loro cosa fare in casa, a scuola o anche al parco nel caso sopraggiungesse una scossa.

I volontari hanno risposto con precisione e serietà a tutte le perplessità e curiosità espresse dai bimbi che, una volta in classe, hanno continuato a discutere fra loro e con noi insegnanti di tutto ciò che avevano visto.

L’incontro si è svolto il 24 gennaio 2017 e sarà ripetuto il 2 febbraio presso il plesso “Carducci”.

 

Tiziana Scimia

IL CARNEVALE PER LE SCUOLE

Si parte con la spettacolare “Kermesse del  Carnevale”!!!!!!

Location suggestiva, il salone di rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento in cui si è svolta Sabato 28 Gennaio 2017 alle ore 10.30 la conferenza stampa di presentazione del Carnevale Un’iniziativa interessante è “Aspettando…il Carnevale” che riguarda tante iniziative collaterali che a Cento nel mese di festeggiamenti, arricchiranno le proposte offerte ai turisti in attesa di immergersi nel clou dell’evento con la sfilata pomeridiana nel centro storico e soprattutto le iniziative che coinvolgeranno il mondo della scuola. Dal 12 Febbraio al 12 Marzo la città di Cento si vestirà a festa per accogliere i turisti che arriveranno e le vetrine saranno allestite a tema carnevalesco, pronte per partecipare  al concorso “Che Carnevale in Vetrina… i Ragazzi ci guardano”, a cura di Ascom, Cento in centro e Proloco. Saranno coinvolte una sessantina di attività commerciali del centro storico centese in un’appassionante gara di fantasia ( dal 18 Febbraio al 5 Marzo),  con l’uso creativo della cartapesta, regina incontrastata della tradizione centese. La giuria popolare sarà costituita dai nostri alunni della Scuola Primaria dell’I.C.1 e dai bambini dell’I.C.2.Le premiazioni finali per le tre migliori realizzazioni sono previste nella domenica conclusiva del 12 Marzo  sul palco di Piazza Guercino.Come ha affermato Marco Amelio, presidente di Ascom Confcommercio, che ha permesso con le sue parole  un  applauso scrosciante per tutti i bambini delle scuole di Cento che partecipano sempre con grande entusiasmo ai vari progetti e concorsi proposti, questa iniziativa verrà presentata in dettaglio alle scuole il 9 Febbraio alle ore 15 in una conferenza stampa al Palazzo del Governatore. Ci sarà un’iniziativa della Polisportiva Centese patrocinata dal Comune,  aperta a tutti i bambini delle scuole, ma anche ai gruppi di adulti,  la “Camminata-Corsa in maschera non competitiva a passo libero”, alla sua seconda edizione, che si svolgerà Sabato 4 Marzo e un’apposita giuria premierà il miglior costume maschile, femminile e il miglior gruppo. Le iniziative non finiscono qui, ce ne saranno tante altre e altrettante sorprese che gli alunni dell’I.C.1 aspettano con ansia!!!

 

                                       La referente dei Progetti della Primaria “Il Guercino” Imma Fusco


I BAMBINI DE "IL GUERCINO" INCONTRANO IL GUERCINO

Grazie alla grande disponibilità del Comune di Cento ed, in particolare, della responsabile dei musei civici Elena Bastelli, il 24 e 25 gennaio, le classi 3 A e 4 A della nostra scuola primaria si sono recate a visitare gratuitamente la mostra di Giovanni Francesco Barbieri, detto “Il Guercino”.

Si è trattato di un’occasione davvero speciale in quanto, a seguito del danneggiamento subito nel 2012 dalla pinacoteca civica, le mirabili opere del grande artista centese hanno ritrovato una dimora d’eccezione presso l’Auditorium di San Lorenzo, dopo essere state in giro per il mondo a Bolzano, Zagabria, Varsavia e Tokyo.

In questa splendida cornice barocca, dunque, guidati dalle sapienti ed accattivanti spiegazioni fornite dalla signora Bastelli, i nostri alunni si sono immersi nell’atmosfera famigliare, intima e domestica della pittura di impronta caravaggesca del nostro concittadino.

Le dodici opere hanno destato grande interesse nei piccoli visitatori che non hanno perso occasione per rivolgere domande e fare osservazioni ricche di incanto e curiosità. Ogni particolare è stato oggetto di discussione e, dopo aver avuto poche semplici indicazioni per “leggere” le immagini, i bambini sono stati subito in grado di cogliere e riconoscere autonomamente i tratti caratteristici dei personaggi raffigurati, riuscendo a decifrare ed interpretare immagini tanto ricche di significato.

