IL GUERCINO

Menù Principale

Organigramma

Dirigenza

DSGA

U.R.P.

Amministrazione trasparente

Documenti

Regolamento d'Istituto, regolamenti vari e disposizioni

Privacy Policy

Iscrizioni

Attività dell'Istituto 2018/19

Plessi

** Comitato Genitori **

Materiali

I blog delle nostre discipline

PRIMARIA CARDUCCI 2018-19

LA BACHECA:

FARE SCIENZ…A SCUOLA

Giunti ormai alla fine dell’anno scolastico, gli alunni delle classi quarte del plesso Carducci si avviano a concludere un percorso che, relativamente all’insegnamento delle scienze, li ha visti protagonisti attivi. E così, attraverso la strutturazione del momento della BACHECA, gli alunni delle due classi - nella consapevolezza che i bambini non arrivano più a scuola come una “tabula rasa”, ma con una precisa visione della realtà e con idee già consolidate sulle strutture che regolano il mondo naturale e fisico - sono stati aiutati a riallacciarsi alle conoscenze pregresse per approfondire argomenti di volta in volta presentati e trattati. Essi, animati da una prorompente voglia di conoscere, si sono sempre più personalmente attivati per proporre e successivamente condividere i propri variegati materiali, ed in tal modo, costruire e costruirsi un pensiero critico che dal piacere di avventurarsi nelle prime ed emozionanti aperture possa approdare verso nuove progettualità di ricerca. Scienziati in erba…crescono!!

Classi: IV E - IV F, Carducci

 

 

LA FESTA DELLO SPORT

Venerdì 10 maggio 2019 si è svolta la seconda edizione della FESTA DELLO SPORT alle scuole “Carducci”.

A conclusione dei progetti gratuiti di Educazione Motoria promossi dalle Società sportive del territorio  svolti nell’arco dell’anno scolastico, i bambini e le bambine delle 11 classi si sono cimentati in giochi e gare all’insegna di tanto e sicuro divertimento misto ad una  sana competizione.

Le classi si sono alternate nelle varie postazioni e hanno assistito, partecipi e motivate, alle esibizioni di jujitsu dei maestri Claudio Leprotti, Rudy e Alberto Guizzardi di CSR JUJITSU CENTO.

Hanno giocato con racchette e palline colorate, guidati dai maestri Oliver e Manuel Schuett del TENNIS CLUB DI CENTO.

Hanno disputato minipartite di pallavolo con il maestro Simone Frigato della BENEDETTO VOLLEY.

Hanno tirato rigori ed eseguito percorsi tecnici con la palla sotto la supervisione degli istruttori Eugenio Parro e Saverio Magri del GUERCINO CALCIO.

Infine, in palestra, con gli insegnanti Mauro Fornaro, Giacomo Valentini e Luca Grotto della ASD BENEDETTO 1964 hanno dato prova della loro abilità tirando a canestro con la palla a spicchi.

Al termine dei giochi, alunni, insegnanti e istruttori si sono radunati in festoso gruppo per  intonare, mano rigorosamente sul cuore, l’inno di Mameli: CHE EMOZIONE!

Gli istruttori hanno poi consegnato ad ogni bambino e ad ogni bambina il diploma di partecipazione e un simpatico gadget, mentre i nostri piccoli-grandi atleti hanno ricambiato il pensiero con  bottiglie di squisito vino gentilmente offerte dalla signora Emanuela Balboni della cucinoteca SIGNORA EMILIA e dal signor Giordano De Stefani dell’enoteca LE RUGHE Centopercento Vino.

 

Per concludere come si deve, un brindisi alla salute di tutti, strette di mano, sorrisi, fotografie e un arrivederci al prossimo anno!

 

Un ringraziamento particolare alla docente Silvia Travagli che ha curato l’intera organizzazione, ai collaboratori scolastici e alla docente Claudia Bazzani che ha cucinato una golosa torta tenerina per la merenda dei nostri  speciali istruttori.

 

 

( M. Ravasini )

EDUCAZIONE AMBIENTALE

LABORATORIO HERA: SOGNAMBOLESCO

Ovvero: come possiamo salvare il Pianeta? La consapevolezza  si  impara da piccoli.

