IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2017/18

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

Scuola Primaria "Carducci"  A.S. 2017-18

L’ istruzione  è  fondamentale

per  la  felicità  sociale;

è  il  principio  su  cui poggiano

la  libertà  e  la  grandezza  dei  popoli.

( Benito  Juàrez )

 

 

Buon  anno  scolastico  2017-2018

a  tutte voi  bambine  e   a  tutti  voi  bambini

 

che  siete  il  vero  volto  della  scuola!

I NOSTRI ALUNNI ALLA "FESTA DELLA MUSICA" DI BUDRIO

Il Coro della scuola primaria "Carducci" ha partecipato alla Festa della Musica di Budrio il 21 giugno 2018 come gruppo del progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna e realizzato in collaborazione con la scuola di musica "Fra le Quinte". 

"Il suono e il canto della pianura" ha visto i nostri piccoli coristi cimentarsi in canti popolari.

E' FINITA!!

“CARDUCCI”,    GRAN  FINALE  COL  BOTTO !

 

Giovedì 7 giugno, ultimo giorno di scuola, dalle 10,30 alle 12, il cortile delle “Carducci” straripava di mamme, papà e nonni arrivati per assistere al Saluto di fine anno proposto da alunne, alunni e docenti.

Sotto il sole cocente, pazienti e  con tanta voglia di applaudire, hanno potuto assistere ai balli eseguiti da ogni classe: bravissimi i giovani ballerini che, preparati da Sara e Andrea di Ritmo Danza, sulle note di PALMAS hanno dato prova di grande impegno. IN VIA DEL TUTTO ECCEZIONALE, proprio PER NOI, c’era anche LEI, TIZIANA TOZZOLA, autrice del conosciutissimo brano, giunta gentilmente dalla gioiosa Romagna per condividere con la scuola centese questo speciale momento.

Mentre ad ogni cambio classe, le note delle trombe suonate da Niccolò Tartaglione e Francesco Mantovani di quinta E, musicisti della Guercino Band, intrattenevano amabilmente il pubblico, è stata poi la volta dell’esibizione delle ragazze e dei ragazzi  che hanno partecipato al Progetto di canto corale IL SUONO E IL CANTO DELLA PIANURA, promosso dalla scuola di canto FRA LE QUINTE, sapientemente guidati dalla cantante SILVIA VACCHI: un nostalgico salto nel passato che ha risvegliato dolci ricordi in ognuno dei presenti!

Anche le classi Prime, con la canzone LO SCERIFFO PAM PAM,  e le Terze, con canzoni in inglese, hanno  dato il meglio aggiungendo “slego” e allegria.

Intanto, sotto il gazebo, alcune mamme delle classi Seconde distribuivano coloratissimi e invitanti bicchieri di macedonia da loro preparata e confezionata con la frutta offerta da MINARELLI, FRUTTA DI QUALITÀ : un miracoloso toccasana, visto il caldo che faceva!

Alla fine tutti in gruppo a danzare, travolti dalla fantasia delle sculture di palloncini realizzate dall’insegnante EMANUELA PETRELLESE, quindi baci, abbracci, saluti e … arrivederci al prossimo anno !

Un grazie speciale alle maestre SILVIA TRAVAGLI e LAURA FRASSINELLI per l’impegno profuso nell’organizzazione dell’evento.

 

 

( Monica  Ravasini )

LA FESTA DELLO SPORT

CORRI, TIRA, SALTA, LANCIA … MUOVITI!

 

Ore 8.15: ormai alunne ed alunni  sono  arrivati, il loro outfit è rigorosamente casual e coloratissimo, ognuno in scarpe da tennis e cappellino.

Ore 8.30: ultimi preparativi per allestire una location degna dell’evento: bandierine, attrezzature, diplomi, istruttori pronti, campioni in attesa di esibirsi, bambini in fibrillazione … la FESTA DELLO   SPORT  sta per cominciare!

Ore 8.45: tutti fuori dalle aule! CI PIACE MUOVERCI, VOGLIAMO MUOVERCI: lo sport è vita e noi, oggi, intendiamo vivere una giornata specialissima all’ aria aperta, col sole che ci dà energia  e ci invita a correre, tirare, saltare, lanciare!

A rotazione, ogni classe lavora alla postazione del Minibasket con gli istruttori Mauro Fornaro, Nicolò Violi e Luca Grotto dell’ASD BENEDETTO 1964: canestri a go go e fragorosi applausi!