La visita si è conclusa fra gli applausi e l’entusiasmo di tutti i piccoli recensori.

 

                                                                    Tiziana Scimia

 

      OPEN DAY 2016-2017

 

Che lo spettacolo abbia inizio!!

    

 

Porte aperte alla Scuola Primaria “Il Guercino” sabato mattina dalle 9.30 alle 12.30 per l’OPEN DAY. Un appuntamento che si rinnova ogni anno per accogliere i piccoli ospiti emozionati provenienti dalle Scuole dell’Infanzia . La mattinata è stata organizzata e strutturata senza lasciare nulla: ogni insegnante presente ha contribuito a mettere a proprio agio “i piccoli allievi” trepidanti, accompagnati da genitori altrettanti emozionati e a “rompere il ghiaccio”, coinvolgendoli con attività ad hoc, strutturate per questa occasione speciale. Il momento della scelta della scuola comporta delle implicazioni psicologiche, in quanto è vissuto con ansia da bambini e genitori ed è rassicurante per questi ultimi ,conoscere la scuola in cui i propri figli trascorreranno una parte consistente del loro tempo, osservando “all’opera” gli insegnanti, artefici del progetto educativo-didattico, con cui familiarizzeranno negli anni a venire. Le attività laboratoriali messe in atto hanno avuto come filo conduttore la fiaba di “Cappuccetto Rosso”, procedendo alla scoperta dei  locali della nostra scuola, secondo vari step con un percorso indicato con frecce, cartelli, disegni di “piedini” e personaggi della fiaba: Cappuccetto Rosso, la nonna, la mamma, il lupo, il cacciatore.

 In palestra i piccoli allievi iniziano il tour con impatto ludico e “liberatorio”, accolti dalla referente di motoria: Graziella Borghi,da Annalisa Costa e dagli alunni delle classi seconde, tutor d’eccezione per le “Olimpiadi di  Cappuccetto Rosso” indicate nelle varie postazioni dai loro cartelloni esplicativi: Cappuccetto Rosso che gioca a rugby, a calcio, il lupo che pratica atletica nel bosco, la mamma che gioca a basket, il cacciatore a volley…Un modo creativo per anticipare, con l’utilizzo di percorsi e piccoli attrezzi ai nostri ospiti, l’approccio ai vari sport che sperimenteranno nel prossimo anno scolastico. Dalla palestra si passa in 5^B dove i bambini vengono accolti  da Cristina Salvi e i suoi alunni impegnati nel laboratorio di costruzione degli strumenti musicali . Con le maracas in mano,  passano  nella postazione di Stefania Sandri e i suoi alunni che li accolgono nel laboratorio a ritmo di musica e con gioia sprizzante i piccoli allievi  battono il tempo con tamburelli, legnetti da percussione e piccoli bonghi. Sotto la guida del coordinatore di plesso, esperto informatico Salvatore Dimilta , gli alunni di 5^A mostrano agli ospiti i tablet e fanno provare i “prodotti” del Progetto Robocoop:  un piccolo circuito ed un coccodrillo costruiti con apprendimento pratico-ludico, utilizzando i “lego educational”, che si animano attivando suoni, luci e movimento.

