IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2018/19

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

Scuola Secondaria di 1° grado "Il Guercino"

Scuola Secondaria "IL GUERCINO"

 

Via Dante Alighieri, 6 - 44042 Cento (FE)

 

Tel. 051-90.40.30 - Fax 051-685.77.38

 

 

 

E-mail:feic81800p@istruzione.it

 

 

 

Cod.Ministeriale:

 

 

 

 

Orario+definitivo+per+classi.pdf
Documento Adobe Acrobat 61.6 KB
secondaria+assegnazione+docenti.pdf
Documento Adobe Acrobat 32.7 KB
85-+Ricevimento.pdf
Documento Adobe Acrobat 272.7 KB

LA FESTA DELL'EUROPA

“IL GUERCINO”  FESTEGGIA L’EUROPA


Grande festa  dell’Europa sabato 9 maggio 2015 presso la scuola Secondaria “Il Guercino” dell’Istituto Comprensivo n. 1 di Cento. Nell’atrio di ingresso è stata allestita una mostra con i materiali inviati dai partner europei  con cui la scuola ha realizzato in passato un progetto europeo Comenius  (Spagna, Grecia, Francia e Slovenia) , con materiali degli attuali partner con cui la scuola è gemellata grazie alla piattaforma Etwinning e con cartelloni di presentazione del nostro territorio preparati dai ragazzi delle classi prime che a settembre ospiteranno coetanei di una scuola slovena. Di particolare interesse è il pannello che presenta la scuola ai tempi del comunismo con materiale  fotografico e   didascalie in inglese proveniente dalla scuola partner  Liceum Teoretic Murfatlar, Romania. La celebrazione è continuata nel primo piano dove la dirigente,  Anna Tassinari, ha presentato agli alunni delle classi seconde una breve storia dell’Europa in lingua inglese, dall’intervento del 9 maggio 1950 del Ministro  francese degli esteri R. Schuman, condiviso con il suo consigliere Monnet, evento che pone le basi della nascita dell’Europa comunitaria come difesa per la minaccia di una terza guerra fino all’ultimo allargamento europeo del 2007 con l’entrata in Europa di Bulgaria e Romania, portando, dai 6 paesi fondatori, ad una comunità di 28 paesi. E’ stato ricordato ai ragazzi come l’idea, ai tempi rivoluzionaria, di condividere la gestione di carbone ed acciaio abbia portato tanti cambiamenti nella nostra storia per arrivare ai nostri giorni in cui l’idea di Europa è in crisi profonda e per questo abbiamo ritenuto necessario ripercorrere i passi della nostra storia recente.

Dal motto europeo “Uniti nella Diversità” è stato possibile inserire la giornata dell’Europa in un contesto di inclusione e dialogo ancora più vasto, oggi indispensabile nella scuola e nella società. Alcuni alunni hanno voluto dare il loro contributo personale salutando i compagni nella loro lingua d’origine: polacca, tedesca, inglese, rumena, albanese , moldava e russa.

A conclusione delle riflessioni sull’importanza di riprendere gli ideali da cui è partita l’idea dell’Europa, ideali di pace e dialogo, i ragazzi , coordinati dal prof. Lodi, hanno suonato con il flauto inni nazionali di alcuni paesi europei, concludendo con l’Inno alla Gioia, melodia utilizzata per rappresentare l’Unione Europea, tratta dalla nona Sinfonia di Beethoven che nel 1823 mise in musica l’Inno alla Gioia di F.Von Schiller  del 1785, espressione della visione di fratellanza fra gli uomini, ritenuta fondamentale anche nel passato.

L’ultima fase della mattinata ha visto alunni, docenti e genitori  trasferirsi nell’area cortiliva della scuola per partecipare alle premiazioni per gli ottimi risultati ottenuti dagli alunni a gare internazionali di matematica ed inglese a cui l’istituto ha partecipato. Le prof.sse Fogli, di lingua inglese, e Stupazzoni, di matematica, hanno premiato tutti i 150 alunni che hanno accettato la sfida di mettersi in gioco e partecipare a gare internazionali basate sulle competenze nelle relative discipline.  Calorosa la presenza dei genitori che hanno offerto un buffet ai presenti.

 

A ricordo della giornata rimangono gli sgargianti colori delle bandiere dei principali paesi europei a rallegrare l’ingresso della scuola che tutte le mattine accoglie le nostre speranze per il futuro

DIMENSIONI DELLA PERSONALITA'

Si è appena concluso il progetto “Dimensioni della Personalità “ dedicato alle classi del triennio della scuola secondaria di I grado dell’IC1 di Cento (FE). I ragazzi hanno partecipato con tanto entusiasmo, motivazione e collaborazione. Il progetto, centrato in una fascia di età molto sensibile e fragile, quale l’adolescenza,  ha puntato l’attenzione sullo sviluppo positivo di questa fase evolutiva.

Si è lavorato sulla stimolazione e il consolidamento della personalità, la conoscenza e la consapevolezza della propria identità corporea, la conoscenza dei diversi profili caratteriali, la cura della propria persona e del proprio benessere, lo sviluppo e il mantenimento di un corretto equilibrio psico-fisico-comportamentale. Attraverso le molteplici espressioni delle attività di movimento i ragazzi hanno potuto assaporare prima  ed interiorizzare poi esperienze di crescita personale ed  emozionale.

Ogni alunno ha potuto approfondire spontaneamente incognite comunicative, sperimentando, a volte disagi di varia natura, che non si palesano con il linguaggio verbale.

Ogni alunno ha esplorato lo spazio, ha imparato a osservare e “sentire” il proprio corpo, a comunicare e relazionarsi con gli altri, a gestire le proprie emozioni attraverso una migliore  percezione di se stesso, come individuo e come parte del gruppo.

 

 Il progetto con  il Metodo Comportamentale “GDS” è stato utile per forgiare e stimolare una consapevolezza della propria e dell'altrui essenza . Arrivederci all’anno prossimo    -   Prof.ssa Elisa Volpini (3 maggio 2015)

GITA A SIENA - Balboni Filippo, Cristofori Iris, Di Gregorio Emanuele, Ferrero Joanna, Marchesini Francesco, Tavazzi Alyssa (a cui si aggiungono tutti gli alunni della 2B) raccontano il  loro "viaggio di istruzione".    

Gita a Siena 2B e 2A.pdf
Documento Adobe Acrobat 85.0 KB

MY IDEAL TOWN

CLASS 2E PRESENTS: MY TOWN


Nell’ambito del programma di inglese, che prevede per le classi seconde una illustrazione dei principali monumenti, servizi e luoghi di interesse della propria città e nell’imparare a dare e ricevere indicazioni stradali, un gruppo di studenti della classe 2E ha lavorato alla realizzazione di un cartellone tridimensionale della loro “città ideale”. Gli studenti coinvolti, Bissoli Beatrice, Ed Derouachi Saad, Friano Gaetano, Mazzacurati Dominique, Narretti Davide e Scirè Alessia, hanno elaborato il progetto e costruito il cartellone con gli elementi principali della loro città ideale, nella quale non manca, e ci tengono a sottolinearlo, la scuola. Dopo alcune settimane di lavoro, coordinati dal professor Cristian Casolari e dalla volontaria Chiara Fipertani, hanno esposto il prodotto di questa attività laboratoriale davanti a tutta la classe ed alla Dirigente Scolastica, naturalmente tutto in lingua inglese. Questo è un esempio di come i ragazzi sappiano dimostrare le loro competenze in lingua inglese, di imparare ad imparare e la consapevolezza ed espressioni culturali.  Prof.ssa Fogli

USCITA DIDATTICA A SERRAVALLE - CLASSE 1 A

Il giorno 9 aprile 2015 le classi IF e IA, accompagnate dai proff. Maria Sole Caselli, Donatella Fortini, Valeria Malaguti e Massimo Neri hanno visitato il C.E.A., Centro di Educazione Ambientale, di Serravalle Berra (FE).

L’uscita era stata preparata con una lezione propedeutica, della durata di 2h, tenuta in classe mercoledì 1 aprile dalla dott. Naira, educatrice dell’ente. Durante questa lezione si è parlato dell’acqua che arriva nelle nostre case e di quella in commercio, ed è stato spiegato come ci si deve comportare all’interno di un laboratorio di analisi.

Le due classi sono partite da Cento alle 8.15 e sono arrivate a destinazione alle 9.50.

Accolti dalle educatrici del centro, i ragazzi sono stati fatti accomodare in una sala conferenze, dove sono stato loro spiegate le attività e le funzioni dell’ente; poi, dopo aver separato le classi, si è dato inizio all’attività didattica.