Poi è la volta del tennis, con i maestri Oliver Schuett e Stefano Stifani del TENNIS CLUB DI CENTO: palline dappertutto e risate a non finire!

Quindi si passa al Minivolley, con l’istruttore Simone Frigato dell’ ASD BENEDETTO 1964: palla di qua, palla di là e super divertimento!

Infine, sulla pedana verde distesa nel salone interno della scuola, il ju jitsu con i maestri Roberto Grandi e Claudio Leprotti del CSR JU JITSU CENTO: bocche spalancate in modalità STUPORE per la loro lezione e per la performance dei due CAMPIONI Gianmarco Iazzetta e Ilaria Barbieri!

Insomma, la PRIMA FESTA DELLO SPORT “carduccina” è stata un vero successone, grazie anche a mamma Francesca Rota che ha provveduto a procurare i graditissimi gadgets per i bambini e a mamma Manuela Balboni della Cucinoteca Signora Emilia che si è occupata dell’omaggio agli istruttori: bottiglie di buon vino che, ci auguriamo, bevano in compagnia per festeggiare la riuscita dell’iniziativa.

Un ringraziamento particolare va alla docente Silvia Travagli che ha coordinato i lavori con scrupolo e professionalità!

 

( Monica Ravasini )

 

 

 

C COME...CARDUCCI - ATTIVITA' DELLE CLASSI PRIME

LA    FRECCIA    AZZURRA

Martedì 19 dicembre le classi Prime E/F della scuola “Carducci” hanno avuto il piacere di assistere ad uno spettacolo davvero speciale presso il centro Pandurera, presentato dalla Fondazione AIDA nell’ambito dei progetti didattici proposti dalla Fondazione Teatro Borgatti – Comune di Cento.

Si tratta del racconto di Natale sempre meraviglioso, scritto da Gianni Rodari, LA FRECCIA AZZURRA, una storia tutta italiana dedicata alla nostra amatissima BEFANA e all’atmosfera di trepida attesa che vivono i bambini la notte tra il 5 e il 6 gennaio, quando sbirciano di continuo fuori dalla finestra nella speranza di vedere la generosa vecchietta che porta loro doni e dolciumi.

Capita, però, che qualcuno rischi di rimanere senza delizie o balocchi se i genitori non hanno i soldi da dare alla Befana, proprio come sta per succedere al piccolo Francesco: allora i giocattoli si ribellano e decidono di mettersi in marcia per andare a donarsi direttamente ai bimbi con poche possibilità economiche, ma buoni, buoni, buoni, perciò meritevoli di ricevere un bel regalo.

 

Lo spettacolo è stato magico e la Befana ha dimostrato che tutti i bambini sono uguali per lei, dolce nonnina a cavallo di una scopa, vestita non certamente alla moda, ma con un cuore Ygrande così!

 

 

OGGI  GLI  ARTISTI  SIAMO  NOI !

 

Giovedì 26 aprile, assediato il pullmino del comune, artiste ed artisti delle classi Prime E/F - Scuola Carducci - hanno varcato la soglia del meraviglioso  Museo Magi di Pieve di Cento per trascorrere una mattinata all’insegna della creatività, della fantasia e della bellezza.

Dopo un’analisi precisa di alcune opere al fine di comprendere bene la differenza tra arte figurativa e non figurativa/astratta,  bambine e bambini si sono riuniti  attorno agli attrezzatissimi tavoli della sala- laboratorio e hanno dato libero sfogo alla propria vena artistica realizzando elaborati assolutamente originali e personalissimi.

MUSEO MARAMEO è davvero l’espressione più corretta per definire l’attività alla quale tutti hanno partecipato con entusiasmo, divertendosi e al tempo stesso imparando, collaborando e lavorando insieme in onore di quell’ “immaginario bambino” che permette a ciascuno di esprimersi liberamente in base alla propria sensibilità  al  bello.

 

( Monica Ravasini )

C ...COME ...CACCIA AL SAPORE

Mercoledì 11 aprile,  le classi Prime E/F della scuola “Carducci” si sono recate presso la sede GEMOS di via dei Tigli per partecipare al Progetto CACCIA AL SAPORE, pensato proprio per le piccole alunne e i piccoli alunni al fine di cominciare ad educarli ad una alimentazione sana e consapevole.

Improvvisatisi “chef per caso”,  bambine e bambini hanno assaggiato vari cibi al fine di imparare a distinguere i sapori acidi (acqua e limone) dai salati (prosciutto cotto, formaggio grana) e quelli amari (radicchio, caffè d’orzo) dai dolci (banana), quindi si sono lanciati nella guarnizione di una “personalissima” torta alla frutta.