 Laura Riviello, Donatella Gabrielli, Patrizia Govoni e Chiara Cavicchi,  accolgono i giovani allievi  che realizzano “Tangram”, costruendo  figure geometriche con tecniche e materiali differenti e scoprendo la “magia” della LIM. Seguiamo il percorso e le immagini  colorate di Cappuccetto Rosso e degli altri personaggi  che invogliano a salire al primo piano, dove Gloriana Roncarati e Claudia Dossi accolgono gli ospiti con i loro alunni di 5^C, predisponendo attività di pregrafismo  alla lavagna, utilizzando tracciati in vari formati, da colorare con tempere e  materiali diversi e nella farina di mais i piccoli allievi “affondano” le manine per “modellare”.  Nel corridoio centrale tre laboratori creativi catturano  l’attenzione degli ospiti curiosi e  imbarazzati  nella scelta. Da dove iniziare? Biscotti o burattini?  Il “Teatro dei burattini”, dove recitano gli alunni delle terze e delle quarte, coordinato da Ornella Normanno, è uno spettacolo da godere seduti in prima fila. Ci si diverte tanto impastando e modellando con la pasta di sale, i biscotti dalle forme più suggestive, guidati da Rosa Lamborghini e dai suoi alunni. Che gioia nel sostare nell’accattivante  laboratorio creativo, guidati da Elisa Palazzolo, Antonella Basilico e Renza Montanari per “costruire” in maniera operativa i personaggi della fiaba e poi portarli a casa con grande orgoglio, insieme al loro “Attestato di partecipazione”. Si entra poi in 1^A dove Giusi Cavallo e Samantha Maccaferri accolgono gli ospiti proiettando alla LIM scene della fiaba in lingua inglese, tra cui quella preferita dai bambini:”The wolf’s big mouth”, importantissima anche per la valenza emotiva che occupa nell’immaginario collettivo. Si presentano flash cards illustrate, come previsto dalla didattica ludica nell’apprendimento della lingua inglese in classe prima e i  piccoli ospiti e gli alunni di prima vengono coinvolti in una “caccia al tesoro”, finalizzata al riconoscimento immediato dei colori e dei personaggi della fiaba. Grazie ai nostri alunni che hanno partecipato a questa mattinata e ai colleghi che hanno realizzato questi laboratori.  Freud ci insegna che i mestieri più difficili  in assoluto sono: il genitore, l’insegnante e lo psicologo, ma come pedagogista ritengo che quello dell’insegnante sia il “mestiere” più bello del mondo, se fatto con  cuore e passione, facendo sì che il dialogo educativo  si trasformi in una coreografia di menti, stimolate ad apprendere e la classe in “un’orchestra che prova la stessa sinfonia” (D. Pennac). La prova della correttezza della procedura educativa è la FELICITA’ DEL BAMBINO  (Maria Montessori) e allora  aspettiamo i bambini dell’infanzia  a settembre ,sereni e motivati, pronti a “supportarvi”nella vostra nuova avventura alla Scuola Primaria “Il Guercino”!!!!!!!!!!

Hanno accolto i genitori: Tiziana Scimia e Claudia Grassilli

 

                                                                                                                            Imma Fusco (reporter della mattinata)

FESTA DI NATALE

                                     FESTA DI NATALE 2016

Giovedì 22 Dicembre le classi della Primaria “Guercino” hanno condiviso  un momento comune per  scambiarsi gli  auguri e festeggiare il Santo Natale. Ogni classe ha proposto un canto natalizio in italiano o in inglese, creando un’atmosfera suggestiva da cui trapelava tutta la gioia, l’armonia e la voglia dei piccoli partecipanti di essere  protagonisti attivi di questo evento. Dopo le esibizioni canore ha fatto la sua entrata in scena “Santa Claus”, tanto atteso e acclamato dai nostri alunni con entusiasmo e scrosci di applausi, che con i suoi modi di dire in dialetto centese, ha saputo tenere desta la loro attenzione.

Un momento particolarmente emozionante che ha toccato le corde del cuore, è stata la lettura da parte di due alunni della classe 2^A di una letterina di Natale rivolta alla “Carissima Dirigente Anna…” , a cui hanno voluto fare un dono speciale dedicandole  la poesia di Roberto Piumini “Natale”. Il loro “dono” è stata la  promessa  di continuare ad essere curiosi, motivati ad apprendere, generosi, rispettosi e di venire  a scuola sempre allegri e  volentieri . Questo dono fatto col cuore ad una “Persona” sempre presente, attenta e disponibile nella nostra Scuola, vissuta da tutti come una grande famiglia e come dicono i miei piccoli alunni, è  una scuola che diventa ancora più bella quando lei, entrando nelle classi, “dona il suo splendido sorriso”.

La festa è continuata poi nelle varie classi…quanta gioia e stupore  negli occhi dei  bambini che continuavano a chiedere: “ Cosa ci sarà nei pacchi portati da  Babbo Natale?

Fremevano  e in pochi minuti, con movenze ultrarapide, per appagare la loro innata curiosità, hanno scartato  i regali,  trovando libri avvincenti e giochi di società. Ultima fase dell’evento: ricche merende, dolci e salate da assaporare tutti insieme  a ritmo di musica.

E ora tutti in vacanza!!! Ci rivedremo  il 9 Gennaio 2017 motivati e pronti a continuare insieme il nostro “Viaggio” … Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo gioioso momento di condivisione e “dono per tutti”.               Imma Fusco

 

                                    BUONE FESTE E FELICE ANNO NUOVO!!!!

