IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2017/18

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

Scuola Primaria "Il Guercino" A.S. 2017-18

ASSEGNAZIONE DOCENTI ALLE CLASSI

firmato_1509260451_SEGNATURA_1509260364_
Documento Adobe Acrobat 215.7 KB

EDUCAZIONE STRADALE

GIOCOCALCIANDO

Mattinata entusiasmante per le classi 3^A, 4^A e 4^B della scuola primaria “Il Guercino” che hanno concluso il progetto “Valori in rete”- Giococalciando con una festa sportiva che li ha coinvolti in vari giochi a staffetta nei quali gli alunni dovevano mettere in campo la passione e soprattutto il rispetto nello stare insieme, divertendosi. Sotto la guida del prof. Bolognesi dell’Associazione Calcistica Sportiva e dell’ex calciatrice della nazionale femminile italiana Rebecca, tutti i bambini hanno partecipato con entusiasmo ai percorsi preparati per loro nel cortile e nella palestra grande delle scuole medie… grondanti di sudore, ma alla fine carichi di sorrisi. Grazie anche alla maestra Graziella che ha coordinato le attività sportive per tutto il plesso.                                                                             Maria Pellecchia

IL GUERCINO IN MUSICA

PRIMARIA E SECONDARIA INSIEME ALLO STADIO "MAZZA" DI FERARRA

 

 

                                     I.C   “IL GUERCINO” ALLO  STADIO “ PAOLO MAZZA” DI FERRARA

 

 

Martedì 10 Aprile una delegazione di alunni e insegnanti dell’I.C.1 ha avuto il privilegio di assistere allo Stadio “Paolo Mazza” di Ferrara alla partita Italia-Belgio della Nazionale di Calcio Femminile, valida per la qualificazione ai mondiali di Francia  del 2019. A tifare e gridare: “Forza Azzurre”c’erano  gli  alunni della classe 3^A della Scuola Primaria “Guercino” accompagnati dalle loro insegnanti: Graziella Borghi e Imma Fusco, alcuni alunni della classe 4^B e 4^A accompagnati dalle docenti: Elisa Palazzolo e Laura Guandalini e i genitori delle tre classi disponibili a “vivere” con noi questo “singolare” evento calcistico. Era presente anche la squadra di calcio femminile della Scuola Media “Guercino”, composta dalle atlete delle classi terze, accompagnate dal loro giovanissimo e atletico prof. di Ed. Fisica e allenatore Luca Zanni. Una presenza corposa ed entusiasta dell’I.C.1  allo stadio, pronta a fare il tifo per la nostra Nazionale, decisa ed agguerrita contro le “gialle” Belghe, altrettanto motivate a vincere. Il 26 Marzo due giocatrici “Azzurre” sono state “ospiti” del nostro Istituto per raccontare la loro esperienza, coinvolgendo  ragazze e ragazzi  con il  loro vissuto impregnato di “fede calcistica” e amore per lo sport. Durante l’intervallo tra il 1^ ed il 2^ tempo della partita c’è stata la premiazione all’interno del campo, delle classi delle varie scuole che hanno partecipato al Progetto “Giococalciando”, promosso dal MIUR e dalla FIGC. 3^A, 4^A e 4^B  hanno aderito al Progetto realizzando un cartellone e svolgendo delle attività on-line riguardante le regole del calcio, suddivise in 4 step. Ogni step era composto da attività didattiche da effettuare a livello teorico in classe e a livello pratico in palestra, da quiz e giochi interattivi. I cartelloni sono stati valutati da esperti del Provveditorato, da operatori della FIGC e dalle atlete della Nazionale. Sono state premiate tre classi: una  per la Scuola Primaria, una per la Scuola Secondaria di 1^ Grado e una per la Scuola Secondaria di 2^ Grado. Per la Scuola Primaria il primo posto è stato assegnato alla classe 3^A della “Scuola Guercino”. Emozionata la nostra zelante referente di motoria del plesso Graziella Borghi, insieme a due alunni della classe ha ritirato i premi: una maglietta azzurra firmata da tutte le giocatrici della squadra, un gagliardetto dell’Italia ed una fornitura di attrezzi per la palestra, con i complimenti per l’ottimo impegno profuso nel  lavoro eseguito, del prof. Giuliano Bolognesi delegato FIGC di Ferrara, coordinatore del Progetto , della dott.ssa M. Grazia Marangoni coordinatrice di Ed. Fisica di Ferrara che ringraziamo per la loro collaborazione e di tutti i dirigenti della FIGC presenti durante la premiazione. Le avversità meteorologiche e la pioggia incalzante  non ci hanno dissuasi dal rimanere allo stadio per continuare ad esultare in maniera calorosa per la Nazionale e uno splendido arcobaleno è apparso nel cielo per “colorare” una memorabile vittoria  delle Azzurre 2-1  che sono riuscite a tessere una buona trama di gioco con 2 reti segnate da Rosucci e Girelli, per gioire di un ennesimo  successo del nostro Istituto  e dell’ottimo risultato raggiunto dagli intraprendenti alunni della 3^A che hanno ben compreso le regole del FAIR PLAY e l’equazione CALCIO=  RISPETTO, COLLABORAZIONE, STARE INSIEME, GIOCARE IN ALLEGRIA,DIVERTIMENTO, AMICIZIA e soprattutto SANA COMPETIZIONE, come hanno scritto nel cartellone premiato. Complimenti!!!