Attraverso laboratori sperimentali, gli alunni hanno scoperto il valore, il rispetto e l’uso responsabile delle risorse idriche locali e globali, quale bene comune dell’umanità.

Nel laboratorio scientifico di microbiologia, gli studenti hanno esaminato al microscopio la varietà degli esseri unicellulari presenti in una goccia di acqua stagnante, notando poi come in una goccia di acqua di rubinetto non ve ne è nessuno. In seguito, con l’ausilio di kit di analisi, i ragazzi hanno misurato la durezza ed il pH di un’acqua molto diffusa in commercio e dell’acqua proveniente da una conduttura di Cento, scoprendo che l’acqua del rubinetto era migliore, sia per la presenza di calcare che per il grado di acidità, rispetto a quella venduta in molti negozi o distributori di bevande.

Attraverso giochi didattici, in un ambiente colorato ed accogliente, gli alunni hanno riflettuto sui comportamenti corretti, e non, che si adottano nella vita quotidiana, in una gara caccia al tesoro con prove anche all’esterno.

L’attività didattica comprendeva, inoltre, una visita al centro di potabilizzazione all’interno del quale è situato il C.E.A. una struttura importantissima per una vasta parte del territorio ferrarese, in quanto serve appunto a potabilizzare, tramite diversi processi che i ragazzi hanno potuto vedere da vicini, l’acqua prelevata dal Po e ad immetterla nell’acquedotto pubblico.

Successivamente la visita è proseguita nella vicina golena del Po, per osservare l’ecosistema fiume e riconoscere le caratteristiche principali delle piante autoctone lì presenti.

Alle ore 15.30 gli alunni sono saliti sul pullman per tornare a Cento, dove sono arrivati alle 17:10, stanchi ma felici.  Classe 1 A, Prof.ssa Maria Sole Caselli e Prof. Massimo Neri 

A CACCIA DI RIFIUTI

 Il progetto Puliamo Cento 1.0 è entrato nella sua seconda fase: dopo la formazione e gli incontri in classe gli alunni delle classi prime della secondaria il Guercino diventano protagonisti. Armati di macchina fotografica, tablet o telefono hanno iniziato a documentare e segnalare le situazioni di degrado e abbandono di rifiuti nella nostra zona. Da soli o insieme alla propria classe (come ha già fatto la 1°F il 16 aprile con la biciclettata pomeridiana) i nostri alunni stanno diventando degli attenti  “cacciatori di rifiuti abbandonati” . Il Resto del Carlino del 26 aprile dedica un articolo al progetto.

 



Carlino 26_04 Puliamo Cento.pdf
Documento Adobe Acrobat 497.6 KB

INSIEME A LEGAMBIENTE IL PROGETTO "PULIAMO CENTO 1.0"

In collaborazione con LegaAmbiente alto ferrarese, le classi prime della Secondaria del nostro istituto stanno partecipando al progetto Puliamo Cento1.0.
Nel blog di Legambiente,  oltre a varie notizie e approfondimenti, viene citato l'incontro avuto con i referenti dell'Associazione  il 2 marzo 2015.

 


Lega Ambiente promuove l'imminente iniziativa "Pulizia di primavera in giardino" al Giardino del Gigante domenica 12 aprile.

TECNICA CARTA CALCO A CENTO - CONOSCIAMO IL NOSTRO TERRITORIO

Sabato 18 aprile 2015, è iniziato nella classe 1 c l’attività laboratoriale che ha come oggetto la tecnica della carta a calco. Alcuni esperti cartapestai sono intervenuti nel laboratorio di arte con carta,colla di farina e calchi per fare conoscere ai ragazzi l’antica tecnica della manipolazione della carta calco, base della tradizione del carnevale di Cento. I maestri cartapestai sono riusciti, in breve tempo, a trasmettere il divertimento e la passione dell’antica arte che caratterizza il nostro territorio. Utilizzando materiale povero (carta di giornale), è possibile realizzare diversi manufatti di grande effetto e a basso costo. I ragazzi si sono cimentati nella creazione di piccoli oggetti e hanno potuto utilizzare le proprie capacità manuali e creative. Il laboratorio verrà effettuato anche nelle altre classi prime della scuola secondaria. Un sentito ringraziamento ai signori Alfredo Bonzagni, Andrea Busi, Alessandro Ramin, Giannandrea De Maio, Walter Vancini. prof.ssa Stefania Garu

VISITA AL MUSEO - CONOSCIAMO IL NOSTRO TERRITORIO

VISITA AL MUSEO MAGI DI PIEVE DI CENTO – conosciamo il nostro territorio

Un giorno al Museo, una mattinata dedicata all'arte e all'arte di creare attraverso un percorso che ci ha guidati dalla musica alla pittura. In quale modo? 

Partendo dai rapporti sinestetici tra musica e pittura, cioè la capacità che ha la musica di suscitare in noi sensazioni che si possono esprimere attraverso linee, forme e colori, il laboratorio proposto dal museo Magi ci ha fatto riflettere su parole come: composizione, armonia e ritmo che si usano sia in ambito musicale che visivo e ci ha fatto capire in modo pratico come i suoni possano "attivare" in un qualsiasi momento la nostra immaginazione visiva. L’obiettivo di questo laboratorio è stato quello di "trasformare dei suoni in paesaggi, in un percorso di ascolto ed espressione visiva” e ciò che ne è risultato sono composizioni astratte estemporanee caratterizzate da una grande energia e profondità. Vi hanno partecipato le classi Terze della Scuola Secondaria – 18 aprile 2015 – prof.ssa Stefania Garuti - nella foto la classe III F.

Le nostre realizzazioni:

SEMIFINALI KANGOUROU DELLA LINGUA INGLESE A REGGIO EMILIA


Grandissima emozione il 15 Aprile per i 9 ragazzi delle classi terze della scuola secondaria del nostro Istituto, che hanno partecipato alle semifinali nazionali della gara Kangourou della Lingua Inglese, sezione Wallaby. Le gare si sono svolte anche grazie al  patrocinio  del Dipartimento di Scienze del Linguaggio e Lingue Straniere Comparate dell’Università degli Studi di Milano e dell’Ambasciata Britannica di Roma. La prova si è svolta presso la sede AISLI (Associazione Italiana Scuole di Lingue) Lingua Point di Reggio Emilia, assieme ad altri studenti provenienti dalle scuole di tutta la regione. Le prove di Listening e Reading sottoposte dalla University of Cambridge, hanno contenuti leggermente differenti rispetto alla prima fase della gara, sostenuta il 26 Febbraio; si avvicinano al livello B1 del Common European Framework of Reference for  Languages. Esprimiamo a tutti i ragazzi la nostra soddisfazione per essere arrivati ad un  traguardo così importante, ed auguriamo loro di poter accedere alla finale, che si terrà a Cervia/ Mirabilandia la terza settimana di Maggio. Prof.ssa Susanna Fogli




               GOOD LUCK!!



In the picture on the right, a selection of the best students in our institute as far as the learning of English is concerned.

LA BUONA NOVELLA ARRIVA A CENTO

Marta, Edoardo M., Alessio ed Edoardo O. sono alcuni ragazzi della nostra scuola particolarmente dotati di competenze musicali, grazie all’impegno profuso nel proprio tempo libero, alle sollecitazioni familiari e a doti innate. E’ stato dato quindi a loro  il compito di esprimere, con cognizione di causa, parere sullo spettacolo a cui hanno assistito alcune classi. Sentiamo cosa ci raccontano:


“Sabato 28 marzo 2015 abbiamo assistito alla rappresentazione dell’opera di Fabrizio De Andrè eseguita dai musicisti dell’ “Associazione Fra le quinte” di Cento. L’evento avrebbe meritato un palcoscenico più ampio e una platea più numerosa, tuttavia abbiamo avuto l’opportunità di assistere all’esibizione tenutasi nel nostro piccolo teatrino locale. De Andrè, che anche noi nuove generazioni conosciamo ed apprezziamo, ha rappresentato la vita di Maria e Gesù basandosi su alcuni Vangeli apocrifi. Buone la musica, l’interpretazione e la realizzazione scenica; infatti tra una canzone e l’altra si svolgeva una breve narrazione. A nostro avviso, la canzone più bella è stata “Il testamento di Tito” poiché ha rallegrato l’atmosfera ed ha ironizzato sulla severità dei Comandamenti e il modo in cui i Giudei di allora non li rispettavano. In generale lo spettacolo è stato piacevole e divertente e ha dato la possibilità di apprezzare l’arte di Fabrizio De Andrè a chi tra noi non la conoscesse. Una bella mattinata in musica per noi ragazzi della scuola “Il Guercino, dopo avere assistito all'incontro con Diolatevio.