 

Le classi 1C e 1F della primaria Carducci hanno partecipato ad uno spettacolo proposto da Hera che sottolineava da una parte l’importanza dei comportamenti individuali nel processo di salvaguardia del pianeta e dall’altra l’urgente necessità di mettere in atto comportamenti etici a causa del ritardo in cui ci troviamo. Grazie a battute e scherzetti, i due simpatici attori hanno lanciato il messaggio “Meglio una Terra rappezzata ma viva, che persa per sempre”. I bambini hanno partecipato attivamente ai loro giochi e sono intervenuti esprimendo le loro opinioni già chiare e consapevoli. Siamo in buone mani, Greta Thunberg insegna. 

 

Nadia Ardizzoni

PRONTO, PRONTO...QUI ASTRONAVE CHIAMA TERRA, CI SENTITE?

Finalmente ce l’abbiamo fatta!

Il 15 Aprile dalle ore 15 alle ore 15,04, grazie al papà di Noa della classe IV F della Scuola Carducci, nel giardino della scuola, è avvenuto il contatto con la Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Attraverso una radio ex-militare ed un’antenna, costruita dagli esperti dell’Osservatorio Astronomico di Cento, abbiamo sentito in modo, forte e chiaro, la voce dell’astronauta canadese David Saint-Jacques che rispondeva alle domande di alcuni ragazzi di una scuola di una località del Sud della Francia: Thiez. Non appena l’astronave ha sorvolato la Francia, la voce dell’astronauta si è fatta sempre più nitida; il contatto è divenuto a poco a poco più flebile quando essa era ormai sui cieli della Russia.

Siamo stati in grado di capire solo poche parole, essendo il collegamento interamente in lingua francese, tuttavia è stata davvero fortissima l’emozione: le due classi quarta E ed F ed una classe prima, nel più assoluto silenzio, sono state affascinate e catturate da questa esperienza unica. Il pensiero che una struttura che viaggia nello spazio ad una velocità media di 27.700 Km orari e ad un’altitudine di 400 km da noi, sia abitata da persone che possono comunicare con la Terra, ci  ha suscitato curiosità e desiderio di conoscere maggiormente questa realtà.

Nei giorni precedenti al collegamento, il signor Mazzi, con l’aiuto della mamma di Luisa, Barbara Fiorentini, ci aveva spiegato, in modo semplice ed accattivante, come è la vita all’interno dell’astronave che ha ospitato anche i nostri astronauti italiani Paolo Nespoli e Samanta Cristoforetti. Grande circa come un campo da calcio, in questa struttura l’equipaggio presente effettua rilevazioni ed esperimenti che, solo apparentemente, non influiscono sulla vita quotidiana di noi abitanti del pianeta Terra. Di fatto vengono svolti studi che hanno ricadute importantissime nel campo della medicina; non è un caso che l’astronauta, di cui abbiamo sentito la voce, sia anche un medico che studia gli effetti della microgravità sul corpo umano.

Ringraziamo di cuore il papà di Noa per questa esperienza e ci auguriamo di potere effettuare, in futuro, un altro collegamento.

 

Classi IV E IV F SCUOLA CARDUCCI

GARDEN ADVENTURES

Garden Adventures: il ritorno della natura a scuola

 

Si è concluso nel mese di gennaio il modulo “Garden Adventures: il ritorno della natura a scuola”  (Progetto PON - MIGLIORIAMOCI ) presso la scuola Carducci che ha visto la partecipazione di una trentina di bambini delle classi 5 E e 5F.

Il progetto ha avuto la durata di 30 ore in orario pomeridiano extrascolastico suddivise in 10 incontri di 3 ore ciascuno il giovedi’ dalle 12,40 alle 15,40.

Per l’intero progetto, che ha anche previsto un’uscita al Giardino Botanico di Torrespada  del Comune di Cento, l’Associazione “L’Altra Prospettiva a.s.d.” ha dato il suo prezioso supporto con materiali e la presenza di un esperto a titolo gratuito.

L’idea era quella di far acquisire ai bambini le competenze di base per impostare uno studio e relativo progetto attuativo per la conoscenza, il monitoraggio e il miglioramento dello stato di salute ambientale della scuola attraverso le seguenti attività:

                     conoscenza approfondita della biologia degli animali e delle piante scelte come bioindicatori; licheni, coccinelle, cinciallegra, crisopa;

                     raccolta e lettura dei dati della centralina dell’Arpa, sita nel comune di Cento e visitata dai ragazzi/e;

                     digitalizzazione ed elaborazione dei dati raccolti durante l’osservazione dei bioindicatori per renderli fruibili e comunicabili; 

                     impostazione di un progetto di miglioramento ambientale, sia come prassi di buone pratiche che coinvolgendo partnership locali per un piccolo intervento nella scuola;

                     realizzazione del progetto per il miglioramento della qualità di vita nella scuola: piantumazione di una siepe di 12 piante auctoctone  che favoriranno l’ossigenazione, la biodiversità e la bellezza del luogo;

                     realizzazione di un’aula didattica all’aperto nel giardino della scuola.