 

 

                                                                                                      IMMA FUSCO

 

 Il Progetto Operina Il Mare racconta i grandi navigatori del passato” promosso dalla fondazione Teatro Borgatti e dall’Assessorato alla Scuola del Comune di Cento, realizzato già in passato con entusiasmo nelle scuole locali, è stato avviato nel mese di gennaio. Cinque sono stati gli incontri preparatori di canto corale e recitazione che hanno permesso agli alunni delle 14 classi delle due Scuole Primarie dell’I.C.1 di Cento di “andare in scena”  come dei veri attori e cantanti. Cinque classi del “Guercino” : 2^A-2^B-2^C-3^A-3^B e nove classi delle “Carducci”: 2^E-2^F-3^E-3^F-4^E-4^F-5^E-5^F-5^C hanno realizzato degli spettacoli serali al Teatro Pandurera. Costumi e scenografia accattivanti, coro sincronico sul palco di 2 classi (seconde e terze) e attori entusiasti (quarte e quinte) hanno destato emozioni in sala, la platea si è riempita di parenti, amici e insegnanti pronti ad applaudire con orgoglio i protagonisti di questa “Operina” che si è rivelata un’esperienza positiva per tutti. Fondamentale per l’ottima  riuscita degli spettacoli è stato l’intervento delle insegnanti di canto e recitazione: Chiara e Giulia, della regista Paola Serra e della signora Zaccaria dell’Ufficio Fondazione Teatro “gancio organizzativo” costante e preciso fra la Fondazione e la Scuola. I miei alunni della 3^A la sera  in cui sono andati in scena, il 26 febbraio, terminata la fase esorcizzante, di sperimentazione in cui ciascuno si è messo in gioco vincendo le proprie paure, ansia e pudore, hanno chiesto all’unanimità di voler fare il prossimo anno un’esperienza duplice, interpretando anche la parte degli attori. Auspicando il prosieguo del Progetto nel prossimo anno scolastico, ringraziamo tutti e in primis i nostri alunni per aver preso sul serio l’”Operina”, per essersi fatti coinvolgere, penetrando nell’affascinante mondo dei Fenici, Vichinghi e Pirati e per averci regalato anche stavolta delle emozioni  meravigliose!!!