CONGRATULAZIONI!!!

CONGRATULATIONS!

Il mese scorso si sono svolte le prove nazionali del concorso Kangourou della Lingua Inglese. Siamo lieti di annunciare che gli studenti del nostro Istituto hanno ottenuto risultati eccellenti; infatti, 9 ragazzi sono stati ammessi alle semifinali nazionali, che si svolgeranno il prossimo 15 Aprile. Si tratta di: BALBONI SARA, CAPONE MAYA, CAVICCHIOLI RICCARDO, CHIARI LARISSA, COMELLINI CHIARA, MELLONI MARTA, MIGNARDI EDOARDO, MORELLI MARTA E SCAINELLI GIACOMO. I loro risultati a livello nazionale si attestano al di sotto del 950° posto, su un totale di 6912 partecipanti nella categoria WALLABY,  corrispondente al livello A2 del Common European Framework of Reference for  Languages. L’eccellente esito della prova dimostra ancora una volta quante soddisfazioni dia il lavoro serio e responsabile. Ai nostri studenti facciamo le nostre congratulazioni, unite ad un “in bocca al lupo” per la prossima gara.   Dirigente Scolastico Anna Tassinari e docenti di lingua inglese Susanna Fogli, Fiorella Vancini , Stefania Sanna

BIBLIOTECA VIVENTE : LA CAMPAGNA DI RUSSIA

Agli appuntamenti con la storia non si può mancare, ed oggi,  per la scuola secondaria dell’ IC1 “Il Guercino” di Cento, è stato proprio uno di quei giorni.  Diotalevio Leonelli 94 anni, reduce dalla campagna di Russia e membro del corpo degli alpini era l’ospite tanto atteso da una platea di studenti delle classi terze del nostro Istituto e di una classe dell’Istituto Comprensivo n. 3 di Renazzo, che hanno avuto il privilegio di ascoltare dalla viva voce della storia, quella che è stata senza dubbio una delle più tristi pagine della seconda guerra mondiale. La ritirata dal fronte russo del 1943 ha segnato profondamente l’Italia e i molti ragazzi poco più che ventenni che loro malgrado hanno dovuto prender parte ad un conflitto di cui ignoravano tutto. L’incontro, organizzato dalla Dirigente dell’Istituto Anna Tassinari grazie alla collaborazione e alla proposta di Glauco Maini, ha portato a scuola non solo Diotalevio Leonelli, ma anche una delegazione degli alpini di Cento molto attivi sul territorio. La storia di questo nonno d’Italia, “fortunato, ma orfano dei tanti compagni caduti” – come lui stesso si è definito più volte – è raccolta in un libro autobiografico che Diotalevio Leonelli ha scritto con il nipote Massimo Toschi, intitolato “L’alpino dalle sette vite sul fronte russo”. In questo testo dalla prosa semplice, ma coinvolgente,  l’autore racconta dei tristi giorni che tanto profondamente hanno segnato la sua vita: parlando del dolore per le perdite dei compagni, della assoluta mancanza di mezzi adatti ad affrontare la steppa, per un corpo militare che sarebbe stato più utile nel Caucaso e non nella steppa, della ottusità dei comandi di fronte alle segnalazioni della “catastrofe a cui stavano spingendo tutti quei giovani”, della disperazione per la scarsità di cibo e del freddo “un freddo inimmaginabile che arrivava fino a meno 45°” e dell’inevitabile congelamento degli arti che colpì molti. La lucidità e la precisione con cui Diotalevio Leonelli ha oggi parlato di quei fatti, così lontani nel tempo, ma ancora così brucianti e dolorosi nella sua memoria sono il punto di partenza che conduce – come lui stesso afferma – “al ripudio totale della guerra, che non porta con sé nulla di buono, se non moltissimi morti”. La storia della scrittura di questo libro inizia quando Diotalevio chiede a suo nipote di fargli un regalo e di aiutarlo a scrivere “il suo libro”; oggi il regalo che noi possiamo fare a lui è quello di diventarne custodi e di portare avanti la sua memoria.

Prof.ssa Russo Grazia 

Grazie al resoconto della mattinata redatto dalla prof.ssa Russo, anche la stampa ha dato rilievo a questo importante evento.


LIBERA E IC 1 "IL GUERCINO" CONTRO LE MAFIE


"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane. Libera è attiva sul nostro territorio dove propone diverse attività, non ultima l’incontro di cui riferiscono gli alunni della classe III A della scuola secondaria “Il Guercino” di Cento.

 

Incontro con Nicoletta Polifroni

 Sabato 14 marzo 2015 abbiamo ospitato nella nostra scuola Nicoletta Polifroni che ci ha raccontato la sua triste storia di familiare di una vittima di mafia. Suo padre è infatti Antonino (Nino) Polifroni, imprenditore edile della provincia di Reggio Calabria, assassinato a Varapodio (RC) nel '96 dalla 'ndrangheta.

 Il padre di Nicoletta ha iniziato la sua vita lavorativa come operaio in una fabbrica, ma poi è riuscito a fare carriera dando il via ad un'impresa edile, un settore particolarmente inquinato dalla mafia. Essendo la sua attività una delle più importanti del luogo, presto sono iniziate ad arrivargli minacce, le prime sono arrivate nel '74, da allora proseguite per oltre vent'anni. Erano per lo più richieste di “pizzo”, che lui avrebbe dovuto pagare per poter proseguire a svolgere la sua professione. Nino però era cresciuto con degli ideali che gli impedivano di assecondarle, pertanto, nonostante le minacce fossero continue, non si è mai piegato alla volontà dei mafiosi. Nonostante le minacce anche  gli altri membri della sua famiglia, nonostante i vari incendi dolosi nelle sue fabbriche e le minacce ai suoi operai, nonostante una bomba sistemata davanti a casa, ha continuato con coraggio la sua attività, denunciando inutilmente i misfatti subiti,

Il 30 novembre del ’92 è stato vittima di un attentato,  a cui è sopravvissuto. L’aiuto che gli è stato dato è stato un giubbotto antiproiettile (che si è sempre rifiutato di indossare) e il permesso di possedere un’arma per difesa personale. Il 30  settembre del ’96, quando aveva solo quarantanove anni, è stato definitivamente eliminato, in un periodo in cui era in corso una grossa faida tra famiglie mafiose locali che per affermare l’ autorità sul territorio e per finanziare tale guerra era necessario il “pizzo”.

Ascoltare una storia del genere da chi l’ha vissuta ha colpito molto noi ragazzi di III media e ci ha fatto comprendere come il silenzio, la paura e la rassegnazione possano uccidere la libertà.

 La nostra scuola si impegna a portare avanti il progetto di sensibilizzazione contro le mafie e, in collaborazione con Libera, ha organizzato questo incontro; ci saranno altri momenti di preparazione alla XX Giornata della Memoria e dell’Impegno, che si terrà a Bologna il 21 marzo, tra cui ricordiamo il pranzo Libera proposto dal nostro comune presso le mense delle scuole del territorio i giorni precedenti tale data.

De Rosa Alessandro  Zahrane Oussama  Sozio Daniele  Reale Antonio

SPETTACOLO “FAME” IN PANDURERA

 

Le classi della scuola secondaria del nostro Istituto sabato 14 Marzo si sono recate in Pandurera, insieme a classi di altri istituti del territorio,  per assistere allo spettacolo in lingua inglese “FAME Jr. The Musical”. Il musical ripercorre gli anni di scuola superiore, dalle audizioni al diploma,  di un gruppo di talentuosi studenti della High School of Performing Arts di New York. Questi adolescenti hanno emozionato ed entusiasmato con i loro sogni di diventare famosi, al ritmo delle musiche e delle bellissime coreografie del musical. Al termine dello spettacolo, c’è stato un momento in cui gli attori si sono presentati e hanno gentilmente risposto alle domande del pubblico, rigorosamente in inglese!

 

Prof.ssa Susanna Fogli

CLASSE 2.0 - III F - TEMPO PROLUNGATO - 36 ore

Classe 2.0: lavori in corso...