IL NOSTRO CORO

Il giorno 19 dicembre 2016 gli alunni delle classi IV A e V C si sono esibiti in un concerto di Natale, al quale hanno partecipato la Dirigente, le famiglie e molti colleghi del nostro Comprensivo. 

Il concerto è stato ideato e realizzato dagli insegnanti delle due classi con lo scopo di creare un'atmosfera  di gioia e di festa e di rafforzare il gruppo classe attraverso la creazione di un coro. Oltre ai classici canti natalizi, ne sono stati proposti anche altri che inneggiano all'unicita' e alla libertà dell'anima, alla bellezza e alla fragilità del creato, alla forza evocativa di canti antichi e pur sempre attuali e in grado di toccare le corde del cuore di ciascuno.

Il concerto è stato molto apprezzato e ha suscitato negli spettatori entusiasmo, sorpresa e commozione nel vedere i propri bambini esibirsi con tanta grazia, impegno e partecipazione. 

In tanti si augurano che l'esperienza possa ripetersi in futuro; in tal senso, data la disponibilità della Dirigente, dei docenti e degli alunni, non si esclude che ciò possa accadere di nuovo.

 

Noi tutti ringraziamo i nostri piccoli cantori per la passione che hanno dimostrato e per le forti emozioni che hanno trasmesso a tutti noi adulti.                           Ignazio De Marco

AMICI DELLA STRADA

Il Giorno 14/12/2016 si è svolto il Progetto di Educazione stradale:
                                "AMICI DELLA STRADA".
Da alcuni anni, con consuetudine, gli alunni della classe 3^A della scuola primaria “Il Guercino” partecipano con entusiasmo e interesse alle lezioni e agli argomenti inerenti al progetto. Durante il percorso, si è svolta una prima lezione con una fase teorica e con un momento didattico di riflessione sulle regole stradali. Successivamente, si è passati ad una fase pratica e con il coinvolgimento attivo dei piccoli pedoni per le vie cittadine. In questa prova, i bambini come utenti della strada, hanno messo in atto le norme illustrate in classe. Un ringraziamento al Corpo della Polizia Municipale che si dedica con azioni di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale. In particolare alla vigilessa che, con pazienza e con garbo, ci ha accompagnati in questa esperienza educativa al fine di promuovere e sollecitare gli alunni a comportamenti corretti come pedoni e futuri cittadini prudenti e responsabili.                                                          

 

  Palazzolo M. Elisabetta

UN GEOLOGO...IN CLASSE

UN  GEOLOGO … A LEZIONE

Giovedì 15 Dicembre, la classe  3^B  della scuola primaria “Il Guercino ha avuto la possibilità di  assistere  ad  una  lezione,  tenuta  dal  prof. Marcello Terzi, sugli aspetti  geologici del territorio cento-pievese.

Il professor Terzi ha messo a disposizione degli alunni della nostra classe le proprie competenze in materia di geologia spiegando loro, attraverso una lezione accattivante corredata da foto d’epoca, immagini  e disegni,  le trasformazioni del territorio in cui viviamo.  Inoltre,  ha condiviso  con i bambini i propri ricordi di infanzia vissuta in una Cento “antica”,  il cui aspetto così affascinante ha molto incuriosito gli alunni, fornendo al contempo anche a noi insegnanti un punto di partenza per approfondire tematiche storico-culturali fondamentali per comprendere le nostre radici.

 

Un ringraziamento particolare da parte delle insegnanti della 3^B al prof. Terzi che, con entusiasmo, ha accettato di rendersi disponibile per questa interessante esperienza.

ORIENTARSI CON LE STELLE

La classe 3^ B della scuola primaria “Il Guercino” giovedì sera 15 Dicembre, accompagnata da insegnanti e genitori, si è recata all’Osservatorio Astronomico di Cento, per assistere ad una lezione appositamente preparata per loro dal titolo “Orientarsi con le stelle”.

L’astrofilo Davide Balboni ci ha guidati virtualmente nell’ Universo dandoci la possibilità di fare un viaggio straordinario in un mondo così misterioso e affascinante.

Inoltre, l’astrofilo Mirko Bianchi, papà di un alunno della classe, ci ha mostrato delle bellissime foto di costellazioni e altri corpi celesti da lui realizzate.