 

                                                

                                                                                IMMA FUSCO

IL RITORNO DELL'OPERINA

TUTTI A VICENZA...TRA IL GRANO E IL CIELO

Proprio così, “Tra  il  grano  e  il  cielo” si  intitola  la  mostra  di  quadri  di  Vincent Van  Gogh,  allestita  nella  Basilica  Palladiana  a  Vicenza  che  gli  alunni  delle  classi  quarte,  della  scuola primaria “Il Guercino”,  hanno  potuto  ammirare.

Rapiti dalla narrazione del percorso formativo dell’artista tra studio, prove e tecniche di disegno e pittura, gli alunni sono stati letteralmente affascinanti dal vissuto di Van Gogh che attraverso i colori e i tratti delle sue tele si svela e racconta la propria anima.

La nostra gita è proseguita nella visita di un' opera architettonica straordinaria quale è il Teatro Olimpico, realizzato su progetto di una delle personalità artistiche più influenti del nostro Rinascimento, Andrea Palladio.

L’incontro con l’arte tra Van Gogh e Palladio è stato piacevolmente contornato dalla giornata di Carnevale che ieri 13 Febbraio si svolgeva lungo le strade e le piazze di Vicenza, a cui anche i nostri bambini hanno partecipato con allegria.

 

Le insegnanti, attraverso questa gita didattica, hanno voluto aprire lo sguardo dei loro alunni sulla creatività, che nasce dallo studio e dall’osservazione della realtà, e anche sulla bellezza dell’arte che ci circonda, come patrimonio prezioso di cui dobbiamo essere custodi gelosi. Un piccolo passo che dall’entusiasmo dei bambini forse siamo riuscite a far compiere...  Maria Pellecchia