 

La classe IIIF, classe 2.0 del nostro istituto, continua le attività didattiche digitalizzate e, tra tutti i lavori finora prodotti, ne proponiamo uno degno di particolare merito, così commentato dai componenti del gruppo che se ne è occupato:

"La professoressa di scienze Lara Stupazzoni ci ha proposto di fare un progetto riguardante il sistema solare, l'universo, la sua origine, la Stazione Spaziale Internazionale e la recente missione Rosetta; lo scopo era di creare un video documentario che riassumesse l'argomento trattato. Per farlo abbiamo comprato un telo verde per creare l'effetto chiamato "Chroma key" o "Green Screen" il quale consiste nel mettere il telo dietro un individuo che dovrà recitare e, una volta filmata la scena, grazie a programmi appositi, si potranno riportare immagini o effetti speciali.

Così ci siamo divisi le parti degli argomenti da esporre, in modo che ci fosse la presentatrice e i cinque inviati, così da farlo sembrare un vero e proprio documentario; successivamente, ognuno di noi ha studiato la propria parte in modo che potessimo partire con le riprese.

Una volta terminato, abbiamo spostato i vari video sul computer e l'esperto in materia, Dimitri, li ha assemblati, ha tagliato le parti in eccesso ed ha riportato varie immagini riguardanti l'argomento che l'inviato d'innanzi stava spiegando. 

L'ideazione di questo video documentario è stata davvero istruttiva, sia per il fatto che ci ha permesso di migliorare le nostre competenze tecnologiche, ma anche perché ci ha dato un modo alternativo e assai più divertente per studiare argomenti così importanti." 


I componenti del gruppo:

 Accorsi Alex, Cevolani Silvia, Giorgi Jacqueline, Palii Dumitru, Rotundo Chiara, Tartarini Maddalena.


La sperimentazione delle classi 2.0 è rivolta ai ragazzi che hanno scelto il tempo scuola prolungato, ossia 36 ore settimanali come integrazione e potenziamento della normale programmazione didattica.

Progetto “Stare bene a scuola

 

Sono in pieno svolgimento le attività di un  progetto che coinvolge tutti  gli alunni della Secondaria del nostro Istituto comprensivo   che è stato denominato “ Stare bene a scuola”.

La finalità di tale progetto è quella di permettere allo studente di adottare comportamenti sani e corretti in modo formare la propria persona integralmente e vivere la crescita positivamente, anche  attraverso il rispetto, la  tolleranza  e l’educazione alla legalità.

Il progetto si propone  inoltre di educare alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente naturale per favorire un consumo corretto delle risorse, il risparmio energetico e un ambiente più salutare per tutti.

I docenti  per portare avanti le iniziative si avvalgono della consulenza di esperti esterni,che prestano gratuitamente le loro competenze nelle varie tematiche affrontate.

Le attività proposte sono  adeguate all’età degli studenti e pertanto sono  diverse a seconda delle classi.

Tra le tante attività  assumono importanza le lezioni della  dott.ssa Nadia Bertolotti , psicologa e psicoterapeuta del Servizio Spazio Giovani, consultorio per adolescenti e genitori, e collaboratrice di Promeco, ente pubblico della provincia  di Ferrara  che si occupa di prevenzione del disagio giovanile.

Per ogni classe vengono effettuati 3 incontri della durata di 1 ora ciascuno, in compresenza con i docenti e i contenuti delle attività sono:

Classi prime : Approfondimento della conoscenza tra compagni nell’ottica di costruire un gruppo accogliente e collaborativo per tutti i membri;

Classi  seconde : Tema del rapporto con il proprio corpo e con il cibo, riflettendo sui canoni proposti dai mass media;

Classi terze : Educazione affettiva e risposta ai dubbi e alle curiosità inerenti i cambiamenti del proprio corpo e la conoscenza dell’altro.

La dottoressa Bertolotti inoltre si occupa di fare prevenzione nei confronti dell’ abuso di sostanze quali alcol, fumo ,  stupefacenti.

Altre lezioni sono  tenute da fisioterapisti aderenti all’A.I.F.I ( associazione italiana fisioterapisti )  nell’ambito di un progetto a carattere nazionale e riconosciuto dal Ministero della Salute  dal nome “La schiena va a scuola “ avente l’obiettivo di divulgare nelle scuole una informazione scientifica corretta per quanto riguarda la postura della schiena negli anni dell’infanzia e della adolescenza.

In accordo con l’Ufficio Scolastico Provinciale  sono poi previsti incontri con le  forze dell’ordine  per educare alla legalità  e prevenire fenomeni quali  cyberbullismo  e bullismo in generale. All’interno di questo progetto svolgono interventi anche le associazioni del volontariato che operano nel nostro territorio quali Avis e Aido Protezione civile.

Parlare di stare bene a scuola significa anche proporre riflessioni che conducano all’educazione e  al rispetto dell’ambiente naturale presentando incontri con le associazioni Lega Ambiente e WWF. Importante è anche il supporto di CMV che presenta ai ragazzi l’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti. All’interno di questa tematica, l’istituto  e aderisce anche al progetto “ Puliamo il mondo”.

Trattasi di un progetto che investe tutta la scuola secondaria in un arco temporale che riempie l’intero anno scolastico. Assume particolare rilievo la collaborazione con l’Associazione per la Pace del Centopievese. Cogliamo l’occasione per ricordare il prof. Franco Bardasi che ha profuso tanto impegno nelle scuole del territorio per divulgare questi obiettivi educativi. A questo proposito,   anticipiamo l’incontro con  il prof.  Vincenzo Balzani che ci parlerà di ”Energia per un mondo sostenibile”  (Balzani è   professore emerito della Alma Mater Studiorum  Università di Bologna, è  uno dei 100 chimici più citati nel mondo, ha ottenuto per la sua attività scientifica numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero e  attualmente si occupa anche di divulgazione ponendo attenzione sulla necessità di affrontare con urgenza l’incombente crisi energetica ed ecologica.).

Il prof. Vittorio Marletto ( dirigente responsabile del servizio idro. meteo.clima della Agenzia regionale prevenzione e Ambiente E.R.) terrà poi lezioni  relative alla problematica del riscaldamento globale e sui rischi ad esso connessi .

Il progetto è sempre aperto ad ulteriori iniziative utili al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Alcuni degli interventi effettuati a scuola con i ragazzi, viene riproposto la sera ai genitori per una condivisione e integrazioni delle finalità educative della scuola e della famiglia.

 

(prof.ssa Marina Alberghini, 26 febbraio 2015)

 

 

SCUOLA APERTA

SCUOLA APERTA

Grande fermento nella scuola secondaria “Il Guercino” di Cento! Sono infatti iniziate le attività in orario extracurricolare di potenziamento. In base ai propri interessi e alle proprie attitudini, i ragazzi potranno scegliere i laboratori a loro più consoni ed essere accompagnati dagli insegnanti verso l’acquisizione di competenze indispensabili per il proprio percorso formativo. Sono infatti iniziati o inizieranno a breve, i laboratori di

-          Potenziamento lingue straniere

-          Potenziamento area logico matematica

-          Laboratorio di fotografia

-          Laboratorio di falegnameria

-          Laboratorio di cartapesta

-          Laboratorio – orto

-          Laboratorio – gemellaggio

                                                                       Laboratorio – mosaico

                                                                 -          Laboratorio – intercultura

                                                                 -          Laboratorio musicale

Alcuni laboratori saranno realizzati anche presso le due sedi della scuola primaria con scambi di insegnanti dei diversi ordini e con l’aiuto di esperti esterni.

Verranno utilizzate anche le nuove aule-laboratorio recentemente rinnovate e arricchite di strumentazioni tecnologiche.

La scuola sarà inoltre aperta per continuare i corsi di formazione per i docenti e gli incontri di formazione per genitori.

LABORATORIO TEATRALE


Si è concluso venerdì 27 febbraio il laboratorio teatrale cui ha partecipato la classe III A della Scuola Secondaria del nostro Istituto. Il progetto, della durata di 10 ore, ha visto la partecipazione entusiasta dei nostri ragazzi, guidati dal regista Massimiliano Piva, promotore di un modello innovativo di teatro come strumento formativo, ideato una decina di anni fa dal Teatro Cosquillas di Ferrara. Punti di forza del percorso, vissuto dai ragazzi con grande coinvolgimento e come una grande opportunità, sono stati la sperimentazione di attività teatrali mirate alla costituzione del gruppo e alla consapevolezza di sé ricondotte di volta in volta ad un filo che ha legato l’attività teatrale alla programmazione scolastica. I ragazzi hanno imparato molte cose, hanno aumentato la stima di sé, si sono esibiti davanti ai loro compagni di classe senza inibizioni. Proporre ai ragazzi una metodologia di apprendimento basato sul teatro è stata una sfida che ha visto risultati positivi: ha permesso ai ragazzi di imparare divertendosi, di muoversi incanalando le energie fisiche, di ‘sfamare’ il loro bisogno di sentirsi uguali agli altri e capaci.