 

Con questo progetto i risultati attesi erano che i bambini maturassero via via le competenze per la conoscenza e il rispetto dell’ambiente  mettendo in pratica comportamenti responsabili ed ecocompatibili (buone prassi di sostenibilità ambientale).

I ragazzi/e partecipanti hanno valutato positivamente il progetto e mostrano, anche a distanza di tempo, di aver adottato a livello comportamentale alcune buone pratiche di sostenibilità ambientale!

 

Le insegnanti per la scuola: Laura Frassinelli, Marina Tinti

 

Per l’associazione “L’Altra Prospettiva a.s.d”.:  Marco Gardosi

LABORATORIO D'ISTITUTO - IL GELATO

Ringraziamo la gelateria "Leone e Katia" che ha proposto a tutto l'istituto il laboratorio sul gelato nato per valorizzare questo prodotto artigianale tipicamente italiano. Ecco, in rappresentanza dell'istituto, come hanno vissuto questa esperienza i bimbi della scuola primaria "Carducci" e i bimbi della scuola dell'infanzia "Alighieri".

 

Gustosa mattinata quella che hanno trascorso i bambini della scuola dell’infanzia Dante Alighieri impegnati a sperimentare da vicino le tecnica di creazione di un buon gelato artigianale. Sguardi attenti, i bambini hanno ascoltato gli esperti “Leone e Catia” che illustrando le caratteristiche degli ingredienti naturali e genuini hanno composto davanti agli occhi increduli dei bambini un gustoso gelato. Curiosi  di conoscere  sia le materie prime che il procedimento di lavorazione  , il laboratorio  è stato appassionante per tutti , coronato dall’immancabile assaggio del gelato che ha lasciato soddisfatti grandi e piccini.  Ringraziomo il sig Leone della sua disponibilità  e del gentile omaggio offerto a ciascun bambino

TUTTI PAZZI PER IL GELATO...ALLA FRAGOLA

 

INGREDIENTI:           

 

fragole rosse rosse 

acqua

zucchero q.b.(quanto basta)

 

OCCORRENTE:

 

2  esperti gelatai 

1 mantecatore

 

tanti assaggiatori volontari 

 

PROCEDIMENTO

 

. Il signor Leone versa lo zucchero, l'acqua e le fragole mature in un alto recipiente.

. I bambini osservano con stupore, pregustando la squisitezza.

. Il signor Leone frulla il tutto e versa nel mantecatore.

. I bambini, con l'acquolina in bocca, attendono pazientemente 30minuti

. I bambini si predispongono all'assaggio...1...2...3...VIA!!!

. La signora Katia serve il sorbetto nelle coppette.

. I bambini assalgono la signora e senza nessuna moderazione si gustano il delizioso e freschissimo gelato.

Tutto ciò non è un sogno, ma il frutto di un progetto di educazione alimentare ideato e proposto dalla Pasticceria - gelateria Leone e Katia, via Matteotti 10/C Cento.

 

 

Classi IlI E  e III F scuola primaria Carducci

 

UNA GIORNATA IN FATTORIA

 

Giovedì 28 marzo le classi PRIME C, E ed F della scuola Primaria Carducci hanno partecipato alla loro prima uscita.

I bambini con i loro zainetti colorati sono saliti sul pullman granturismo e hanno percorso i 10 km che li hanno condotti all’agriturismo “Arcadia” in località Poggetto di S. Pietro in Casale.

Gabriele, Rita e Graziano li hanno accolti calorosamente nella loro azienda agricola e li hanno guidati in una visita attraverso i campi coltivati con metodo biodinamico e il giardino di piante autoctone della nostra pianura.

In particolare sono state osservate le piantine di grano che crescono insieme ai piselli, è stato spiegato agli alunni che questo sistema è stato adottato per non depauperare il suolo coltivabile. 

Dopo una dolce merenda a base di ciambella e succo di pesca, rigorosamente preparati da Rita con i prodotti della sua azienda, è iniziato il laboratorio del pane.

I bambini hanno impastato la farina di grani antichi con acqua e lievito madre. Dopo la lievitazione, hanno dato forma alla loro “pagnottina” in maniera fantasiosa. Il pane è stato cotto nel forno a legna, antico di due secoli, da Graziano.