Un sacco di mani al lavoro contemporaneamente e ….. un pittoresco risultato finale!

 

( Monica  Ravasini )

B come...BOXE

E  ADESSO  TIRIAMO  DI  BOXE  !

 

Lo sport è sempre praticato alle “Carducci”, tanto che durante i mesi di marzo e aprile bambine e bambini di ogni classe si sono avvicinati alla NOBILE ARTE della BOXE, guidati dai Maestri Carlo e Mattia dell’ A.S.D. SERIO BOXING TEAM, associazione affiliata alla Federazione Pugilistica Italiana.

Con l’ allenamento a contatto leggero, adatto a tutti, massimamente ai bambini sia maschi che femmine, non solo si fa attività fisica, ma si impara anche a vincere la timidezza, la paura e l’insicurezza.

Si migliora la coordinazione, si allungano i muscoli, si rinforzano l’autocontrollo e la consapevolezza di sé e del proprio corpo.

 

Altro  aspetto  molto  positivo  è quello della riduzione

dell’ aggressività  e  della  prevenzione  della  violenza!

 

“Costruite ponti, abbattete muri”

è il motto del Maestro Mattia che, ovviamente, 

ben volentieri noi condividiamo.

 

( Monica Ravasini )

A COME...ATLETICA

Durante il mese di marzo, tutte le classi della scuola “Carducci” , grazie alla Polisportiva Centese, hanno partecipato al Progetto Atletica guidati dai bravissimi istruttori Stefano e Alessia.

E così anche l’atletica, disciplina sportiva legatissima alle origini del movimento umano, non ha più segreti per alunne ed alunni.

Se anticamente CORRERE, SALTARE e LANCIARE erano attività fondamentali che permettevano all’uomo di sopravvivere, oggi continuano a farci muovere, divertire e rilassare, essendo l’atletica uno degli sport più istintivi e naturali tra tutti.

Ancora grazie a Stefano e Alessia!

 

( Monica  Ravasini )

IL PLESSO "CARDUCCI" E "IL GUERCINO" PARTECIPA ALL'OPERINA

Il mare racconta i grandi navigatori del passato

Di nuovo sul palco il progetto Operina !

 

Finalmente il 28 febbraio le classi III E e III F della Scuola Primaria Carducci, insieme ad altri compagni delle scuole di Renazzo, si sono esibiti, presso il teatro Pandurera, nell’Operina “Il Mare racconta i grandi navigatori del passato”.

L’impegno dei bambini e dei loro insegnanti, dell’associazione Recicantabum,  ha portato sul palco uno spettacolo davvero coinvolgente, nel quale  parti recitate si sono completate ed alternate a canzoni,  interpretate dal coro delle bambine e dei  bambini delle classi terze.

Gli artisti hanno trasmesso entusiasmo ed emozione al pubblico in sala, che li ha sostenuti con lunghi  e meritatissimi applausi.

Le imprese di Fenici, Vichinghi e pirati sono state lo sfondo per raccontare la storia fantastica di un viaggio, indietro nel tempo, di alcuni alunni che, in gita a Genova, salgono su un antico vascello che li porta ad avvicinarsi a popoli di cui avevano avuto solo notizie superficiali e frammentarie.

L’incontro avviene senza paura: la voglia e la curiosità di conoscere l’altro oltrepassano pregiudizi e diffidenze.

Il mare diventa un libro da sfogliare, sul quale leggere gesta  di uomini che lo hanno percorso, per trovare nuove terre in cui vivere e costruire la propria esistenza.

Il finale dello spettacolo regala un messaggio di speranza più attuale che mai: dall’ incontro con genti di culture diverse i ragazzi tornano arricchiti e pronti a proseguire il loro percorso di crescita.

Come in un rito di iniziazione, dove vi è una prova da superare, qui tale prova è il superamento della  paura dell’altro.

Migrazioni e spostamenti  determinano incontri, influenze reciproche tra un popolo e l’altro,  cambiando i destini sia di chi accoglie che di chi viene accolto.

Sta a tutti noi lo sforzo e l’impegno quotidiani per rendere questi incontri possibili e non solo immaginabili.

Ancora grazie ai bambini, alla regista Paola Serra, a Giulia e a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione del progetto.

 

Classi III E e III F Scuola Primaria Carducci

TENNIS ALLE "CARDUCCI"

Palla e racchetta,  si  gioca  a  tennis !