Grazie al regista Massimiliano Piva per le emozioni che ha saputo regalare a tutti noi. (prof.ssa Beatrice Gallerani)


Nel file in PDF alcune alcune spiegazioni sul teatro "Cosquillas".

 

COS.pdf
Documento Adobe Acrobat 123.8 KB

POTENZIAMENTO LINGUA INGLESE


GARA NAZIONALE KANGOUROU DELLA LINGUA INGLESE


In data 26 Febbraio si è svolta in tutta Italia la prima fase della gara nazionale Kangourou della Lingua Inglese. Anche il nostro istituto ha partecipato, con gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria impegnati nelle prove della sezione WALLABY, corrispondente ad un livello A2 del Common European Framework of Reference for  Languages. I nostri studenti si sono misurati nelle prove di Listening e Reading della University of Cambridge, uno dei più prestigiosi  enti certificatori della conoscenza della lingua inglese. Ci auguriamo che tra di loro ci sia chi potrà accedere alle semifinali, ma esprimiamo a tutti la nostra soddisfazione per essersi seriamente impegnati per sostenere una prova completamente nuova per loro. La gara è stata inoltre un’ottima occasione per sfruttare le nuove funzionalità del nostro laboratorio linguistico completamente rinnovato. Le foto dimostrano l’impegno e la serietà dei nostri alunni a cui auguriamo un  bel“ in bocca al lupo!”


– prof.ssa Susanna Fogli

POTENZIAMENTO MATEMATICA

Kangourou della matematica 2015

 

Il giorno 19 marzo si è svolta la XVI edizione italiana di KANGOUROU della MATEMATICA.

Nel nostro istituto hanno partecipato al concorso 77alunni di I, II e III media, iscritti alle categorie Benjamin e Cadet.

 

I ragazzi hanno dimostrato molto impegno e serietà durante la gara di 75 minuti, mettendo in campo ciascuno le proprie abilità di ragionamento, acutezza di pensiero e immaginazione geometrica.

Un grande ringraziamento a tutti per aver colto l’opportunità di un approccio giocoso alla matematica e un sincero augurio di poter partecipare alla fase finale che si svolgerà a Mirabilandia nei giorni 10, 11, 12 maggio 2015.

 

Prof.ssa Lara Stupazzoni

LA "DUE GIORNI" DELL'ORIENTAMENTO TRA PARI

SCUOLA SECONDARIA "IL GUERCINO"

 

Sono stati due pomeriggi straordinari; al suono della campana delle 14.10 è stato tutto un brulicare di alunni, alunni frequentanti e alunni che hanno frequentato. Nel grande atrio di ingresso della scuola, gli alunni di qualche anno fa hanno accolto gli alunni di oggi, li hanno divisi in gruppi. Ogni gruppo era ben organizzato in uno spazio della scuola dove gli ex alunni hanno presentato ai nostri alunni di oggi dei laboratori, delle attività inerenti al percorso scolastico scelto. Veramente due grandi giornate dove è stato piacevole incontrare gli alunni di un tempo e vedere il loro entusiasmo nel ritornare nella loro "vecchia" scuola  e dove è stato altrettanto soddisfacente vedre la partecipazione e la motivazione degli alunni di oggi.

 

un sincero ringraziamento ai ragazzi che hanno voluto ricordare così la loro scuola e agli insegnanti presenti, in particolare a Beatrice Gallerani, Susanna Fogli e Cristian Casolari:

 

Laboratorio di lingua inglese nel mondo:

Irene Lovera

Laboratorio matematico-scientifico: Damiano Tartarini, Elia Scainelli, Federica Marchesini, Federico Tognato

Laboratorio di Diritto: Greta Di Franco

Laboratorio di Economia aziendale:

Jacopo Lodi, Linda Meotti, Veronica Mattarelli

Laboratorio di Scrittura creativa: Ivan Forni

Laboratorio di Ricevimento e cucina: Tommaso Mignardi, Alessandra Acosta

Laboratorio di Conversazione lingua inglese: Nicolò Cervi

Laboratorio di dialogo filosofico: Domenico Imbastaro

Laboratorio di Burattini: Michael Novi

Laboratorio di linguistica: Martina Rumpianesi, Marta Passerini

Laboratorio di Agraria: Simone Quaquarelli.

PEER EDUCATION - LA SCUOLA APRE LE PORTE AGLI EX ALUNNI - ORIENTAMENTO


NEI GIORNI 5 E 6 FEBBRAIO 2015...SEGUI LA BUSSOLA!


LA SCUOLA APRE LE PORTE AGLI EX ALUNNI E PROPONE UN INCONTRO DI PEER EDUCATION PER AIUTARE I RAGAZZI A SCEGLIERE IL PROPRIO FUTURO.


DALLE ORE 14.10 ALLE ORE 16.10 SI REALIZZERANNO I SEGUENTI LABORATORI:


- LABORATORIO DI DIRITTO

- LABORATORIO MATEMATICO-SCIENTIFICO

- LABORATORIO DI ECONOMIA AZIENDALE 

- LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA

- LABORATORIO DI RICEVIMENTO E CUCINA

- LABORATORIO DI CONVERSAZIONE IN LINGUA INGLESE

- LABORATORIO DI DIALOGO FILOSOFICO

- LABORATORIO DI BURATTINI

- LABORATORIO DI LINGUISTICA

 - LABORATORIO DI AGRARIA

 

SI RINGRAZIANO TUTTI GLI EX ALUNNI CHE HANNO ACCETTATO DI PARTECIPARE A QUESTO PROGETTO E DI ARRICCHIRLO CON IL LORO CONTRIBUTO E LA PROF.SSA GALLERANI BEATRICE PER L'IDEAZIONE E ORGANIZZAZIONE. - 1 FEBBRAIO 2015 - DIRIGENTE A. TASSINARI 

 

ORIENTATI CON IL FILO DI ARIANNA!!

LA NOSTRA GIORNATA DELLA MEMORIA - 26 gennaio 2015

Grande commozione oggi all' incontro con Adelmo Franceschini e Armando Gasiani, organizzato dall' istituto comprensivo 1 di Cento in occasione della giornata della memoria.  La giornata si è aperta con le parole della dirigente Anna Tassinari, che ha creduto fortemente nell' opportunità di incontro tra i suoi studenti e questi testimoni speciali del periodo buio dei campi di concentramento. Hanno proseguito la presentazione l'assessore Maria Rolfini del comune di Cento e il dirigente scolastico Mauro Borsarini che ha moderato l'incontro con questi libri viventi, suoi cari amici. Il pubblico numerosissimo di studenti dell' IC1, cui si sono aggiunti studenti dell' IC2, IC3, IC4, ha accolto con molto calore e partecipazione commossa il racconto di Franceschini e Gasiani, delle privazioni subite e delle ferite vive della storia nelle loro anime. Alcuni studenti delle classi terze medie hanno intervistato Gasiani in quanto la lettura del suo libro ' Finché avrò voce', affrontata in classe con i docenti, aveva suscitato molte curiosità. Ne è nato uno scambio molto vivo e caldo, e la promessa di non spezzare il filo della memoria, perché tutto non sia stato vano e perché le nuove generazioni non dimentichino. Hanno concluso l'incontro la riflessione degli alunni, letta ai due eroi della nostra giornata, e la lettura del giuramento di Mauthausen che contiene semi di speranza, di fratellanza, di pace. ( prof.ssa Beatrice Gallerani)

Ricordiamo le riflessioni della giornata del nostro alunno Davide Gaudino della classe 3 A, che abbiamo inviato ad Armando Gasiani in ricordo della giornate.