 

Bambini e genitori hanno partecipato con vivace entusiasmo a questa serata che tra scienza e astronomia ci ha regalato anche attimi di magia che solo le stelle sono capaci di trasmettere.             Maria Pellecchia

GIOCHIAMO A SCACCHI

Si è concluso sabato 26 novembre il corso di avviamento al gioco degli scacchi dedicato agli alunni delle classi quarte e quinte dei plessi di scuola primaria del nostro istituto. Grande è stata la partecipazione, volontaria, dei nostri ragazzi, motivati dalla passione del “direttore” del corso, Cataldo Ruppi, genitore membro del Consiglio Istituto. Con maestria, Cataldo ha introdotto ai bambini il gioco degli scacchi, raccontandone la storia e illustrandone le regole fondamentali. Subito i ragazzi hanno risposto e hanno frequentato le lezioni di sabato con costanza e interesse per concludere con un torneo in cui sono stati premiati 7 bambini. Da tempo il gioco degli scacchi è considerato un valido aiuto per acquisire importanti competenze. Nel 2012, il Parlamento Europeo ha esortato le nazioni europee ad inserire gli Scacchi tra le materie curricolari in quanto questo gioco migliora la capacità di riflessione, memoria ed attenzione, ed è collegato a situazione di “problem solving” e aiuta alla formazione etico sociale impegnando nel rispetto delle regole.

 

Gli incontri si sono tenuti nell’aula multimediale allestita con arredi ottenuti grazie ai fondi Pon ai cui bandi la nostra scuola ha partecipato. Il progetto scacchi è un bel esempio di tecnologia e tradizione per non dimenticare l’importanza di utilizzare tutto quanto sia a disposizione degli alunni per un percorso integrato. Alla fine del torneo, ad ognuno dei 60  partecipanti, è stato consegnato dal signor Ruppi un attestato di partecipazione in ricordo dell’esperienza che speriamo di ripetere. Un sentito ringraziamento al signor Ruppi che ci ha offerto questa grande opportunità e al suo assistente Michele Ferlito, papà accompagnatore promosso subito di grado. Grazie anche ai docenti che hanno fatto sorveglianza                                    Anna Tassinari

L'INVASIONE DEGLI SCARAFAGGI

L’INVASIONE DEGLI SCARAFAGGI: LA MAFIA SPIEGATA AI BAMBINI

 

 

 

Le classi della scuola primaria “Il Guercino” e “Carducci” hanno assistito allo spettacolo di burattini di Area Teatro proposto dal Comune di Cento e Libera,  “L’invasione degli scarafaggi”, tratto dal libro, letto in alcune classi, di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso. In una ridente cittadina, improvvisamente, si diffonde un virus che trasforma le persone in scarafaggi. Partendo da questa storia, raccontata con i burattini, viene affrontato il tema della mafia: la lotta contro gli scarafaggi è la lotta contro la mafia che l’individuo può decidere di subire o combattere. Sarà la maestra Caterina, a scuola, a comprendere e insegnare come sconfiggere gli scarafaggi perché, come dice Gesualdo Bufalino, “per sconfiggere la mafia è necessario un esercito di maestri elementari”. Uno spettacolo divertente ma educativo ha catturato l’attenzione di un pubblico partecipe e interessato.

WOW!!

Wow! La classe 2°B dell'I.C n. 1  "Il Guercino" si è aggiudicata il premio come miglior elaborato, nella sezione 1° e 2° della scuola primaria, del concorso indetto dal Centro Commerciale Bennet, "L'Altro sono io".

I bambini alla fine del progetto educativo - didattico, proposto dall' Associazione Fun Scienze sul tema della diversità, hanno prodotto un cartellone dal titolo "L'Albero dell'amicizia", come tappa conclusiva di un viaggio tra le culture, dove i bambini hanno sperimentato e condiviso il contributo che ognuno può dare all'altro, creando un clima positivo e un'energia creativa di apertura e curiosità nei confronti del mondo, valorizzando le differenze e le similarità tra loro bambini di culture diverse, all'insegna del rispetto e della condivisione.

Per i giovani alunni la premiazione è stata vissuta come un evento importante che li ha ripagati dell'impegno profuso. Il prestigio e il premio economico  aiuteranno questi bambini, che hanno una gran desiderio di conoscenza, ad arricchire il loro patrimonio linguistico,culturale e creativo. Grazie!

 

                                                             Costa Annalisa

LA FATTORIA

GITA D'AUTUNNO PRESSO FATTORIA DIDATTICA "IL MOTTO", DI FINALE EMILIA .