ATTIVITA' LABORATORIALI PER LA SCUOLA APERTA - OPEN DAY 20 GENNAIO 2018

Sabato 20 Gennaio dalle ore 9.30 alle ore 12.30 si è svolto l’immancabile appuntamento con i bambini delle Scuole dell’Infanzia di Cento e zone limitrofi, accompagnati dai loro genitori. I piccoli visitatori accolti dall’efficiente promotrice dell’Open Day Claudia Grassilli, da Maria Rausa e da Ignazio De Marco, intraprendono al piano terra un “ritmato viaggio” per esplorare i vari ambienti di quello che sarà il loro habitat per otto ore quotidiane, nell’arco del prossimo lustro. Filoconduttore dei laboratori organizzati con maestria e professionalità dal corpo docente del plesso, è il “Paese di Musicolandia”,  fiaba ideata e scritta dalla new entry esperta di musica Rosa Riviello  per questa occasione, le cui immagini sono state realizzate dal prof. Mirco Melloni  e colorate dagli alunni del plesso. La MUSICA è stata la protagonista indiscussa della nostra mattinata, in quanto è Arte che esprime Armonia, Passione, Fantasia, Creatività, Poesia, che dà colore alla vita…e lo ha dato anche al nostro Open Day. “Senza la musica la vita sarebbe un errore”, sosteneva Nietzsche e la nostra scuola sposando in toto questa idea, si è permeata di ritmi, colori, strumenti e note musicali che hanno invogliato i piccoli ospiti a curiosare, vedere, sentire, toccare e “fare costruendo”, seguendo un percorso ben delineato e strutturato per l’occasione. Rosa Riviello, affiancata  da Mara Bregoli  ha permesso ai bambini di approcciarsi al mondo delle note, utilizzando le tastiere ed il morbido tappeto musicale. Samanta Maccaferri, Laura Guandalini e Dora Scarfato hanno spiegato ai piccoli utenti il gioco della tombola musicale, costruita dai  nostri alunni, facendoli divertire con le note e l’entusiasmo era altissimo quando credevano di aver fatto tutti tombola!! Giuliana Moruzzi e Renza Montanari hanno condotto un laboratorio di costruzione del bastone della pioggia,  realizzato con rotoli di cartone, rivestiti di carta crespa e i piccolini con esperienza tattile sceglievano i materiali: vari tipi di legumi secchi, chiodi e  puntine per rendere sonoro il bastone da portare a casa e mostrare a tutti come un bel trofeo. Elisa Palazzolo e Rosa Maria Lamborghini hanno realizzato pazientemente con i bambini un altro suggestivo strumento musicale, utilizzando bristol vari e..  tappi di metallo : il picchio sonoro con occhietti mobili, simili a delle nacchere accattivanti .  La nostra esperta veterana referente di motoria Graziella Borghi, coadiuvata da Grazia Ferioli ha accolto i bambini della Scuola dell’Infanzia in palestra trasformando uno spazio così grande e freddo in un ambiente accogliente, caldo e ritmato, facendo eseguire ritmi liberatori “Sulle ali della danza”: “Pesciolino dance”, “1-2-3-passo avanti”, “La canzone delle vocali”. Un contributo decisivo in palestra è stato dato dai nostri alunni della 3^A, un energico corpo di ballo che ha saputo accogliere e coinvolgere in maniera ludica gli ospiti, interpretando attivamente il ruolo di tutor. Stefania Sandri con gli alunni di 1^B ha realizzato un laboratorio di carte in formato A4, coinvolgendo i bambini in diversi giochi: “Per la gallina”, “Cava in camicia”, “Ruba mazzo”, “Forma la squadra”. Claudia Dossi, Gloriana Roncarati e Anna Tinti hanno organizzato un “ventaglio di attività didattiche” legate al Coding, utilizzando Doc il robotino educativo parlante, la Lim e realizzando un Lapbook con immagini del luogo in cui viviamo ( “La mia casa, la mia scuola, la mia città, la mia regione, la mia nazione”). Luca Aiello con i suoi alunni di 1^A ha coinvolto i piccoli ospiti in attività ludiche corporee e spaziali, finalizzate all’espressione teatrale. Salvatore Dimilta, coordinatore e informatico del plesso, ha realizzato percorsi quadrettati su una griglia dove gli alunni pescando le carte utilizzano in maniera pratico-ludica le Bee-Bot, chiamate affettuosamente apine. Queste piccole api robot utilizzate come strumenti didattici ideati per gli alunni della Scuola dell’Infanzia e della Primaria, sono in grado di memorizzare una serie di comandi base in avanti/indietro, a destra/sinistra su un percorso dato. Il maestro ha spiegato come funzionano i circuiti magnetici, facendo toccare i “prodotti” del progetto Robocop che mettono in atto il Coding a vari livelli, utilizzando i Lego 2.0, Sphero 2.0, mBot, che permettono ai più piccoli di fare un’esperienza pratica nel campo della programmazione dell’elettronica e della robotica e offrono la possibilità per imparare le discipline STEAM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Arte, Matematica). Le maestre della 5^B: Laura Riviello e Donatella Gabrielli hanno realizzato un’esposizione di tutte le attività di scienze relative allo STEM svoltosi all’inizio di settembre con gli alunni delle terze-quarte-quinte, mostrandole  ai presenti e delucidandoli sulle modalità di raccolta, catalogazione delle piante e creazione dell’erbario. Nel laboratorio di matematica, legato allo STEM, incentrato sulla realizzazione di cubi, i tutor di quinta hanno supportato i piccoli nella realizzazione dei “ dadi”. Giusi Cavallo ha raccontato la storia di MUSICOLANDIA, il paese dove tutti vivevano felici nelle loro case a forma di strumenti musicali ,fino a che un giorno il re del paese più triste del mondo TRISTELANDIA, catturò le note musicali che rendevano la gente allegra. La storia ha un lieto fine in quanto i bambini sono riusciti con una chiave musicale magica a formare un ponte con le note musicali per unire i due paesi, dove tutti da quel momento hanno ripreso a cantare, ballare, ridere e vissero sempre felici e contenti . L’utilizzo del teatro, dello scenografico castello del re, si è rivelato un’ attrazione ipnotica  per i piccoli visitatori e  anche per i nostri tutor attenti all’ascolto, fino alla fine del racconto!!! In uno step successivo Pasquale Carvello, Chiara Colajanni e Annalisa Costa hanno presentato la storia di Musicolandia in chiave digitale facendo una presentazione power point con sottofondo musicale ( storytelling) e hanno proposto giochi interattivi di logica  ( memory) e di pregrafismo utilizzando la Lim , coadiuvati dagli alunni di 3^B e dalle quinte. E come la  fiaba di MUSICOLANDIA,  anche il nostro OPEN DAY   ha un lieto fine!!!  I nostri piccoli visitatori e i  loro genitori ci salutano soddisfatti, intenzionati a fruire di  una valida offerta formativa, sorretta da  un impianto solido dove emergono: Competenze, Professionalità, Coesione, Sinergia, Condivisione, Amore per i  nostri alunni e Motivazione e  Passione per la nostra Professione.