Finalmente si è visto il prodotto finito: cuoricini, treccine, girelle, farfalline, montasù…

Dopo tanta fatica è arrivato il momento del pranzo al sacco, dagli zainetti sono usciti i cibi più disparati preparati dalle famiglie.

Il dopopranzo è stato dedicato all’osservazione degli animali da cortile: tre superbi pavoni ed esotiche galline. Non sono mancati giochi, esplorazioni, relax e tanto sole.

È stata una giornata indimenticabile!

 

                                                         Nadia Ardizzoni e Piera Govoni

AL DIALET A SCOLA

 

PROGETTO CARO NONNO

Lezione di dialetto centese

Classi III F III E 

scuola Carducci 

 

A scola ad inparèr la fola

 

Ebbene sì, succede anche questo! 

A scuola si può anche imparare il dialetto dei nostri nonni. È divertente e si mantiene viva la lingua che una volta si parlava nelle nostre zone.

E se poi i maestri sono due esperti in materia, allora imparare è un zugh da ragazol!!!

Grazie al signor Giancarlo e alla moglie Patrizia, tutti i bambini hanno apprezzato tantissimo la inusuale lezione.

 

E ORA...CALCIO!!

Il calcio, lo sappiamo tutti, è lo sport più diffuso nel mondo...e piace a tutti: grandi e piccini 

I bambini spesso ci giocano nei cortili delle scuole, ma quando è giocato in palestra e un mister coordina tutte le varie fasi, allora il gioco del calcio soddisfa i bisogni dei bambini e attiva le loro competenze.

Quando giocano, i bambini sperimentano anche emozioni e la presenza di un allenatore/coordinatore li aiuta a gestire le varie situazioni di rabbia, di sorpresa, di conflitto, di gioia, di vittoria e anche di sconfitta...e tutto è più semplice e divertente!!!

Grazie all'istruttore Saverio Magri: Guercino calcio

DAL LICEO ALLA PRIMARIA...

Ebbene sì!!! I ragazzi del liceo linguistico, nell'ambito dell'Alternanza scuola-lavoro, hanno affiancato i bambini della scuola primaria in una attività ludico-motoria. 

Risultato: tanto divertimento.

Chi si sia divertito di più, se i ragazzi o i bambini, non saprei dirlo. 

Sicuramente un'esperienza da ripetere!!!

Allora, grazie ai ragazzi del liceo linguistico Cevolani che si sono prodigati per allietare i bambini e alle insegnanti che hanno coordinato le attività.

Ins. Anna Rita Diozzi

SULLE ORME DI DON BOSCO:"CARDUCCI" E "IL GUERCINO" INSIEME

Giornate movimentate al Guercino e alle Carducci quelle del 21, 25 e 28 gennaio per le classi quinte grazie alla presenza di suor Elide.

Racconti, giochi, domande hanno trasportato i bambini nel 1800 per poi riportarli ai giorni nostri con la consapevolezza di avere un nuovo amico e maestro, Don Bosco.

Questi alcuni momenti dei lavori svolti...e le filastrocche composte:

 

Don Bosco in filastrocca

 

Don Bosco prete piemontese

con i bambini bisognosi era cortese.

Un sogno strano fece a nove anni

«Questo il tuo compito Giovanni:

da lupi in agnelli, questi giovani, dovrai trasformare

ma la forza non dovrai usare».

Di Maria Ausiliatrice si fidò

e l'amore ad usare cominciò.

Il teatro era per lui una passione

dove faceva divertire le persone.

La società dell'allegria fondò

e tanti amici in oratorio radunò.

Per i ragazzi in carcere un desiderio realizzò

e in gita nel bosco li portò.

Chiese anche a sua mamma Margherita

di condividere con loro la propria vita,

lei accettò

e da quel giorno i giovani curò.

Quando il pericolo lo assaliva

un cane grigio gli appariva

per difenderlo dal male

e la sua vita conservare.

Don Bosco, anche noi il tuo esempio vogliamo seguire

e senza timore, un cammino d'amore costruire.

 

VB “Guercino”

 

 

IL CARNEVALE IMPAZZA!!

Il Carnevale, per i centesi, è davvero un momento di grande allegria, sia per i piccini, sia per gli adulti. È un atto di grande socialità e spensieratezza.