 

Dal 15 gennaio al 9 febbraio, tutte le classi delle “Carducci” hanno fruito di quattro lezioni  di tennis ciascuna, grazie alla disponibilità degli operatori del Tennis Club Cento che sono entrati nella palestra azzurra, e non in campo arancione, per spiegare a ragazze e ragazzi gli aspetti fondamentali di questa affascinante attività fisica.

Pur essendo uno sport asimmetrico, visto che sollecita solo un lato del corpo, il tennis è comunque adatto ai bambini purchè si abbia l’accortezza di accompagnarlo ad esercizi che agiscano sulle zone del corpo che non lavorano durante i set.

I benefici del tennis sono importanti: sviluppa l’abilità aerobica, la coordinazione, la velocità di movimento, la capacità di reazione e la concentrazione.     Quindi, perché non praticarlo?

 

Grazie  a  Oliver  e  Stefano !

 

( Monica  Ravasini )

CONTINUITA' INFANZIA-PRIMARIA

PICCOLI  BIMBI  CRESCONO

Nell’ambito del Progetto Continuità INFANZIA/PRIMARIA, martedì 6 febbraio bambine e bambini della “Giordani” si sono recati in visita alla “Carducci” per incontrare  le alunne e gli alunni delle attuali classi Prime E/F e trascorrere qualche ora insieme.

Al fine di valorizzare i vissuti e i saperi di bimbe e bimbi, è stato realizzato un momento di accoglienza-gioco durante il quale, tutti in cerchio, piccoli e meno piccoli si sono presentati soffiando bolle di sapone e dicendo il proprio nome, quindi in classe è stato attivato un Laboratorio di costruzione-maschere di alcuni animali, da accompagnare poi con una breve filastrocca ciascuno e da nominare in inglese.

Così, soffiando, colorando e ridendo la mattina è volata via veloce ed ognuno ha potuto tenersi come ricordo una buffa maschera decorata di persona, da mostrare orgoglioso/a  a mamma e papà.

I “Primini” e le “Primine” hanno fatto volentieri da tutors ai meno grandicelli, guidandoli non solo nel lavoro, ma anche all’interno della struttura scolastica per farla “esplorare” e conoscere agli ospiti; una semplice merenda ha contribuito alla socializzazione fresca e spontanea, tipica dei bambini.

 

Ecco le immagini, a coronamento di un’iniziativa dal risultato più che positivo.

!!!CARNEVALE  SCATENATO  E  PAZZO !!!

Oggi lunedì 12 febbraio la scuola “Carducci” esplode di colori, musica, allegria e divertimento: è arrivato Carnevale!

Tra baby dance, truccabimbi e sculture di palloncini, merenda grandiosa, costumi bellissimi e maschere incredibili la mattinata procede al massimo dell’energia, riempita dalle grida di bambine e bambini impegnati a divertirsi,  saltare, ballare e giocare.

Le maestre, però, dicono: “Meno male che succede solo una volta all’anno…”

 

( Monica  Ravasini )

OPEN DAY

!!!  OPEN  DAY  ALLE  “CARDUCCI”  !!!

 

Sabato 13 gennaio, la Scuola “Carducci” ha accolto trenta e più famiglie in visita per osservarne gli ambienti e per conoscere il Piano dell’Offerta Formativa proposto dall’ IC1 di Cento.

In un’atmosfera semplice e cordialeallegra e dinamica, bambine e bambini hanno partecipato ai vari laboratori organizzati per intrattenerli, mostrando loro alcune delle attività che si svolgono in classe durante l’anno scolastico.

Insieme a “PINA L’APINA ROBOTINA” i programmatori in erba si sono avvicinati al coding; nel LABORATORIO CREATIVO i giovani artisti hanno realizzato luccicanti palle decorative utilizzando spilli e paillettes; alla LIM i futuri poliglotti hanno ballato, fatto giochi didattici in lingua italiana e in lingua inglese; nel LABORATORIO DI SCIENZE NATURALI ED EDUCAZIONE AMBIENTALE i piccoli ecologisti si sono improvvisati “cuochi per  uccellini”, preparando polpette da offrir loro durante l’inverno, quando per gli amici pennuti trovare di che sfamarsi è più difficile.

Il tempo è passato in fretta, con le alunne e gli alunni TUTORS soddisfatti per l’insolita mattinata trascorsa a fare le MAESTRE  e i MAESTRI!