Per la giornata, sono state inoltre  organizzate altre attività, come la visione di film sul tema; alcune classi si sono recate al Don Zucchini ad assistere alla proiezione del famosissimo film "La ladra di libri" 

GAUDINO.pdf
Documento Adobe Acrobat 177.7 KB

PER NON DIMENTICARE L'OLOCAUSTO E TUTTI QUELLI CHE HANNO SUBITO LA DEPORTAZIONE, LA PRIGIONIA, LA MORTE; PER COLORO CHE ANCHE IN CAMPI E SCHIERAMENTI DIVERSI SI SONO OPPOSTI AL PROGETTO DELLO STERMINIO E CHE HANNO CONTRIBUITO A SALVARE LA VITA AD ALTRI


"COLORO CHE NON HANNO LA MEMORIA DEL PASSATO, SONO CONDANNATI A RIPETERLO"


ISTITUTO COMPRENSIVO 1 "IL GUERCINO" IN COLLABORAZIONE CON cOMUNE DI CENTO E ANPI  


          P R E S E N T A


  26 GENNAIO 2015 PRESSO LA PANDURERA DI CENTO                                 ore 9,30

    LA NOSTRA GIORNATA DELLA MEMORIA


La scuola, insieme ai superstiti e ai propri ragazzi, vuole testimoniare la necessità di non dimenticare e l’importanza dell’ impegno affinché certe nefandezze non si ripetano.

RACCONTANO LA LORO STORIA:

-         ADELMO FRANCESCHINI, classe 1924 , catturato dalla Wehrmacht ( forze armate tedesche), viene  deportato in Germania dopo l’8 settembre 1943 e internato in un campo tedesco di raccolta per militari italiani. Al rifiuto di aderire alla Repubblica di Salò, viene deportato  nel campo di concentramento a Barsdof dove resterà per 24 mesi.

-          ARMANDO GASIANI, classe 1927, contadino e partigiano bolognese, viene deportato a Mauthausen a 17 anni con il fratello Serafino che muore in prigionia. Armando viene liberato il 5 maggio del 1945 e cerca di dimenticare il suo passato che riaffiora alla visione del film “La vita è bella” di Benigni.

La sua storia è raccontata nel libro di A. De Lisi “Nessuno mai ci chiese:la vita del partigiano Armando Gasiani deportato a Mauthausen” .


Saranno presenti gli alunni delle classi V e delle classi I  II III del nostro istituto.


Sono invitate alcune classi degli altri comprensivi del Comune di Cento 

LOCANDINA BUONA .pdf
Documento Adobe Acrobat 791.2 KB
pieghevole.pdf
Documento Adobe Acrobat 506.8 KB

CONTINUA IL PROGETTO E-TWINNING CON LA 2A

I ragazzi della 2A hanno intervistato i loro nonni sulla scuola dei loro tempi.

Questo è il primo dei filmati in preparazione.

 

LABORATORIO DI SCENOGRAFIA

Si è concluso il laboratorio di scenografia della classe III A. Coordinati dalla prof.ssa Ghisellini, i ragazzi hanno realizzato una scenografia per l'opera teatrale "La Boheme" che andrà in scena al Teatro Abbado di Ferrara. Prima di realizzare il pannello, gli alunni hanno incontrato la registra Osti che ha loro spiegato in che cosa consiste il lavoro del registra e ha raccontato come è nata l'idea di riproporre l'opera lirica di Puccini.

Il debutto avverrà sabato 7 febbraio 2015 e i nostri ragazzi parteciperanno allo spettacolo il 15 aprile 2015 al Teatro Comunale e ,in quell'occasione, avranno la soddisfazione di vedere il loro pannello sul palco del teatro.

 

Non è la prima volta che il nostro istituto si cimenta nella realizzazione di scenografie, come si può vedere dalla galleria fotografica che riproduce pannelli che rallegrano il corridoio della scuola secondaria di I grado "Il Guercino" - 31 gennaio 2015

LE DIMENSIONI DELLA PERSONALITA'

“Dimensioni della Personalità” “Dimensioni delle personalità attraverso il Metodo GDS come elaborazione di uno sviluppo psico-comportamentale-motorio”

 

Oggi si riconosce alle esperienze motorie un apporto determinante per lo sviluppo delle capacità cognitive e in particolare per il consolidamento dei concetti spaziali, temporali e di causa effetto così importanti ed indispensabili per il successo degli apprendimenti scolastici.  Al contrario, la mancanza o la evidente carenza di sviluppo delle abilità motorie comporta un abbassamento delle competenze cognitive e socio-relazionali degli alunni, fatto che si evince sistematicamente dalle indagini condotte a livello nazionale e internazionale in Europa.

 

Unione Europea, Raccomandazione n. 6 del 2003 recante “Accordi per migliorare l’educazione fisica e la pratica dello sport nei bambini e nei giovani di tutti i paesi europei” Risoluzione 13 novembre 2007

Ministero della pubblica Istruzione  - Indicazioni per il curricolo per la scuola dell’infanzia e per il 1° ciclo dell’istruzione – Roma, settembre 2007

Ministero della Pubblica istruzione - Piano Nazionale per il ben…essere dello studente 2007-2010- Roma, Aprile 2007

 

Gli obiettivi del progetto,  dedicato agli adolescenti,  mirano  a programmare le iniziative a carattere motorio e sportivo non come segmento autonomo, ma raccordandole all’interno del percorso curricolare dell’alunno, in stretto collegamento con le diverse aree disciplinari ed il complesso delle attività educative. Il progetto, centrato in una fascia di età molto sensibile e fragile, quale l’adolescenza,  si prefigge uno sviluppo positivo di questa fase evolutiva, stimolando e consolidando la personalità, la conoscenza e la consapevolezza della propria identità corporea, la formazione del carattere, la cura della propria persona e del proprio benessere, lo sviluppo e il mantenimento di un corretto equilibrio psico-fisico-comportamentale.

Con questo lavoro viene posta l’ attenzione all’approccio dell’individuo verso se stesso e verso gli altri, imparando ad individuare dalla lettura del corpo, attraverso messaggi non verbali, le emozioni e le sensazioni che in quel momento di vita si instaurano nei vari soggetti, portando ad un auspicabile miglioramento del proprio stile di vita e all’inclusione sociale.

 

Il progetto  si avvale di un approccio metodologico che lega la sfera motoria con quella psico-comportamentale “Metodo GDS”  (Godelieve Denys-Struyf).

 Il metodo GDS è una metodologia sia di prevenzione che terapeutica, che si interessa dei rapporti tra la biomeccanica e il comportamento.Il metodo propone una presa di coscienza del proprio corpo e dei propri comportamenti, stimolando in tal modo una creatività nella costruzione del proprio e dell'altrui benessere.

I muscoli sono inoltre i mezzi di espressione psico-corporea: le nostre tensioni, le nostre emozioni, i nostri sentimenti, i nostri modi di essere si esprimono attraverso il sistema muscolare che influenza le nostre posture e i nostri gesti.

Agendo in maniera detensiva  sulle strutture muscolo osteo articolari,  che in questa età adolescenziale sono in pieno squilibrio posturale, si può agire anche sul piano cognitivo,  migliorando la capacità di attenzione, di elaborazione, di apprendimento.

 

 

1)    Incontro con i genitori in data 9 Gennaio 2015, orario 17,30-19,30

L’incontro prevederà una breve introduzione e spiegazione del Metodo GDS;

a seguito :

-si esamineranno le varie tipologie psico-comportamentali;

-verranno spiegati  i comportamenti tipici di tali strutture psico-comportamentali;

-verranno forniti strumenti di interpretazione  per leggere le posture del corpo e le emozioni dei nostri ragazzi.

-verranno  forniti ausili teorico-pratici per intraprendere una comunicazione differente da quella già instaurata negli anni.

 

 

2)    Incontri con i ragazzi dal mese di Gennaio, nei seguenti  mercoledì (gennaio 14, 21, 28; febbraio 4 e 11, dalle ore 14,30-16,30.

 

I cinque incontri si svolgeranno in palestra; in ogni giornata si esaminerà una delle cinque strutture psico-comportamentali, affrontando con i ragazzi le problematiche sia fisiche che comunicazionali; i ragazzi  proveranno attraverso il proprio corpo esperienze sensoriali, percepiranno un modo differente di relazionarsi attraverso l’uso adeguato del proprio corpo e della parola, proveranno come gestire le emozioni negative e come rafforzare quelle positive.

 

PROF.SSA ELISA VOLPINI - 20 DICEMBRE 2014

 

LA RASSEGNA DEI PRESEPI




Anche quest'anno i ragazzi della scuola secondaria, coordinati dalla docente Licia Caselli, si sono cimentati nella realizzazione di originali presepi cha hanno contribuito a realizzare una calda atmosfera natalizia all'interno dell'istituto. I presepi sono stati costruiti in vari angoli della scuola e hanno partecipato ad una mostra fotografica tenutasi presso la Parrocchia di Penzale.

Il presepe realizzato dalla classe III C ha ricevuto il primo premio.