Ecco perché, sabato pomeriggio, alcuni bambini della scuola primaria Carducci, si sono ritrovati in piazza Guercino, con le loro famiglie per partecipare alla "Camminata di Carnevale". Grandi e piccini, insieme, in maschera, hanno sfilato per le vie di Cento. 

Grazie a tutti per il piacevolissimo pomeriggio.

 

 Maestra Anna Rita. 

ED ORA...JU JITSU!!

Il Ju-jitsu, "Dolce Arte", è la più antica arte marziale giapponese di difesa personale a mani nude e veniva praticata in battaglia dai Samurai. Grazie alla preparazione e alla disponibilità del maestro Rudi Guizzardi, dell’Associazione CSR Ju Jitsu Itaia i bambini delle scuole Carducci si sono avvicinati con cedevolezza a questa interessante "disciplina".

RICORDI DELL'OPEN DAY

Sabato 12 gennaio la scuola primaria Carducci ha aperto le sue porte a bambini e genitori interessati a visitare gli ambienti dell'edificio e a conoscere il Piano dell'Offerta Formativa proposto dall'IC1 del nostro comune.

I bambini sono stati allegramente coinvolti in diversi laboratori e hanno operato guidati dai volenterosi alunni tutor.

I laboratori ideati e proposti dalle maestre sono stati:

SPORTIVA...MENTE - attività in palestra;

PLAYING AND  CODING - amici del coding;

ENGLISH AND FUN - imparare l'inglese divertendosi;

CON LE MANI - creare con creatività;

LA NATURA ENTRA A SCUOLA: UNA PIANTINA PER TE - laboratorio di educazione ambientale.

La mattinata è stata davvero piacevole e il tempo è volato via...

Grazie a tutti per la grande partecipazione, genitori, alunni, insegnanti e…futuri alunni.

Si ricorda che il plesso “Carducci” funziona a moduli. 

 

Maestra Anna Rita Diozzi

MATEMATICA ALLE "CARDUCCI"

Tutto cominciò da alcuni sassolini

20 Dicembre:una giornata da storici della matematica in 4 F insieme al papà di Noa

E’ una storia lunga e affascinante quella della matematica, lunga quanto quella dell’uomo che, nel corso della sua evoluzione, ha avuto quotidianamente la necessità di calcolare.

 Si è cominciato ad addizionare e sottrarre utilizzando le dita, o semplici sassolini ( guarda un po’ … sasso in latino si dice “calculus”! )

Necessità, curiosità e desiderio di scoprire  hanno fatto sì che l’uomo, nel corso dei millenni, inventasse e affinasse strumenti per il calcolo, anche perché, come affermava Galileo, la lingua della matematica è quella che  consente di leggere il grande libro della Natura.

Da sempre infatti ciò che ha affascinato maggiormente l’uomo sono stati i fenomeni naturali osservabili e misurabili, quali ad  esempio i cicli astronomici.

Ecco quindi la nascita dell’abaco, seguita poi dal pallottoliere, strumenti con i quali si possono svolgere calcoli di notevole complessità, poi ancora calcolatori di sempre più elevata attendibilità e precisione.

La dimostrazione di quanto può essere complesso, ma soprattutto stimolante e divertente calcolare con strumenti poco conosciuti l’abbiamo avuta quando il papà di Noa ci ha mostrato il regolo calcolatore e ce ne ha brevemente spiegato la storia e il funzionamento.

Inventato nel 1620 è stato ampiamente utilizzato, prima dell’avvento delle calcolatrici, per eseguire rapidamente calcoli complessi. Generazioni di studenti e tecnici lo hanno avuto come strumento indispensabile per i loro studi e progetti.  È costituito da due righelli con scale numerate, l’uno scorrevole rispetto all’altro.

Abbiamo scoperto che con questo strumento, sono stati realizzati progetti per la costruzione di ponti, strade ed altri studi di ingegneria civile. Addirittura anche i calcoli che hanno consentito il primo allunaggio dell’uomo sono stati eseguiti con il regolo calcolatore!

Allora pronti via! In squadre formate da cinque Super Matematici anche noi, dopo alcuni momenti di disorientamento, muniti di regolo calcolatore, abbiamo fatto i nostri calcoli! E che soddisfazione!

Ma non sono finite qui le scoperte: ecco che da una borsa il papà di Noa ha preso una bellissima ed antichissima macchina da calcolo Olivetti del 1946, in grado di svolgere somme, sottrazioni e moltiplicazioni! Praticamente la nonna dei moderni calcolatori …

Ringraziamo di cuore il papà di Noa per avere messo a nostra disposizione il suo tempo e per avere condiviso con noi il suo entusiasmo per la matematica.