( Monica Ravasini )

 

 

VIAGGIO ATTRAVERSO LE EMOZIONI - IL NOSTRO LAPBOOK

Dalla lettura e drammatizzazione di “Che rabbia!” di Mireille d’Allancé, i bambini della 3a E  del plesso "Carducci" hanno rivissuto come ci si sente quando si vive una bruttissima giornata, proprio come è capitato a Roberto, il protagonista della storia, in cui un giorno le cose non sono proprio andate per il verso giusto e così, a poco a poco ha sentito salire dentro di sé una Cosa terribile: la rabbia. E allora cosa facciamo quando capita anche a noi? Come cerchiamo di calmarci? Dall’intervento di ogni bambino che ha riportato una “ricetta personale” per risolvere i momenti di rabbia, si è passati alla proposta di costruire tutti assieme un lapbook, in cui rappresentare la più vasta gamma delle emozioni, con gradi diversi di intensità e a cui collegare una faccina e un colore. E allora…a tutt’emozione!

JU JITSU ALLE CARDUCCI

BAMBINI E JU JITSU, ACCOPPIATA VINCENTE !

____________________________________________________________

Tecnica, rispetto per l’altro, disciplina e autocontrollo: ecco cosa insegna il ju jitsu.

Durante il mese di dicembre, presso la scuola “Carducci”, bambine e bambini, seguiti dal Maestro Roberto Grandi, hanno potuto fruire di quattro lezioni per sperimentare di persona quanto sia affascinante questa arte marziale, che aiuta a migliorare la concentrazione e il coordinamento dei movimenti.

Il ju jitsu, inoltre, promuove lo sviluppo della sicurezza interiore aiutando i soggetti più deboli e introversi ad acquisire maggiore fiducia in se stessi.

CONSIGLIATO  A  TUTTI,  MASCHI  E  FEMMINE !

Grazie, come sempre, al Maestro Roberto.

 

 

( Monica  Ravasini )

MINIBASKET

 

Dal 23 ottobre al 23 novembre 2017, presso la palestra delle “Carducci”, si sono svolte diverse lezioni di minibasket tenute da alcuni operatori della Società Benedetto 64, sempre presente ed attiva nel mondo della scuola per promuovere stili di vita sani all’insegna del moto e dello sport.

Adatto sia a bambine che a bambini dai 5 agli 11 anni, il minibasket è senza dubbio un valido mezzo di educazione motoria, sportiva e sociale.

Ideato nel 1950 dal professor Jay Archer, il minibasket insegna le basi della pallacanestro in forma di gioco, presentando poco a poco le varie regole e mettendo, quindi,  i piccoli sportivi nella condizione di apprenderle gradualmente; entrato nei Programmi della Primaria dal 1985, i nostri “scoiattoli” e le nostre “paperine” lo praticano a scuola con grande piacere ed energia positiva.

 

Grazie, come sempre, alla Società Benedetto 64

e agli istruttori Mauro, Luca, Marco e Nicolò.

 

 

( Monica Ravasini )

PICCOLI ARTISTI

                                       PICCOLI ARTISTI DEL NATALE

Il Natale è il tema del Concorso Internazionale “Piccoli Artisti del Natale”, indetto dai Padri Carmelitani del Santuario di Gesù Bambino di Arenzano (GE), giunto alla sua 51^ edizione. Del nostro Istituto hanno partecipato a tale concorso le classi: 3^A e 3^B della Scuola Primaria “Guercino”, 3^E e 3^F della Scuola Primaria “Carducci” ed ogni alunno  ha realizzato un elaborato grafico, rappresentando il presepe e la Natività con tecniche originali e diversificate, guidati e motivati a mettere in atto tutto il loro potenziale creativo, dalle loro amatissime insegnanti di religione: Antonella Diaco e Beatrice De Luca. Su più di 10.000 partecipanti, sono stati selezionati per la mostra1300 disegni, 8 dei quali sono stati realizzati dai nostri alunni che hanno ricevuto un diploma di merito: Chiara Zgyana (3A), Giorgi Giulia(3B), Flores Adriano (3B), Bianchi Tiziano (3B),Buccellato Alfredo (3B), Busatti Beatrice ( 3E), Cristofori Sofia (3E), Bozzoli Marco (3F).  La premiazione avverrà Domenica 21 Gennaio presso il Seminario di Arenzano e facciamo il nostro in bocca al lupo agli alunni premiati nella prima fase del concorso, auspicando la loro partecipazione  alla premiazione finale, in cui un’ulteriore giuria qualificata sceglierà tra i 1000 disegni selezionati i vincitori, per originalità, tecnica di esecuzione, spontaneità, religiosità e attualità. I vincitori  riceveranno targhe personalizzate, oggetti artistici, la possibilità di veder pubblicato il proprio elaborato sulla rivista “Il Messaggero di Gesù Bambino”, nonché quella di fare un tour sulla costa ligure!!!!