PROGETTI E-TWINNING

LA CLASSE 2A PRESENTA: MY SCHOOL


Nell’ambito del progetto Etwinning LEARNING FROM THE PAST, DISCOVERING OUR PRESENT, in collaborazione con il LiceulTeoretic di Murfatlar, Romania, la classe 2A ha realizzato un video in lingua inglese, in cui gli studenti presentano la nostra scuola ai loro partner rumeni. Nel progetto etwinning, che prevede, tra le varie attività anche la corrispondenza e lo scambio di lettere di Natale, i ragazzi sono coinvolti attivamente e partecipano con entusiasmo. Questa didattica laboratoriale fa parte del percorso per il conseguimento delle competenze chiave, inserite nel quadro di riferimento europeo. I progetti Etwinning saranno ampiamente presentati in occasione dell’OPEN DAY della scuola secondaria il giorno 24 gennaio 2015. (Susanna Fogli) 19 dicembre 2014

PROGETTO DIDATTICO "CONSORZIO BONIFICA"

La Bonifica del Territorio di Cento, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica della Pianura di Ferrara.

 

12/12/14

È ormai arrivata al termine la prima fase del progetto per far conoscere a tutte le classi del nostro plesso l'attività del Consorzio di Bonifica, inerente la bonifica idraulica del territorio. Si sono svolti già diversi incontri tenuti dal dott. Giampaolo Trentin che ha illustrato in lezioni di un'ora circa la notevole attività che quotidianamente il Consorzio di Bonifica svolge, aiutandosi con carte tematiche e con un filmato di 10 minuti circa, interpretato dall'attore di Pieve di Cento Lorenzo Bonazzi.

Si terrà all'inizio dell'anno nuovo la seconda fase, che prevede la partecipazione di tutti i ragazzi ad uno spettacolo dello stesso Lorenzo Bonazzi intitolato “Racconti di Ponti e storielle di ombrelli”.

A primavera sarà poi eventualmente possibile partecipare ad una terza fase, disponibilità permettendo, che prevede la visita guidata all'impianto idrovoro di Acque Basse di Codigoro.

Prof. Massimo Neri

 

I LABORATORI DEL FARE

Progetto didattico “1.000 kit di modellismo per le scuole dell’Emilia-Romagna” in collaborazione con ITALERI.- La didattica laboratoriale applicata in classe

 

Oggi, sabato 6 dicembre 2014, abbiamo iniziato con la classe 3A il progetto di attività di modellismo per il montaggio e la realizzazione di un modello in scala 1:72 di un aereo, uno per ciascun alunno. L'attività è partita con notevoli interesse e disponibilità da parte di tutti gli alunni ad oggi coinvolti. Essendo un'attività di laboratorio impiegherà diverse ore, ma già i primi ottimi risultati sono stati raggiunti; il lavoro si è svolto con l'attenzione e la concentrazione che questo tipo di attività necessitano; tutti i ragazzi si sono impegnati a fondo e hanno già cominciato a vedere passo dopo passo comporsi il modello nelle loro mani, pur nella consapevolezza che servirà altro tempo. In quest'ottica hanno anche dimostrato da un lato la corretta pazienza e dall'altro grande entusiasmo, tanto che avrebbero voluto rimanere a scuola anche dopo il termine delle lezioni o portare a casa il modellino per terminarlo in autonomia.

Per alcuni di loro inoltre sarà l'occasione, anche grazie alle fotografie che vengono fatte passo passo, per approfondirlo come tema d'esame di fine anno. Questa attività fa parte del pacchetto di progetti che questanno il nostro istituto propone per una didattica del fare. Seguiranno i laboratori di falegnameria, di cartapesta e di ceramica. Prof. Massimo Neri

 

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

 

Tanti i progetti didattici che quest’anno coinvolgeranno gli alunni della Secondaria di primo grado “Il Guercino” del nostro Istituto Comprensivo sul versante della “cittadinanza attiva”. I nostri ragazzi hanno già partecipato o parteciperanno a diverse iniziative che li vedranno destinatari o protagonisti in molteplici campi. Ma andiamo con ordine.

Il 20 novembre, in occasione del 25° anniversario della firma della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza (Convention on the Rights of the Child), nove studenti della nostra scuola hanno preso parte alla cerimonia d’insediamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze (CCRR), nel corso della quale sono stati ufficialmente nominati consiglieri dal primo cittadino di Cento, Piero Lodi, nella prestigiosa cornice di Casa Pannini, alla presenza di importanti autorità istituzionali: Maria Rolfini, Assessora all'Istruzione pubblica, il Presidente del Consiglio Comunale, Vasco Fortini e il segretario comunale Margherita Clemente. È, questo, un punto di arrivo e –a un tempo– il nastro di partenza di un progetto fortemente voluto dal Comune di Cento, che ha subito trovato la sponda dei quattro Istituti Comprensivi del territorio centese e che ha interessato non solo i ragazzi di prima e seconda media, ma anche le quinte elementari. I quarantotto consiglieri, democraticamente eletti dai loro compagni di classe al termine di una vera e propria campagna elettorale con tanto di programma, saranno ora “traghettati” nell’adempimento dei loro imminenti incarichi dagli educatori dell’Associazione Ferfilò (Alice Tassinari, Giulia Ginesi, Alessandro Soriani ed Edoardo Accorsi) e saranno coadiuvati dalla loro “squadra”, formata dai candidati non eletti della loro classe. Divisi in commissioni che affronteranno vari temi (l’ambiente, l’arte e la cultura, i diritti, l’informazione), i quarantotto avranno il compito di confrontarsi e discutere per elaborare, in maniera condivisa, una serie di consigli e proposte realizzabili che saranno vagliate dal Sindaco e dalla Giunta comunale. Due le finalità: in primis dare voce ai bambini e ai ragazzi anche in ambito politico, in armonia con i principi sanciti dalla Convenzione ONU del 1989 poc’anzi ricordata (specialmente gli artt. 3 e 12); secondariamente (last but not least) aiutare gli amministratori locali a prendere decisioni valide e vincenti, nel pieno rispetto degli interessi della collettività.

Ma quella del CCRR non è la sola proposta di Educazione Civica pensata per gli allievi del “Guercino” per l’a.s. 2014/2015. Si è da poco concluso, infatti, un ciclo di incontri sul tema della conoscenza della Costituzione italiana, testo “sacro” con il quale ogni cittadino dovrebbe avere dimestichezza e familiarità. Grazie alla preziosa collaborazione con l’Associazione per la Pace nel Centopievese (in particolare, nella figura di Franco Borghi), la nostra scuola ha avuto l’opportunità di aderire al progetto formativo “Testimonianze di pace, Costituzione e tutela ambientale”, giunto alla IX edizione. La Dott.ssa Chiara Bergonzini, dell’Università degli Studi di Ferrara, ha illustrato alle classi terze la storia della nostra Carta costituzionale, la sua struttura, i suoi principi fondamentali, che sono alla base del nostro vivere civile, rispondendo a molte curiosità e domande e mettendo in evidenza come la scarsa conoscenza della Costituzione da parte dei giovani studenti –ma anche di noi adulti– sia una grave lacuna civica.

Sempre le terze saranno impegnate nel progetto “100 passi verso il 21 marzo - la scuola adotta una vittima di mafia”, promosso da Libera (presidio “Barbara, Giuseppe e Salvatore Asta) in collaborazione con il Comune di Cento. Il progetto mira a coinvolgere gli studenti a conoscere, attraverso un percorso di ricerca, la storia delle vittime di mafia come esempi concreti di cittadini attivi e responsabili. La finalità principale, quindi, è quella di far sapere cos’è la mafia, come agisce e di sviluppare un senso critico che si opponga al prevalere di una cultura mafiosa, attraverso le storie di vita di tante persone che a quel modo di pensare hanno detto “no” con coraggio e con grande senso di giustizia. Le modalità operative potranno essere le più svariate, dalla “adozione” di una vittima di mafia ricostruendo i momenti salienti della sua vita all’incontro con un suo familiare, dalla realizzazione di materiali come striscioni, magliette, cartelloni etc. alla realizzazione di una mostra cittadina o scolastica, fino all’auspicabile partecipazione di alcune classi alla “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie” che si terrà il 21 marzo a Bologna in piazza 8 Agosto.


Le prime e le seconde classi della scuola secondaria, invece, saranno impegnate sul fronte dell’alimentazione responsabile e della solidarietà con l’iniziativa Spesa a scuola, che prevede incontri con esperti sul tema e la raccolta per il banco alimentare. 