CLASSE 1 B. Scuola Primaria "Guercino". Martedi 8 novembre 2016

OBIETTIVI DIDATTICI E PEDAGOGICI  : Con questa visita d'istruzione si costruisce un progetto didattico caratterizzato da diverse connessioni interdisciplinari, finalizzate all'apprendimento di un percorso unitario e significativo a partire dall'esperienza diretta dei bambini.

ITALIANO : acquisizione  e consolidamento di nuovo lessico legato alla stagione autunnale... "Le parole dell'autunno"  nello sfondo integratore del "BOSCO FATATO DI EOLO",  tema guida del nostro libro di testo.

SCIENZE: esseri viventi e non viventi. Osservazione diretta di piante e animali.

STORIA : il ciclo delle stagioni.  PRIMA-DOPO -INFINE-  nel tempo vissuto  del laboratorio .  IL CONCETTO DI CONTEMPORANEITA'.

GEOGRAFIA: gli indicatori della spazialità (destra, sinistra, sopra, sotto...)

TECNOLOGIA:  attività laboratoriale, in cui si allenano  la coordinazione oculo-manuale, l'attivazione di movimenti fini e si manipolano materiali d'origine naturale.

ARTE:  I COLORI DELL'AUTUNNO: dai  colori primari ai colori secondari.Colori caldi

 IT'S AUTUMN: A MAGIC AUTUMN !

Martedi' 8 novembre, approfittando delle ultime belle giornate prima del freddo invernale,  gli alunni di 1 B, nelle vesti  di apprendisti pasticceri, hanno preparato   personalmente una merenda inconsueta, antica e genuina, quella che nonna Maria Rosa, proprietaria della fattoria, era solita consumare da bambina: "L'ocarina ",  ovvero una piccola mela campanina  ricoperta da un  canestrino di pasta frolla, con tanto di manico che  le conferisce la deliziosa forma di ochetta o di cigno. Un momento di riflessione sulla semplicità e sull'importanza del consumo di merende alternative  e sulle farine più  salutari, da quella integrale a quella di grano saraceno.

Dopo una passeggiata nel "Boschetto fatato" finalizzata all'osservazione delle meravigliose tonalità di colore di cui si tinge la vegetazione autunnale, tra la  vigna e i  frutteti, i bambini hanno sperimentato una situazione ludica associata al consolidamento di contenuti  in lingua inglese già affrontati a scuola:  autumn colours.  Dopo la suddivisione in cinque squadre, red, yellow, brown, orange, green, i pupils  si sono impegnati con entusiasmo a raccogliere foglie dagli accesi colori,   e dalle diverse forme e dimensioni, da inserire nei cinque corrispondenti contenitori colorati: materiale che permette di elaborare importanti  connessioni interdisciplinari, dall'italiano alla matematica, dalle scienze all'arte, fino alla realizzazione di tendine "naturali" per decorare le finestre della nostra aula. Un'attività che ha permesso loro di giocare,  correre, ricercare, manipolare, ascoltare, eseguire indicazioni fornite, sperimentare, e consolidare gli apprendimenti in una dimensione ludica, caratterizzata da libertà, gratuità e piacere di imparare. Un approccio didattico basato sul principio del "Total Physical  Response", ideato dallo psicologo americano J. Asher nell'ormai lontano 1965, ma sempre valido e attuale: consiste in una serie di comandi, indicazioni e  giochi, che richiedono un'azione del corpo come risposta.  In sistesi, l'attivazione di canali sensoriali crea rappresentazioni mentali   tali per cui la lingua straniera si apprende più facilmente se associata a movimento, esperienze sensoriali gradevoli, immagini, colori, odori e sapori.

 

In effetti, i sapori, gli odori e i colori dell'autunno ci hanno dato modo di imparare l'inglese anche  in stile country,  regalandoci  questa coinvolgente e divertente esperienza: "A MAGIC AUTUMN"

 

 

                                       Giuseppina Cavallo

PREMIO PER LA CLASSE IV A

"L'altro sono io"

 

Al termine dell' avvincente ciclo didattico "L' altro sono io" condotto dagli  esperti dell'Associazione Culturale "Leo Scienza", le classi aderenti al progetto hanno prodotto degli elaborati dal titolo "Che classe la diversità", partecipando al concorso indetto dal Centro Commerciale Bennet di Cento.

Ieri, 6 novembre, si è conclusa questa avventura speciale, con la premiazione degli elaborati più originali. 