                             Classe IV F Scuola Carducci

 

 

FESTE DI AUGURI PER SERENE FESTIVITA' E BUON 2019!!!

E’ giunto finalmente il Natale! L’ultima settimana di scuola è stata frenetica e suggestiva per tutti… e nelle classi della Scuola Primaria “Il Guercino” si è creata una magica atmosfera tra: canti natalizi, addobbi per l’aula, albero alternativo, lavoretti e manufatti creativi, realizzati con entusiasmo e attività didattiche linguistiche mirate: poesie, acrostici, calligrammi e letture inerenti al significato del Natale. Venerdì 21 Dicembre nelle ore pomeridiane gli  alunni del plesso  hanno festeggiato  scambiandosi gli auguri di Natale, condividendo con le insegnanti  un emozionante momento di festa tra canti del repertorio natalizio che spaziavano dal “Ballo di Babbo Natale” a “Jingle Bells Rock”, da “A Natale puoi” a “Buon Natale a tutto il mondo”, cantando e guardando video, ballando, recitando poesie, accogliendo con gioia e curiosità i regali che il generoso BABBO NATALE ha lasciato quest’anno davanti alla porta di ciascuna delle 12 classi della Primaria “Il Guercino”. I bambini tutti meritevoli e curiosi hanno apprezzato e scartato  i regali repentinamente. Che felicità trapelava dai loro occhi guardando e sperimentando a gruppi, i diversi giochi di società che utilizzeranno durante la “ricreazione” nei freddi pomeriggi invernali, imparando a  condividere e rispettare le regole del gioco, consolidando l’uso del testo regolativo. Poi dopo la fase del gioco…merenda per tutti: pizza, gnocco, torte, cioccolate e bibite..e la festa continua a ritmo di musica tra baci e abbracci. Alle 16.20 al suono della campana pronti in fila ad uscire da scuola, orgogliosi con il loro “lavoretto” tra le mani, frutto di fatica e creatività, gli alunni si avviano all’uscita..che le vacanze inizino pure !!! C’è qualcuno però che piange e si commuove perché non vedrà le proprie insegnanti,  punti di riferimento e i compagni per tutta la durata delle vacanze..troppo lunghe!!!! Dulcis in fundo: intense emozioni  toccano le corde dei cuori di insegnanti e scolari!!! Ma, non temete bambini, ci rivedremo il 7 Gennaio 2019, pronti a continuare il percorso iniziato nella classe prima, per alcuni iniziato nel  corrente anno scolastico, felici di stare insieme e sempre motivati ad apprendere. Con le immagini di alcuni momenti salienti di questo lieto evento la 4^A, a nome di tutto l'istituto, augura a tutti: Dirigente, insegnanti, alunni, personale dell’I.C.1 di trascorrereFESTE SERENE e un grazie sincero va ai genitori sempre collaborativi che hanno permesso la realizzazione di questo lieto momento di condivisione.       BUON 2019  A TUTTI !!!

 

                                                                                                         IMMA FUSCO

 

E ora...CRONACA DELLE "CARDUCCI"

 

Alle scuole Carducci è arrivato Babbo Natale. Ha parcheggiato la sua slitta lontano, nel verde, e mentre le renne brucavano, Babbo Natale ha sorpreso tutti i bambini.

Ha parlato loro, dato consigli e con allegria ha ascoltato le loro poesie e i loro canti.

Momento delizioso che rimarrà a lungo tra i ricordi dei bambini. Tutte le classi hanno festeggiato questo momento con addobbi, con realizzazione dei classici "lavoretti" da portare a casa e con gli addobbi delle aule. Un complimento particolare alla classe V F che ha realizzato il dipinto riprodotto nella seconda  diapositiva e alle classi IV E e F per il loro presepe realizzato a mano riprodotto nella seconda diapositiva.

 

Auguri di Buon Natale...e felice 2019

 Anna Rita Diozzi

 

ED ORA...BASKET E POI...VOLLEY BALL!!!

LA SFIDA SCENDE IN CAMPO ALLE CARDUCCI

 

Se canestro vuoi fare, duramente ti devi allenare...con  gli esercizi, i giochi, le sfide proposti dall'allenatore Luca Grotto.

I bambini si sono messi in gioco e il divertimento non è mancato. Provare per credere!!!

 

Asd Benedetto Easy basket. 

 

Che bello giocare a pallavolo!!!