 

                                                                                                                   IMMA FUSCO

ARRIVA BABBO NATALE

BABBO   NATALE  ,

ma  quello  VERO !

Babbo Natale discende da un personaggio storico realmente esistito, San Nicola Vescovo di Myra nel IV secolo. La leggenda narra che egli abbia aiutato a sposarsi tre fanciulle senza dote: di notte andava da loro e di nascosto faceva cadere delle monete d’oro nelle calze che le ragazze avevano steso ad asciugare sul camino. Così, con un po’ di denaro a disposizione, le tre giovani poterono finalmente convolare a giuste nozze e da allora la figura di Babbo Natale è inscindibilmente legata al dono.

In via assolutamente eccezionale, anche ai bambini e alle bambine delle Classi Prime E/F delle “Carducci”, tutti radunati per la speciale occasione nel refettorio della scuola, mercoledì 20 dicembre 2017, Babbo Natale ha consegnato  piccoli regalini e dolciumi provocando in loro gioia e divertimento allo stato puro.

Dico in via eccezionale perché non si è assolutamente trattato di uno dei tanti aiutanti di cui Babbo Natale si avvale in questo periodo per recarsi a salutare più bambini possibile, ma proprio di LUI personalmente di persona, cioè del VERO Babbo Natale in carne ed ossa!!!

Come l’avete capito, vi chiederete: ebbene, è bastato semplicemente sottoporlo all’ inconfutabile PROVA DELLA BARBA.

Gliel’abbiamo tirata un po’, naturalmente con gentilezza, potendo così constatare, senza ombra di minimo dubbio che, essendo la folta barba bianca ben attaccata al suo simpaticissimo viso furbetto, chi ci era venuto a trovare annunciandosi a suon di scampanellate era proprio l’autentico e inimitabile NATALE  BABBO!!!

CHE    EMOZIONE,   RAGAZZI   !!!

 

( Monica Ravasini )

NOI SIAMO GLI AMICI DELLA STRADA

Come ogni anno, tutte le classi della Primaria IC1 hanno partecipato al Progetto AMICI DELLA STRADA promosso, appunto,  da IC1 insieme a Comune di Cento e fortemente voluto allo scopo di dare un oggettivo contributo all’educazione stradale di ragazze e ragazzi, per avviarli a diventare utenti sicuri e consapevoli del sistema stradale.

Mercoledì 6 dicembre 2017 le Classi Prime, dopo un po’ di teoria tra i banchi di scuola che grazie alla signora Ilze è sempre chiara ed efficace, si sono ritrovate in cortile per osservare direttamente da vicino i dispositivi e l’allestimento di un veicolo della Polizia Municipale.

Con pazienza e professionalità, Ilze ha illustrato gli equipaggiamenti speciali per comunicare con la Centrale Operativa (radio ricetrasmittente), i sistemi acustici e luminosi utili a muoversi velocemente nel traffico, farsi meglio vedere di notte ed essere riconoscibili dai cittadini (sirene,  casacche e fasce retroriflettenti, attrezzi vari di segnalazione), insomma tutto ciò che serve ai Vigili in qualità di professionisti  della  pubblica sicurezza.

Bambine e bambini hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa dando sfogo alla loro tipica  curiosità, facendo mille domande e … ricevendo altrettante esaustive risposte!

 

( Monica Ravasini )

LA BELLA E LA BESTIA ALLE "CARDUCCI"!

Venerdì 15 Dicembre, le  bambine e i bambini III E e III F, grazie ai genitori che hanno deciso di fare loro questo originale regalo, hanno  assistito allo spettacolo “La Bella e la Bestia”, messo in scena dalla compagnia teatrale “Il Baule Volante” di Ferrara.

E così presso la palestra, senza alcuna  scenografia o effetto speciale, si è creata una magica atmosfera  di fiaba.

Sono bastate le parole, gli sguardi  e la mimica per suscitare l’interesse e la curiosità dei bambini che, pur ricordando il noto film di animazione, hanno apprezzato questa versione teatrale, nella quale due soli attori hanno interpretato vari personaggi.

Ciò ha consentito a ciascuno di loro di immaginare e  creare il proprio  sfondo ideale al racconto.