Arrivederci a Settembre!!!

                                              IMMA FUSCO

PICCOLI ARTISTI

                                       PICCOLI ARTISTI DEL NATALE

Il Natale è il tema del Concorso Internazionale “Piccoli Artisti del Natale”, indetto dai Padri Carmelitani del Santuario di Gesù Bambino di Arenzano (GE), giunto alla sua 51^ edizione. Del nostro Istituto hanno partecipato a tale concorso le classi: 3^A e 3^B della Scuola Primaria “Guercino”, 3^E e 3^F della Scuola Primaria “Carducci” ed ogni alunno  ha realizzato un elaborato grafico, rappresentando il presepe e la Natività con tecniche originali e diversificate, guidati e motivati a mettere in atto tutto il loro potenziale creativo, dalle loro amatissime insegnanti di religione: Antonella Diaco e Beatrice De Luca. Su più di 10.000 partecipanti, sono stati selezionati per la mostra1300 disegni, 8 dei quali sono stati realizzati dai nostri alunni che hanno ricevuto un diploma di merito: Chiara Zgyana (3A), Giorgi Giulia(3B), Flores Adriano (3B), Bianchi Tiziano (3B),Buccellato Alfredo (3B), Busatti Beatrice ( 3E), Cristofori Sofia (3E), Bozzoli Marco (3F).  La premiazione avverrà Domenica 21 Gennaio presso il Seminario di Arenzano e facciamo il nostro in bocca al lupo agli alunni premiati nella prima fase del concorso, auspicando la loro partecipazione  alla premiazione finale, in cui un’ulteriore giuria qualificata sceglierà tra i 1000 disegni selezionati i vincitori, per originalità, tecnica di esecuzione, spontaneità, religiosità e attualità. I vincitori  riceveranno targhe personalizzate, oggetti artistici, la possibilità di veder pubblicato il proprio elaborato sulla rivista “Il Messaggero di Gesù Bambino”, nonché quella di fare un tour sulla costa ligure!!!!

 

                                                                                                                   IMMA FUSCO

FESTA DI NATALE

Venerdì 22 Dicembre alle ore 14.00 sono iniziati alla Scuola Primaria “Il Guercino” i preparativi dello spettacolo canoro organizzato come di consuetudine, per scambiarsi gli auguri di Natale. Hanno partecipato le 12 classi del plesso, proponendo un repertorio natalizio vario e ritmato, in italiano e in inglese. I bambini entusiasti, di bianco e rosso vestiti, sprizzavano gioia e voglia di condividere questo  momento di festa, reso “magico” dalla presenza di un acclamato Babbo Natale che ha distribuito doni a tutte le classi. Poi tutti nelle proprie aule per appagare l’innata curiosità, a scartare i regali e a fare  un’abbondante merenda a base di pizza, gnocco, panettone e caramelle, ascoltando e cantando suggestivi brani natalizi. Gli alunni della 3^A  si sono impegnati nei giorni precedenti e con entusiasmo hanno realizzato i lavoretti natalizi con le loro insegnanti, che  hanno portato a casa con orgoglio, condividendo il messaggio di Gianni Rodari contenuto nella poesia

“Il Mago di Natale”. 