A tutte le classi è dedicato, poi, il progetto Tabula plena, organizzato dall’Associazione Culturale Ferfilò, che ha proposto e sta proponendo ai nostri alunni dei percorsi laboratoriali. Ogni laboratorio tratta una delle otto competenze chiave riconosciute dall’Unione Europea con un approccio di educazione non formale, che spaziano dai linguaggi non verbali al cooperative learning (comunicare in lingua madre; comunicare in lingua straniera; competenze di base matematiche, scientifiche e tecnologiche; competenze digitali; competenze interpersonali, interculturali e sociali; imprenditorialità; espressione culturale; imparare ad imparare).

Tutti i progetti proposti e seguiti nel corso di questo anno scolastico puntano, da un lato, a sensibilizzare i ragazzi su temi importanti quali la lotta a tutte le mafie, la solidarietà, la convivenza civile e la collaborazione; dall’altro, si prefiggono un duplice fine: far conoscere la Costituzione e i suoi principi fondamentali e rendere gli alunni parte attiva nel processo democratico e attori in prima persona della scena politica. Entrambi gli aspetti –riteniamo– sono due facce inscindibili della stessa medaglia. Prof. Filippo Tedeschi


ATTIVITA' NOVEMBRE 2014

SCRITTORI DI CLASSE

 Si è conclusa il 30 novembre 2014 la prima fase del concorso “Scrittori di classe” un grande concorso letterario di scrittura e lettura critica dei testi rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutta Italia, in collaborazione con otto tra i più apprezzati autori di libri per ragazzi: Beatrice Masini, Guido Sgardoli, Luigi Garlando, Manuela Salvi, Roberto Piumini, Silvana De Mari, Tim Bruno e Vanna Cercenà. Scrittori di Classe è un progetto per l'anno scolastico 2014-2015 di Insieme per la Scuola, iniziativa nata con la collaborazione delle scuole facenti parte del gruppo di lavoro Controllo di Gestione attivato dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e il gruppo Conad, giunta ormai alla sua 4a edizione. Vi partecipano classi della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria del nostro Istituto.

Le singole classi hanno scelto uno degli incipit preparati dagli otto autori e, con la guida dell'insegnante, scriveranno un racconto di alcune pagine, creando anche qualche illustrazione. Inoltre, ogni classe riceverà i racconti di altre classi da valutare.

I primi dieci racconti classificati per ogni incipit verranno consegnati agli autori, che decreteranno le otto migliori storie e le trasformeranno in veri e propri libri. Le classi vincitrici avranno l'opportunità unica di lavorare fianco a fianco con uno scrittore di successo per scambiare opinioni sullo sviluppo del racconto. Avremo fortuna? L’importante è partecipare!! 2 dicembre 2014

LEZIONI CON IL LETTORE MADRELINGUA INGLESE

Anche quest’anno la nostra scuola ha attivato un ciclo di lezioni con il docente madrelingua inglese, dottor Michael Hughes. Obiettivo principale del progetto è di favorire l’interazione degli alunni con un insegnante madrelingua e potenziare le abilità di speaking. Da anni l’Istituto Comprensivo 1 si avvale della collaborazione del professor Hughes, in un  progetto di continuità con la scuola primaria. Gli alunni rispondono sempre con entusiasmo e partecipazione attiva a questo progetto.

LA BANDA A SCUOLA

Giornata in musica oggi 8 novembre 2014 presso il plesso della Scuola Secondaria! I ragazzi hanno avuto l'opportunità di incontrare la storica banda di Cento diretta dal Maestro Stefano Caleffi. Erano presenti molti componenti della banda che hanno presentato agli alunni strumenti come il trombone, il corno, il basso tuba, il bombardino, oltre al clarinetto, alla tromba, al flauto e al saxofono. Ogni modulo a cui erano presenti 4 classi alla volta si è concluso con un commovente coro dell'Inno d'Italia.

La giornata fa parte delle varie attività che l'istituto propone per avvicinare i ragazzi alla musica in un percorso che comincia dall'infanzia per continuare fino alla secondaria. 

ATTIVITA' OTTOBRE

- attività motoria al percorso vita; prime gare in collaborazione con IC 3 di Renazzo;

- attività musicale con i laboratori di pianoforte, chitarra e batteria. 1)Laboratori pomeridiani in orario extra curricolare per continuare l'attività iniziata lo scorso anno. 2) Mattinata in musica nel nuovo laboratorio di musica della scuola il 20/10/14: incontro con i docenti di batteria, violino, sax e chitarra.

 

- Cittadinanza e Costituzione : "Le nuove schiavitù"  - testimonianze dal vivo  in collaborazione con l'associazione "Le Case degli angeli"- La prof.ssa Nedda Alberghini Po ha guidato gli alunni delle classi III ad alcune importanti riflessioni sulle nuove schiavitù dei nostri tempi aggiungendo anche l'intervento presso il nostro istituto nel contesto del premio internazionale Daniele Po. Per sensibilizzare al problema, la giovane nigeriana Isoke Aikpotanys, che ha ricevuto il Premio Pace Città di Ferrara per il 2014, ha raccontato la sua esperienza di schiava liberata. (17 ottobre)

 

INTRODUCING YOUR CITY, YOUR SCHOOL AND YOUR LIFE - Ottobre 2014.

 

E’ stato presentato ai genitori degli alunni della classe III B il progetto E-twinning a cui la classe ha partecipato il precedente anno scolastico, guidata dalla prof.ssa Susanna Fogli. Con grande emozione, i ragazzi hanno presentato ai loro genitori in lingua inglese il video realizzato sulla città di Cento, sulla nostra scuola e sulla propria classe. Il progetto E-twinning fa parte delle strategie utilizzate dal nostro istituto per il potenziamento delle competenze in lingua straniera degli alunni.

MATTINATA IN MUSICA (20 ottobre 2014)

Al secondo anno di attività, il potenziamento della pratica musicale nella nostra scuola è realizzato con attività curricolari, cercando occasioni di incontro con esperienze musicali oltre l’aula, come questa mattinata resa possibile grazie alla collaborazione con associazioni del territorio e alla nostro piccolo laboratorio musicale . L’arricchimento dell’offerta formativa si realizza inoltre con la proposta di corsi pomeridiani extra scolastici a cui i ragazzi potranno iscriversi inviando una mail a:laboratoriomusicaleic1@gmail.com.

 

La nostra attività iniziata lo scorso anno scolastico ha reso possibile per la nostra scuola l’accreditamento come laboratorio musicale come da decreto USR 116 del 9 luglio 2014.

 

 “1.000 KIT DI MODELLISMO PER LE SCUOLE DELL'EMILIA ROMAGNA" Progetto didattico sperimentale in collaborazione con ITALERI Spa - a.s. 2014-2015

29 ottobre 2014

Visita all’Italieri, azienda familiare di Calderara di Reno importante in tutto il mondo per l’esperienza nel modellismo, in attesa di ricevere i nostri kit. Siamo pronti per iniziare il progetto proposto dall’Ufficio Scolastico dell’Emilia Romagna in collaborazione con Italeri. Per una didattica del saper fare e per prevenire la dispersione scolastica, il nostro istituto propone un approccio nuovo all’acquisizione delle competenze storiche: partendo da un modellino, quindi dal sapere fare, i ragazzi ricostruiranno il percorso storico. Una nuova sfida per una didattica innovativa e creativa che si plasma sui bisogni dei ragazzi e che rispetta la personalizzazione dei percorsi per dare a tutti la possibilità di raggiungere i traguardi proposti.

 

 

Etwinning - Seminario nazionale a Napoli: noi c'eravamo, invitati su segnalazione dell'Ufficio Scolastico Regionale.


  • http://etwinning.indire.it/articolo.php?id_cnt=3532
  •   La nostra scuola è stata selezionata quale rappresentante dell'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna insiene all'Istituto Leonardo da Vinci di Reggio Emilia.
  • La conferenza, rivolta a docenti di tutto il territori nazionale, vuole contribuire a dare una dimensione europea alle Indicazioni Nazionali e mostrare come una scuola che integri eTwinning nella didattica attui i principi metodologici richiamati dalle Indicazioni Nazionali. Si ricorda che eTwinning, facente parte del programma Erasmus+ dell'Unione Europea, promuove la collaborazione scolastica in Europa attraverso l'uso delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC). Il nostro istituto ha realizzato vari progetti eTwinning. All'evento parteciperà la prof.ssa Fogli,   referente dei progetti eTwinning. (28 settembre 2014)