L’essenzialità della messa in scena ha fatto arrivare in modo diretto il messaggio che la bellezza non sta nel volto, ma  anche “nelle zampe e nella pancia” e che amare significa accettare e prendersi cura anche di chi  è diverso da noi, apparentemente imperfetto, ma forse  dotato di una bellezza interiore che può essere un’opportunità per chi riesce a coglierla.

Meritatissimi gli applausi agli attori che non si sono sottratti alle numerose domande degli emozionati spettatori.

Ancora un sentito grazie  ai genitori

 

Classi III E III F

LA CANZONE DEL MARE

Mercoledì 22 novembre le classi prime delle Carducci si sono allegramente recate al cinema  Don  Zucchini  per  la  visione  del  lungometraggio  animato  irlandese LA CANZONE DEL MARE, diretto da Tomm Moore.

In SONG OF THE SEA (titolo originale del film) Moore reinterpreta in chiave europea lo stile giapponese di Miyazaki e propone una storia, ricca di suggestioni e stupore, che narra le vicende di Saoirse e del fratellino Ben, figli di una Selkie, la donna-foca, creatura del mondo magico.

I due fratellini abitano un isolotto insieme al papà, guardiano del faro, e vengono abbandonati dalla madre che un giorno sparisce per tornare al suo popolo in via di estinzione, ma lascia a Saoirse il suo cappotto con il quale anche la piccola, che ha ereditato la magia, può mettersi in contatto con gli straordinari piccoli esseri che vivono nascosti tra gli uomini.

Il papà, però, non vuole perdere anche la sua amata bambina: getta il cappottino in mare e manda i figli a vivere con la nonna. Purtroppo, lontana dal suo mondo, Saoirse si ammala  e toccherà al fratello Ben, che inizialmente la rifiuta poiché la ritiene responsabile della scomparsa della mamma, aiutarla a vincere le sue paure e  salvare se stessa, riportando in vita anche tutte le creature fatate che stanno sparendo.

Si parla magistralmente di emozioni e di ricordi, in questo delicatissimo film permeato da tanta poesia e pure da un po’ di malinconia, proprio nel rispetto della più radicata tradizione letteraria irlandese.

L’essenzialità grafica nella pittura dei personaggi e la raffinata tecnica d’animazione danno vita ad un cartone affascinante nella sua semplicità, ad un racconto che invita adulti e bambini a riflettere su temi quali la solidarietà e la generosità.

Bambine e bambini l’hanno apprezzato moltissimo e, per qualcuno di loro, l’emozione si è trasformata in commozione.

 

( Monica Ravasini )

A SCUOLA DI MINI VOLLEY BALL

Dal 25 settembre al 19 ottobre 2017, tutte le alunne e tutti gli alunni delle 11 classi della Scuola “Carducci” hanno partecipato con entusiasmo alle quattro lezioni di Minivolley proposte dalla Società Benedetto 64.

Sport propedeutico alla pallavolo vera e propria, il minivolley guida i bambini ad imparare i movimenti tecnici per poi  praticarla. È un gioco di squadra indicato sia per maschi che per femmine,  molto utile per favorire la socializzazione di soggetti timidi o il contenimento di quelli esuberanti.

Ecco perché, pantaloncini, maglietta e scarpe da tennis, all’interno della nostra palestra echeggiavano voci gioiose di piccoli atleti che si cimentavano con impegno in cadute, scivolate e rullate, ovviamente dopo un adeguato riscaldamento fatto di corsa, slanci per le gambe, esercizi per le braccia e allungamenti; importantissimo il palleggio: solo a mano completamente aperta!

Una corsa di defaticamento  concludeva l’ora di motoria, sempre attesa e pretesa da bimbe e bimbi.

Ragazze, ragazzi e docenti ringraziano

 gli istruttori Enrico e Sara per la preziosa collaborazione.

 

 

( Monica Ravasini )

CHE NESSUN PARLI!!

MUSICA,  LINGUAGGIO  DI  TUTTI

 

Mercoledì 22 novembre, giorno di Santa Cecilia, patrona della musica, di strumentisti e cantanti, l’IC1 ha voluto completamente dedicarsi, appunto, alla musica e sia il plesso Guercino che il plesso Carducci sono stati gioiosamente impegnati in attività musicali, secondo quanto proposto  dal Miur con l’iniziativa “Nessun parli: musica e arte oltre la parola” svoltasi contemporaneamente in tutte le scuole d’Italia.

Riuniti a turni all’interno della palestra, carduccine e carduccini , insieme ad insegnanti e genitori, hanno assistito entusiasti alle esibizioni dimostrative della Banda Verdi2 diretta dal M° Stefano Caleffi e di alcuni artisti dell’Associazione “Fra le quinte”, tutti bravissimi e molto applauditi.