La classe 4A del plesso "Il Guercino", si è aggiudicata, un premio in denaro ed una targa come riconoscimento per il lavoro svolto. Gli alunni, sin dal primo momento, si sono ingegnati ed applicati in questa attività con slancio ed entusiasmo, perchè consapevoli e fieri delle loro diversità. Ognuno ha espresso la propria individualità, decorando e personalizzando il lavoro di gruppo,  rendendolo, infine, una piccola opera d'arte. 

Il compito di ogni adulto, ed in particolare di noi insegnanti, è quello di cogliere e valorizzare le meravigliose sfumature che colorano l'animo di ogni  bambino. Questo è stato lo spirito che ha animato il lavoro svolto, premiato fra la gioia incontenibile dei piccoli artisti e dei loro genitori, praticamente tutti presenti all'evento di ieri.

"Il miglior regalo che possiamo fare ad ogni bambino è quello di lasciarlo semplicemente essere".

                                                                       Tiziana Scimia

CHE CLASSE LA DIVERSITA'

CHE CLASSE LA DIVERSITĀ!

Gli alunni della terza A della scuola primaria “Il Guercino” hanno prodotto un elaborato per il  progetto: LALTRO SONO IO” che rispecchia l’identità etnica-socio-culturale di ognuno in modo originale e creativo.

Ancora una volta, hanno riflettuto sull’importanza di come è bello stare tutti insieme; i bambini con la loro “DIVERSITĀ’” sono paragonabili a perle preziose di una collana e  stanno uno dopo l’altro sul filo… della vita.

Si ritrovano, quotidianamente, uno accanto all’altro…per confrontarsi ma, soprattutto, per testimoniare il presente che “INSIEME SI PUÒ!” e per affrontare meglio il futuro.

La DIVERSITĀ,quindi, che si configura come una ricchezza nell’incontro tra culture diverse e come promozione delle capacità di convivenza costruttiva: “Forza vincente contro tutto!”

In questa prospettiva, le differenze individuali, dovranno essere una vera e propria  risorsa e occasione di crescita per tutti.

 

 

Palazzolo M. Elisabetta

UNA GIORNATA AL POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO DI FERRARA

 

Il 13 ottobre gli alunni delle classi 4A e 4B del nostro Istituto si sono recati al Polo Scientifico Tecnologico dell'Università di Ferrara dove, in aree appositamente allestite, gli sono stati illustrati e spiegati alcuni semplici esperimenti scientifici, con lo scopo di avvicinarli al mondo della Scienza.

I nostri ragazzi sono partiti dal Dipartimento di Ingegneria Idraulica dove, con poche semplici indicazioni, hanno costruito il modellino di un acquedotto. In seguito, hanno visitato la mostra Il gioco e la scienza:qui hanno osservato e manipolato giochi ed oggetti che, sfruttando principi di fisica, hanno stimolato in loro grande stupore ed incantata curiosità. Infatti, hanno avuto l'opportunità di osservare esperimenti come la sintesi additiva dei colori,l'acqua asciutta, la rifrazione retinica, gli effetti giroscopici dei campi magnetici, le bolle di sapone tetraedriche e cubiche che li hanno lasciati letteralmente a bocca aperta!

In seguito, sono stati guidati al Planetario Full HD dove hanno potuto immergersi  nello spazio per osservare la posizione nel cielo di oltre 3.500 stelle e la simulazione del moto della Terra e dei pianeti. Infine, presso l'edificio di Fisica e grazie alle attività sempre divertenti dei ragazzi di "Fisici senza frontiere", hanno riscoperto i segreti del sistema solare, prestandosi molto volentieri ad una drammatizzazione che ha loro illustrato, in modo giocoso e divertente, le caratteristiche dei singoli pianeti.

E' stata un'incredibile occasione di partecipare gratuitamente ad una mattinata di laboratori particolarmente accattivanti ed interessanti, con la sapiente guida di insegnanti d'eccezione che, per questa speciale occasione, hanno messo a disposizione dei bimbi il loro sapere facendoli sentire dei piccoli scienziati.

 

Tiziana, Claudia, Donatella e Laura

LEZIONI DI FUTURO - GLI ESPERTI DI "LEO SCIENZA" A SCUOLA

 

L’anno scolastico 2016-2017 è appena iniziato e Venerdì 7 ottobre 2016  nella Scuola Primaria

“Il Guercino”si è avviato il progetto didattico “L’altro sono io”, offerto gratuitamente dal Centro Commerciale Bennet . Un  progetto didattico di divulgazione scientifica e culturale, di sensibilizzazione e riflessione su una tematica di grande interesse: “La diversità”.