Ingredienti:

.una palla

.una rete

.un grande coach

.tanta voglia di divertirsi

.tanta energia.

 

Tutto questo grazie ad Enrico e Simone.

Scuola Carducci

 

ASD BENEDETTO VOLLEY. 

 

                                         

"THANKSGIVING" AT CARDUCCI SCHOOL

La scuola primaria “Carducci” ha ricreeato l’atmoshera della festa americana del “Thanksgiving” grazie al racconto dell’esperienza diretta della mamma di un alunno. Il giorno del ringraziamento è una festa di origine religiosa ma oggi laica che risale  risale a una celebrazione avvenuta nel 1621 e ripetuta in modo più documentato nel 1623, quando fu effettuato il raccolto nel novembre 1623  e William Bradford, Governatore della Colonia fondata dai Padri Pellegrini, a Plymouth, nel Massachusetts istituì la Festa del Ringraziamento, Thanksgiving, in segno di gratitudine per il raccolto e quanto ricevuto da Dio nell’anno trascorso.

 

  It is a good thing to give

  Thanks unto the Lord.

             

         P salm 92:1

 

I really would like to thank Mrs Erin Lauch for her gentle contribution.

Children really enjoyed themselves.

 

 

Teacher Anna Rita Diozzi

VISITA AL "CENTRO COMPUTER"

Giovedì 22 novembre alunne ed alunni delle classi Seconde E/F - Carducci si sono recati al Centro Computer di Cento, nato nel 1984 per collaborare allo sviluppo informatico delle imprese, ed hanno osservato da vicino e toccato con mano quelle fantastiche “scatole” informatiche che permettono a tutti noi di essere TECNOLOGICI, ossia i COMPUTERS.

Come sono fatti dentro? Cosa sono precisamente HARDWARE e SOFTWARE? Che cos’ è un processore? E la scheda madre? Insomma, le domande si sprecavano, ma grazie alla competenza e alla capacità comunicativa del Vice Presidente Roberto Vicenzi,  i curiosissimi partecipanti hanno potuto avere la giusta risposta  ad ogni quesito.

La cosa più divertente è stata guardare e manipolare la varie componenti di un computer completamente smontato, vedere proprio  come è fatto al suo interno in che modo riesce a funzionare.

Poi un po’ di Google Earth e di Scratch hanno creato ulteriore occasione di divertimento: siamo “andati” a Parigi e abbiamo permesso a un gatto di fare il girotondo!

Grazie ancora al dott. Vicenzi e al suo staff per averci permesso di fare questa speciale esperienza e per averci regalato utilissimi gadgets che sicuramente utilizzeremo personalmente a casa e insieme, durante le lezioni, a scuola.

 

 

( Monica Ravasini )

IL CORPO COME STRUMENTO DI APPRENDIMENTO

Mercoledì 7 novembre, le classi Seconde, Terze e Quinte del plesso Carducci hanno avuto il piacere di ospitare l’insegnante di Scienze Motorie Daniele Lodi e lavorare con lui in palestra facendo attività mirate, volte all’osservazione delle  capacità/difficoltà motorie di bambine e bambini.

Autore di numerosi libri, tra cui l’apprezzatissimo “Natalino e il mago”, 5 favole sui deficit specifici dell’apprendimento, il ferrarese Daniele Lodi collabora con Piero Crispiani, direttore scientifico del Centro Italiano Dislessia.

Coordinazione motoria, equilibrio, lateralizzazione e coordinazione oculo-manuale dei bambini sono state attentamente analizzate in quanto pre-requisiti fondamentali per  l’accesso ai processi di apprendimento.

L’incontro con lo specialista Lodi ci ha permesso di avere il parere di un esperto allo scopo di indirizzare l’attività motoria in modo maggiormente definito e finalizzarla al miglioramento dello schema corporeo e della coordinazione, per ottimizzare anche il rendimento didattico a scuola.

 

 

( Monica  Ravasini )

IL PON "COMPETENZE DI BASE" PROCEDE CON EDUCAZIONE AMBIENTALE

I piccoli scienziati hanno effettuato una ricerca nel laboratorio informatico su:bioindicatori, licheni, bagolaro e hanno scritto su schede gli esiti della loro ricerca. Successivamente, dopo un'introduzione con video ed immagini, hanno presentato l'uso del retino per il conteggio dei licheni presenti nel viale antistante la scuola poi sono tornati in laboratorio per il conteggio. I ragazzi hanno anche "costruito" la loro aula didattica all'aperto facendo grandi pulizie ecologiche e costruendo quattro bellissimi contenitori con ciclamini e sedum. Hanno così abbellito il loro giardino!