Buone Feste a tutti e Felice 2018 !!!!

                                                                                            IMMA FUSCO                                                                             

 

 

VISITA ALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO

Continuano i laboratori dell’Osservatorio Astronomico Comunale “P. Burgatti” di Cento che ospita, ancora una volta, gli alunni della IV A e IV B dell’Istituto “Il Guercino”.

Giovedì, 7 dicembre 2017, i ragazzi sono stati accompagnati dalle loro insegnanti: Maria, Laura, Rosa Maria ed Elisabetta al Planetario per un approfondimento sull’ Archeoastronomia, la scienza che si occupa delle conoscenze astronomiche dei popoli del passato.

L’offerta didattica gratuita è stata dedicata alle scienze astronomiche e naturali con particolare riguardo all’ Archeoastronomia Mesopotamica: le civiltà fluviali, le basi dell’astronomia occidentale. Infatti, l’identificazione delle costellazioni viene guidata dai miti e dalle leggende che, da sempre, i popoli del mondo hanno creato per rendere più vicino il cielo ed orientarsi con maggiore facilità.

Continuano i laboratori dell’Osservatorio Astronomico Comunale “P. Burgatti” di Cento che ospita, ancora una volta, gli alunni della IV A e IV B dell’Istituto “Il Guercino”.

Il percorso al Planetario è iniziato con la proiezione di filmati, di immagini e l’illustrazione delle principali Costellazioni e Teologie Astrali Babilonesi, con l’Astronomia Egizia, con gli Allineamenti Stellari e con gli Strumenti per misurare il tempo.

Successivamente, gli studenti, attraverso i telescopi, hanno osservato la volta celeste per imparare a scoprire come è stato, ed è tuttora, possibile utilizzare il Sole per orientarsi.

L’esperienza si è conclusa con un senso di stupore nell’apprezzare le meraviglie del cielo.                             Palazzolo M. ElisabetTA

AFFONDIAMO IL BULLISMO TUTTI NELLA STESSA BARCA - 1 PREMIO PROGETTO "SUPERCITTADINI HANNO CLASSE"

LA CLASSE II B VINCE IL PRIMO PREMIO

 

Prima di partecipare alla lezione dedicata al bullismo nell'ambito del "Progetto Supercittadini",  abbiamo utilizzato un semplice brainstorming per aumentare la motivazione e la curiosità intorno ad un' importante domanda  "Chi è il bullo? ". La tempesta di idee che ne è scaturita si è rivelata molto interessante,  spesso sorprendente; ecco quelle più significative:

Chi ti prende in giro,  Uno che ti fa lo sgambetto,  è un bambino prepotente e maleducato,  picchia e dà  i calci,  dice agli altri di non giocare con te e dice che  tu non sei amico di nessuno, ti dà delle spinte, è aggressivo e rompe le tue matite, lancia gli oggetti e scappa dalla classe senza chiedere il permesso, non rispetta  le regole.