La mattinata si è conclusa con l’apprezzata performance del “Coro della Quinta C” che ha presentato un repertorio di brani veramente carini, meritando scrosci di applausi dal vivacissimo pubblico.

Inutile aggiungere che lo scopo dell’iniziativa era quello di motivare all’apprendimento della musica e del canto oltre che di valorizzare il lavoro svolto a scuola, ma anche creare un efficace momento di incontro e comunicazione poiché, come sostiene Pascal Quignard, la musica è semplicemente là per parlare di ciò di cui la parola non può parlare.

 

 

(Monica  Ravasini)

UNITI CONTRO IL BULLISMO

La classe 5° E del Plesso Carducci ha ottenuto il secondo posto fra le classi quarte e quinte di Cento. Il premio è stato assegnato dal Centro Commerciale Guercino come evento conclusivo del Progetto di educazione civica sulle disabilità e sul fenomeno del bullismo dal titolo "I supercittadini hanno classe". La tematica scelta dalla quinta è stata il "rispetto per sè e per gli altri stop al bullismo". Gli alunni hanno partecipato attivamente ai due incontri guidati dagli operatori del Centro Commerciale, durante i quali sono stati stimolati a riflettere su temi complessi del vissuto comune attaverso metafore e giochi. Queste attività hanno aiutato i bambini a capire come relazionarsi con i compagni senza essere nè vittime nè bulli.

La classe ha quindi realizzato un elaborato raffigurante tanti episodi di bullismo, il tutto confluisce in un cuore centrale dove i buoni sentimenti fanno sì che il puzzle si formi:      

 A SCUOLA E NELLA VITA USIAMO LA TESTA E… TANTO CUORE,

 

               dalla  5 E delle “CARDUCCI” – Claudia Bazzani

ENGLISH TIME - HALLOWEEN

HALLOWEEN   NELLE   CLASSI   PRIME

Complice lo studio della lingua inglese, risulta sempre divertente festeggiare Halloween (FESTIVALS) e riempire di zucche decorative e pipistrelli o fantasmini le nostre aule.

La zucca, con i suoi caldi colori, ci cala immediatamente nell’atmosfera dell’autunno, stagione ogni anno più mite e piacevole da trascorrere: come resistere, dunque, alla tentazione di renderle onore?

E festa sia!

Qualcuno in maschera secondo lo stile “American Carnival”, qualcuno no, bambine e bambini delle classi Prime E/F si sono scambiati amichevolmente i golosi dolcetti dell’occasione, pronunciando la tipica frase “Trick or treat?”, lungo il ballatoio della scuola Carducci, divenuto per alcune decine di minuti  libero mercato di irresistibili baratti gustosi.

La visione collettiva del film d’animazione “Hotel Transylvania” ha suggellato una mattinata piuttosto informale, ma la vera protagonista è sempre lei: Misses Pumpkin.

Guardate, infatti,  come erano belle le nostre cucurbitacee,  le nostre spaventosissime decorazioni e i terrificanti figuranti!

 

 

(Monica Ravasini)

ENGLISH PASSAGE FROM PRIMARY TO SECONDARY

oxford .pptx
Presentazione Microsoft Power Point 20.2 MB

SI RICOMINCIA!

Primo  giorno  di  scuola  alle  “Carducci”

 

Oggi, venerdì 15 settembre, la scuola è cominciata per tutti  e qui alle “Carducci” bimbe e bimbi si sono ritrovati a condividere il corridoio con due strani, ma simpatici e coloratissimi VEGETALI  GIGANTI: chi saranno mai?

Intanto vi diciamo i loro nomi:

Rita   carota   e   Fedoro   pomodoro.

Nelle prossime puntate sveleremo il mistero, intanto guardate quanto sono buffi e grossi!

 

P.S.  Ricordatevi sempre che mangiare frutta e verdura fa crescere più sani!

 

 

( Monica Ravasini )

ECCO   SVELATO   L’ARCANO  !

I due megavegetali altro non sono che le nostre mascottes:  il portafortuna della Prima E è l’arancionissima Rita carota, quello della Prima F il rossissimo Fedoro pomodoro!

In loro compagnia faremo tante attività, impareremo un sacco di cose, leggeremo storie, canteremo canzoni, conosceremo altri personaggi fantastici e, soprattutto,                                                    RIDEREMO.

 

( Monica Ravasini )