Marina Tinti

GIOCHIAMO A TENNIS!

Nel mese di ottobre, gli alunni della scuola primaria Carducci si sono piacevolmente ritrovati a confrontarsi con la RACCHETTA. I maestri Oliver e Stefano hanno allietato i giovanissimi aspiranti tennisti con tanti giochi e divertenti sfide. Per chi volesse proseguire nel percorso può trovare i maestri Oliver e Stefano presso il Tennis Club di Cento.

 

Si ringraziano i maestri per il loro volontario contributo.  AR DIOZZI

MARATONA DI LETTURA

Mercoledì 24 ottobre, nell’ambito della Settimana della Lettura, tutte le classi della scuola Carducci hanno aderito all’iniziativa “LIBRIAMOCI. Giornata di lettura nelle scuole” avvicendandosi in una Maratona di Lettura lunga 8 ore, che ha coinvolto anche genitori e nonni in qualità di pubblico davvero folto e partecipe.

Al mattino, le Terze con “I libri del cuore” e le Quarte con “Testi e filastrocche scelti da bambine e bambini” hanno dato il via all’apprezzatissima manifestazione tenutasi nella fiorita AULA DIDATTICA ALL’APERTO, seguiti poi, nel pomeriggio (dopo la doverosa pausa pranzo) dalle Seconde con “Pianeta Rodari, un mondo per piccoli e grandi lettori” e dalle Quinte che hanno letto racconti tratti da “Scuola Foresta” di S. Bordiglioni e “Storie della Storia del Mondo”. Ovviamente le Prime, ancora all’inizio del loro percorso di apprendimento della lettura, hanno assistito nel ruolo di ascoltatori/ascoltatrici.

Tutti  super  bravissimi  alunni  ed  alunne che, microfono in  mano, hanno letto con grande emozione il loro brano dimostrando  quanto  la  lettura sia  strumento di comunicazione  potente  e  vibrante  come  pochi.

Al termine della Maratona, tra applausi e complimenti, a lettrici e lettori è stata consegnata la Carta Fondamentale dei DIRITTI DEL LETTORE per Libera Scelta, tratti da “Come un romanzo “ di Daniel Pennac.

“La lettura” diceva Gianni Rodari “è quel sesto senso che va piantato, innaffiato, curato. I libri sono semi: alimentano la mente, accrescono l’intelligenza, la creatività, come il cibo irrobustisce le ossa, i muscoli …” e noi, che vogliamo crescere intelligenti e creativi, leggiamo, leggiamo,      leggiamooo!

 

( Monica  Ravasini )

PON, PON! SI PARTE CON "ENGLISH FOR ALL!!!"

Venerdi 12 ottobre 2018  ha preso l’avvio il progetto PON – Competenze di base finanziato dal Fondo Sociale Europeo  con il modulo di inglese “English for all” dedicato agli alunni delle classi IV e V del plesso “Carducci”. Il corso prevede 60 ore di attività con docente madre lingua ed è finalizzato ad un potenziamento dello studio della lingua inglese e ad aumento della motivazione ad apprendere le lingue attraverso il gioco ed una metodologia ludica e di situazione reale. Grande è stata l’adesione ed il gruppo di giovani studenti è stato affidato alla docente Barbara Goldberg della British School di Cento e al tutor interno Ignazio de Marco. A breve saranno attivati anche gli altri moduli del progetto dal titolo “MIGLIORI-AMO-CI”: un modulo di apprendimento del gioco degli scacchi come potenziamento di matematica per gli alunni della scuola primaria “Il Guercino”, un modulo di approfondimento della lingua italiana per gli alunni di origine straniera, un modulo di inglese per gli alunni delle classi terze della scuola secondaria, un modulo di educazione ambientale per gli alunni della scuola primaria “Carducci”, un modulo di lingua spagnola  e un modulo di laboratorio teatrale per gli alunni della scuola secondaria. - A GOOD OPPORTUNITY FOR OUR STUDENTS!!!  ._)

SI INIZIA!!

PER INSEGNARE BISOGNA EMOZIONARE.

 

 

Molti, però, pensano ancora che se ti diverti non impari.

 

(Maria Montessori)

 

 

E invece noi impareremo tanto

 

divertendoci di più !

 

 

BUON ANNO SCOLASTICO 20182019