Gli  operatori dell’Associazione culturale  “Leo Scienza”, due antropologi: Antonio Liguori e Sara Magrin conducono i laboratori con metodologie alternative e tecniche teatrali coinvolgenti, rendendo stimolante l’ambiente di apprendimento.

Il progetto prevede un ciclo di tre laboratori di un’ora per classe. Le classi coinvolte : 2^A- 2^B- 3^A-3^B- 4^A- 4^B durante il primo incontro hanno partecipato  in forma attiva, apprendendo i contenuti delle tematiche proposte in forma ludica, con sperimentazioni dirette. Partendo dalla domanda: “Da dove veniamo?”gli operatori hanno guidato i bambini a scoprire che l'Umanità deriva da un antenato comune. Sovrapponendo le manine essi hanno potuto notare le differenti tonalità di colore della pelle, approcciando al concetto di specie umana come ad una “Grande famiglia” . Mischiando i colori primari (giallo,rosso, blu), attraverso l’uso delle tempere hanno scoperto

storia, origini di cibi e usanze appartenenti alla nostra tradizione, per comprendere che ciò che

oggi consideriamo nostro, in realtà è frutto di scambi e influenze millenarie con altre culture

( da qui l’approccio al concetto di intercultura).

 Il primo incontro ha appagato la curiosità ed il desiderio di sapere dei nostri alunni e gli altri due (14-21 Ottobre), saranno  sicuramente altrettanto motivanti, volti a far sì che i bambini si rendano conto di  come la diversità  non sia una minaccia da cui difendersi, ma costituisca una ricchezza per l’essere umano e un’opportunità da cogliere, perché come sostiene  G. Bateson «La saggezza è saper stare con la differenza, senza volerla eliminare», superando ogni pregiudizio.

Le classi coinvolte parteciperanno a conclusione del ciclo didattico al concorso “ Che classe la diversità!”. Gli elaborati contenenti il motto o il simbolo che identifichi la classe, verranno esposti all’interno della galleria del centro commerciale “Il Guercino” e saranno visibili  da venerdì 21 Ottobre a domenica 6 Novembre, data in cui avrà luogo la cerimonia di premiazione.

Ci saranno ricchi premi per tutti, buoni spesa per l’acquisto di materiale didattico e che vinca la classe migliore!!!!!!

 

                                                                                                                     Imma Fusco

CITTADINANZA E COSTITUZIONE - INCONTRO CON ATI QUIGUA

Venerdì 7 ottobre il nostro Istituto ha avuto il privilegio di ospitare Ati Quigua, vincitrice della X edizione del Premio Internazionale Daniele Po, istituito per volontà di Nedda Alberghini e  Fortunato Po, anch’essi presenti, fondatori dell’associazione Onlus “Le Case degli Angeli di Daniele nel mondo”. Leader Arhuaca, ambientalista e pacifista, originaria della Sierra Nevada di Santa Marta in Colombia, Ati Quigua è la prima donna di origine indigena ad aver conseguito un seggio nel Consiglio di Bogotà, riuscendo ad ottenere il riconoscimento del proprio popolo da parte dei politici della capitale colombiana. L’incontro, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Anna Tassinari, ha rappresentato, per gli insegnanti e gli alunni delle classi V della Scuola Primaria presenti, una grande opportunità di riflessione sull’importanza della Terra e dei suoi elementi e sul rispetto che le dobbiamo. Promotrice del rispetto dei diritti della natura, Ati Quigua ha invitato gli studenti a vigilare sulla pericolosità di una società sempre più antropocentrica che nel tentativo di massimizzare il proprio benessere si dimentica dei cicli naturali della terra, risultando pertanto destinata al fallimento e all’autodistruzione. Urge pertanto una presa di coscienza da parte dell’umanità, un cambiamento che deve partire da noi, che siamo chiamati a modificare il nostro comportamento a tutela della natura, anche attraverso un consumo alimentare responsabile. Il cambiamento sarà possibile se partirà da ognuno di noi, se sapremo riavvicinarci alla Natura, difendendola e proteggendola, se comprenderemo che è l’egoismo dell’essere umano ad aver alzato barriere nel corso della storia: la Terra è una sola e tutti gli uomini le appartengono. Solo nel momento in cui avremo la piena consapevolezza di tutto ciò, allora saremo in grado di concorrere alla costruzione di una Civiltà di Pace.

 

Sara Mandrioli