Si comprende subito come l'idea di bullo coincida, a livello di scuola primaria, con l'idea di maleducato, di bambino irrequieto e  incapace di rispettare le regole di convivenza civile. In seguito alla  lezione di "Supercittadini",  in cui i bambini hanno avuto modo di  .... la lettura di semplici brani tratti da romanzi, come "Un ponte per Therabithia" e la proiezione  del  filmato "Quel bulletto del carciofo"  e  si è  attivata una   destrutturazione del concetto ed una più complessa  riflessione: chi viene etichettato come "bullo" in realtà non sempre è un soggetto aggressivo o che  sfida  gratuitamente, ma  a volte  è lui stesso  vittima  di un disagio emotivo e comportamentale  che lo imprigiona in una  realtà di sofferenza, dalla quale cerca di fuggire cercando attenzione, ascolto e accoglienza  dei suoi angoscianti stati d'animo; con il suo comportamento trasgressivo, quindi, sta chiedendo aiuto, in nome di quel bisogno di disciplina e di autocontrollo, ma anche di calore e affetto, che ogni bambino spontaneamente  prova.  Gli alunni, quindi, sono giunti  gradualmente alla conclusione che non è solo la vittima di bullismo  ad aver bisogno di essere  ascoltata, consolata e difesa contro i prevaricatori, ma diventa necessario  attivare strategie di intervento utili ad aiutare il bullo a riemergere dalle sue difficoltà: strategie che   agiscano sull'assunzione di responsabilità da parte di tutti, impegnandosi a creare una mentalità "anti-bullismo" a partire dalla disponibilità all'ascolto, dal rispetto delle differenze, dall'analisi delle emozioni in prepotenti e vittime, da un'alleanza  solida ed efficace  tra  bambini ed insegnanti. Ciò che scoraggerà il bullo è il fatto che  non ci saranno spettatori divertiti davanti ad episodi di prevaricazione, perchè tutti si uniranno e assumeranno il ruolo di difensore della vittima e tutto sarà portato all'attenzione degli adulti di riferimento. Importante sottolineare come i bambini abbiano compreso che farsi giustizia da s , reagendo ai bulli  con violenza, non è la carta vincente per sconfiggere il problema: questa modalità potrebbe portarli ad intraprendere cattive strade e a passare dalla parte del torto. L'aggressività, quindi, va sempre condannata, non è mai "sana", perchè non rispetta il senso profondo  di dignità personale  e i diritti altrui: la violenza è sempre deprecabile. E' stato quindi ben assimilato che i bulli, quando portatori di  importanti difficoltà  emotive, vanno accolti e aiutati in un clima di accoglienza e solidarietà.

Dalle verbalizzazioni dei bambini   abbiamo tratto spunto per  elaborare l'acrostico scritto sulla vela  della  nostra barca anti-bullismo  rappresentata sul cartellone del concorso.

Bambini che sognano

Unione e amicizia

Lealtà e letizia

Libertà di darsi la mano

Insieme per creare

Scuola senza prepotenza

Motivati a conquistare

Orizzonti di appartenenza

senza sofferenza!

 

Congratulazioni vivissime ai nostri supercittadini  della II B !

 

 Giuseppina Cavallo

SUPER EROI CONTRO IL BULLISMO

   I SUPER CITTADINI HANNO CLASSE : L’ISTITUTO “IL GUERCINO” CAMPIONE CONTRO IL BULLISMO

 

“I Super Cittadini hanno classe!”, è diventato il leit motiv per gli alunni dell’I.C.1 della Scuola Primaria “Il Guercino” e della Scuola Primaria “Carducci” che hanno partecipato nel mese di Ottobre al Progetto organizzato dal Centro Commerciale Bennet di Cento.  E’ stato attivato un ciclo di due incontri relativi a due  temi di educazione civica, volti a far comprendere ai ragazzi, fin dai primi anni della scuola primaria, i corretti comportamenti da tenere, per dar vita ad un mondo accogliente, inclusivo e rispettoso di sé e degli altri. Nel  primo incontro “STOP AL BULLISMO!”, gli operatori hanno cercato di far capire con un approccio didattico ludico, interattivo,quanto sia deleteria ogni forma di esclusione, prevaricazione o indifferenza, utilizzando una modalità espositiva semplice, idonea al target d’età. Essere  leader positivi si può e solo comportandosi in maniera corretta, sarà possibile diventare “Super Cittadini”. Durante il  secondo incontro i nostri alunni si sono approcciati al tema delle “ABILITA’ DIVERSE”, all’inclusione sociale  delle persone diversamente abili, perché anche se “piccoli discenti”, occorre abituarli  a pensare che tutti siamo soggetti  “UNICI E IRRIPETIBILI” con delle peculiarità e non esistono persone normali e persone che non lo sono. Le classi coinvolte della Primaria “Il Guercino” : 2^A, 2|^B, 2^C, 3^A, 3^B, 4^A, 4^B,  5^A, 5^B, e della Primaria “Carducci”: 2^E, 2^F, 3^E, 3^F, 4^E, 4^F, 5^E, 5^F, 5^C, hanno partecipato attivamente al progetto continuando in classe con le proprie insegnanti a sviscerare  le tematiche e realizzando un creativo elaborato finale. I cartelloni delle varie scuole di Cento e Comuni limitrofi sono stati esposti nella mostra della galleria del Bennet e premiati Domenica 12 Novembre. Un ennesimo successo per l’I.C.1! La 2^B si è classificata al primo posto tra le classi seconde e terze, vincendo un buono di 500 euro per l’acquisto del materiale scolastico. La 5^F si è classificata al secondo  posto tra le classi quarte e quinte, vincendo  un buono di 300 euro e le altre otto classi di entrambi i plessi, un buono da 200 euro!                                                                                              Imma Fusco

LA CLASSE 5 B MANIFESTA IL PROPRIO IMPEGNO SOCIALE

Grande successo della classe 5B della scuola primaria “Il Guercino” che ha replicato il proprio no alla illegalità con il laboratorio teatrale “E vissero felici e …legali” con testi scritti insieme alle maestre Laura Riviello, Donatella Gabrielli, Chiara Cavicchi e Paola Leoni.

Il laboratorio, con intermezzi di canto, recitazione ed espressione corporea, rappresenta un coinvolgente mix tra vita quotidiana di scuola (il bidello Giovanni che porta la frutta in classe, le maestre che si accordano sul programma da svolgere) e di fatti di cronaca, in ricordo delle vittime delle mafie. Sorprendenti per la creatività e la profondità sono le creazione di acrostici a tema, dove OMERTA’ è “Oblio delle Mancanze E delle Regole per Tutelare Assassini, ladri ecc” e GIUSTIZIA è “Giudicare con Imparzialità Uomini di ceto Sociale diverso Tenendo in considerazione con Zelo solo Il rispetto per gli Altri”.

I piccoli attori impegnati nella difesa della legalità hanno distribuito al pubblico biglietti con le loro riflessioni e  brevi estratti del copione:” Sono felice quando ascolto la mia famiglia, aiuto una persona in difficoltà, mi esprimo con i miei amici, aiuto i compagni e non copio”, “Sono legale quando ….”, e si scopre che i concetti di legalità e felicità sono molto simili. Il maggior impatto resta comunque sempre la frase di Antonino Caponetto: “La mafia teme la scuola più che la giustizia, l’istruzione toglie l’erba sotto i piedi della cultura mafiosa”.

Alla serata era presente l’assessore Matteo Fortini e la dirigente Anna Tassinari che hanno ricordato l’importanza dell’impegno verso una società migliore anche per bambini che sembrano piccoli ma che sono capaci di considerazioni importanti e profonde, spesso meglio degli adulti. Presente nella sala anche Mara Biondi, in rappresentanza dell’Associazione Libera, sezione del Cento Pievese, che ha promesso ai ragazzi di far loro incontrare a breve i parenti di alcune vittime di mafia da loro citati durante la rappresentazione.

La serata, che si è tenuta presso il Don Zucchini di Cento lunedi 24 ottobre 2017, è il primo incontro che il Comune di Cento ha organizzato per promuovere la legalità. Lunedi presso la Sala Rossa continueranno le riflessione da parte dei “grandi” con l’incontro “Legalità nella pubblica amministrazione”

SI REPLICA!!! LA CLASSE 5 B PER LA LEGALITA'